Happy Basket

Pronte a partire? E’ definitivo anche il calendario dell’Under 13, con il primo appuntamento di campionato che è in programma per sabato prossimo, quando alla Bertola arriverà Russi. Nel dettaglio a seguire tutte le date. Sabato 23 novembre – HAPPY vs RUSSI – 17.30 Bertola Mercoledì 4 dicembre – LIBERTAS FORLI’ vs HAPPY – 17.15 Pal. Ginnasio Lunedì 9 dicembre – HAPPY vs CERVIA – 16.45 Bertola Sabato 14 dicembre – SCUOLA BASKET FAENZA vs HAPPY – 18 Pal. Liceo Venerdì 20 dicembre – HAPPY vs AICS FORLI’ – 19.15 Bertola Venerdì 10 gennaio – RUSSI vs HAPPY – 18.15 Pal. Comunale Domenica 19 gennaio – HAPPY vs LIBERTAS FORLI’ – 11 Bertola Lunedì 27 gennaio – CERVIA vs HAPPY – 17 Palasport Lunedì 4 febbraio – HAPPY vs SCUOLA BASKET FAENZA – 19.15 Bertola Domenica 9 febbraio – AICS FORLI’ vs HAPPY – 17.15 Pol. G. Monti

Altro appuntamento con le selezioni federali valide per il Progetto Tecnico “Azzurrina” 2013-2014. Domenica prossima, 24 novembre, al PalaFerrari di Castel San Pietro Terme, mattina dedicata al Progetto Altezza (allenamento ore 10-12.30) e pomeriggio al Raduno 1999/2000 (15-17). Per L’Happy Basket sono state convocate Chiara Pironi (Progetto Altezza) e Claudia Girelli (1999/2000).     PROGETTO ALTEZZA Luma Emilia Grazia Nako Moni - Magika Pallacanestro 1997 Katerina Pazzaglia - Magika Pallacanestro 1996 Annalisa Vitari - Magika Pallacanestro 1996 Irene Tosi - Magika Pallacanestro 1997 Chiara Caviati - Pol.Libertas Calendasco 1996 Martina Cottini - Pol.Libertas Calendasco 1996 Sofia Zanelli - Virtus Cesena 2010 1996 Margherita Ravaioli - Progetto Femminile Faenza 1997 CHIARA PIRONI – HAPPY BASKET RIMINI 1996 Alice Pieraccini - Libertas Rosa Forlì 1998 Ilenia Cordola - Fortitudo Rosa 1996 Giorgia Gibellini - Fortitudo Rosa 1997 André Olbis Futo - Fortitudo Rosa 1998 Annalaura Patera - Fortitudo Rosa 1998 Anna Chiara Manghi - Basket Parma 1997 Martina Minari - Basket Parma 1997 Beatrice Olajide - Basket Parma 1998 Annalisa Trevisan - Basket Parma 1996   RADUNO 1999/2000 Nicol Angella - B.C.Valtarese 2000 Arben Arat - Vis Basket Cervia Laura Cremona - Pol.Libertas Calendasco Giorgia Fera - Sporting Club Cattolica Laura Garaffoni - Virtus Cesena 2010 Chiara Giacchetti - Vico Basket Alice Giorgetti - Scuola Basket Faenza CLAUDIA GIRELLI – HAPPY BASKET RIMINI Chiara Lorenzini - Fortitudo Rosa Viviana Lucca - Vico Basket Giorgia Maniero - Pol.Libertas Calendasco Greta Mantovani - U.P.Calderara Pallacanestro Elena Montanari - Pol.Libertas Calendasco Matilde Mordenti - Virtus Cesena 2010 Susanna Munari - Basket Parma Claudia Pallotta - Fortitudo Rosa Benedetta Periti - BK Val d’Arda Francesca Raffaelli - U.P.Calderara Pallacanestro Beatrice Ruini - Nazareno Basket Carpi Anna Salvadego - Bonfiglioli Ferrara Basket Serena Soglia - Scuola Basket Faenza Francesca Venturi - Fortitudo Rosa Chiara Venturoli - Magika Pallacanestro Sara Zavalloni Vis Basket Cervia

Scuola Basket Faenza-Happy Basket Rimini. Vale a dire, per i non “adepti”, già match clou alla prima giornata di campionato Under 14. E per giunta fuori casa. Ce n’è per salire subito su una cima Coppi di incertezza, determinazione, tensione e voglia di vincere. Non una partita qualunque. Lo sapevano le squadre e quello che è successo in campo dà un po’ l’idea di come sia stato duro, durissimo vincere. Già, perché si è vinto, non ve l’avevamo ancora detto? 43-45….. “Bene, benissimo, brave, bis…” “ E vabbè, allora anche tris, poker, cinquina, perché mica ci vogliamo fermare a una vittoria alla prima di campionato…. Vogliamo partire da qui per migliorarci sempre di più e… Provare a vincere sempre di più” “Sì sì, ok… Ma prima dimmi di oggi” “Vedi, si comincia con un paio di canestri di Virginia e andiamo avanti 6-4, poi però ci piantiamo abbastanza in attacco e Faenza sorpassa…” “Primo quarto difficile?” “Molto difficile… Le avversarie erano di ottimo livello, la lunga Soglia è stata un vero fattore e noi non riuscivamo a trovare i movimenti giusti in attacco e la cattiveria necessaria in difesa. Andiamo sotto, Faenza comanda 10-8 a fine primo quarto e per noi hanno segnato solo Virginia ed Elena” “Grande lotta…” “Durezza fisica e mentale… Cerchiamo di difendere e spesso ci riusciamo, ma manchiamo troppi anticipi e in area all’inizio facciamo fatica…” “Poi però vi riprendete” “Vero, ci riprendiamo… E anche bene. Bastano un paio di azioni per far tornare la luce. In campo questo si traduce con la partita che torna in equilibrio. Tecnicamente invece parliamo dei tagli coi tempi giusti, dei movimenti corretti e della testa usata nella maniera più idonea… Poi c’è anche Anna che comincia a macinare punti e rimbalzi e sposta l’inerzia del match” “Leggo che al riposo eravate 22 pari” “Sì, un punteggio che vuol dire tutto o nulla. Tutto perché racconta dell’equilibrio in campo. Nulla, perché è tutto da rifare, si riparte da zero” “Il terzo quarto?” “Intenso al punto giusto. Per Faenza bene Soglia e il capitano Bornazzini, per noi sei punti di Lucia ma al 30’ sono avanti le nostre avversarie, 35-33” “Pronte per lo sforzo finale?” “Eheh, sì… Prontissime. La difesa torna a mordere al punto giusto e prendiamo ben presto quei quattro-cinque punti di vantaggio che in una gara del genere vogliono dire tantissimo. Virginia mette a segno ancora punti importanti e andiamo avanti 41-37 a pochi minuti dalla fine” “Vinta molto prima del 40’?” “No no… Vinta proprio alla fine. Soglia rientra in gara e avvicina le sue, ma il canestro con libero aggiuntivo arriva sul -4, proprio allo scadere. Insomma, sul 43-45 per noi, con Soglia in lunetta, si può già festeggiare perché il cronometro è andato a scadere sul fallo. Il libero è sbagliato, ma sarebbe comunque stato inutile” “Beh, complimenti!” “Falli alle ragazze, ma falli in maniera molto sentita. Perché a parte alcuni errori banali, amnesie e crisi, queste ragazze ci hanno provato…. E ce l’hanno fatta, vincendo sul campo di un’ottima squadra come la Scuola Basket Faenza. Fa pure i complimenti, falli ad alta voce con un bel sorriso... Ma…” “Ma?” “Ma da domani in poi si torna in palestra, si suda e si migliora. Si deve migliorare, altrimenti questa bella vittoria non ha senso. Non ha valore. Perde tutto il suo alone di poesia” “Perché, c’era poesia?” “Un pochino sì… Ma poco poco poco…” “In conclusione?” “In conclusione sorridere, darsi un cinque e poi… E poi alzare la testa e badare a migliorarsi… Perché possiamo ancora migliorarci molto. Chi si siede è perduto, ricordatevelo ragazze…” SCUOLA BASKET FAENZA – RIMINI HAPPY BASKET 43-45   FAENZA: Bornazzini 8, Minguzzi 3, Panzavolta 6, Piraccini 2, Zama, Soglia 18, Crotti, Cantoni, Gelsomini, Ballardini 3, Burbassi 3, Guerra. All.: Bassi. HAPPY: La Forgia, Forastieri, Pandolfi 8, Bonvicini 4, Pigneri, Zamboni, Bacchini 3, Anderlini, Prasal, Raffaelli 6, Tosi 12, Palmisani 12. All.: Brancolini. PARZIALI: 10-8, 22-22, 35-33.

Peccato. Niente vittoria nel debutto casalingo della RenAuto, che nella bella cornice del Palasport Flaminio cala nella ripresa e lascia spazio al San Biagio Ravenna (36-47). Prepartita e inizio a cinque stelle: sulle tribune le bimbe e le ragazze di minibasket e settore giovanile, in campo esibizione canora di Benedetta Barbieri, ragazza classe ’97 sempre legata ai colori dell’Happy. Applausi per Benedetta e poi la partita. Si inizia subito con due triple di Saponi e con una RenAuto che trova il giusto ritmo in attacco. La difesa per il momento tiene alla grande e allora l’8-2 dopo 5 minuti è perfino fisiologico. Vietato abbassare la guardia, anche se il massimo vantaggio sul 14-5 potrebbe far pensare a una partita tranquilla. Non sarà affatto così e le Sharks se ne accorgono appena entra in campo Fabbri: giocatrice dal grande curriculum e sostanzialmente di un’altra categoria, il suo ingresso sul parquet rivitalizza le altre e i suoi punti (6 in 2’) consentono al San Biagio di ridurre la forbice. Si va sul 18-11 al 10’ ma è nel secondo quarto che Ravenna ricuce ancora nonostante Re riesca a bucare con discreta continuità la retina avversaria. All’intervallo è +2 (24-22): grande equilibrio e secondo tempo incerto. A inizio terzo quarto non si segna letteralmente mai. Il primo canestro è di Re e arriva dopo 3’40”, poi ecco i due punti di Angelino per una RenAuto che pare aver ripreso l’abbrivio di inizio incontro. 28-22, difesa super ed entusiasmo. Invece è qui che si spegne la luce. Il nuovo ingresso di Fabbri rianima Ravenna, mentre l’Happy non riesce a trovare soluzioni in attacco e commette qualche errore di troppo. Al 30’ è 30-30, con la battaglia che continua nell’ultimo periodo finché Re segna il 34-36 al 35’. Di lì in poi è solo San Biagio, con la firma decisiva che è di Cantoni. Suo il canestro con libero aggiuntivo che a -1’49” sigla il +10 ospite (34-44). Finisce qua, con tabellone del Flaminio che al 40’ segna il 36-47. Peccato, prossimo appuntamento con la serie C sabato prossimo in casa di Cesenatico. RENAUTO  - SAN BIAGIO 36-47   RENAUTO: Angelino 6, Re 19, Alberani, Battagliarin, Saponi 9, Rattini, Galli, Montuori, Vandi 2, Pironi. All.: Dimitrova. SAN BIAGIO: Maioli, Sterni 2, Marconi 3, Ghinassi, Vall, Cantoni 10, Fabbri 16, Baldrati, Marzetti. All.: Bergamaschi. Arbitro: Signorini di Misano. PARZIALI: 18-11, 24-22, 30-30.

“Buona la prima”, si direbbe in gergo cinematografico. “Buona la prima” anche per la Ren-Auto, che però adesso deve resettare la mente e prepararsi al primo appuntamento interno stagionale, quello di domani al Flaminio col San Biagio (ore 18.30). Le ravennati hanno esordito vincendo contro Faenza (66-53) e si presentano come un avversario temibile. “Siamo pronte ad affrontarle – dice coach Tina Dimitrova –Vediamo poi come andrà la partita. Le istruzioni sono le stelle dell’altra volta, più che delle altre al momento dobbiamo preoccuparci di fare le nostre cose, cercare di eseguire in campo quello che vogliamo”. Si giocherà al Flaminio e questo potrà essere un “fattore”… “Tutti quelli che sono vicini alla squadra ci verranno a vedere e questo sicuramente rappresenterà uno stimolo. Speriamo ci possa essere tanta gente per un clima piacevole”. Come sta la squadra? “Bene, mancherà ancora Zamagna ma le altre ci saranno tutte comprese Vandi e Galli. Vogliamo dare il meglio di noi stesse e sperare di fare bene come nel corso della prima giornata”. E’ stata una vittoria decisamente confortante… “E’ andata molto bene a Zola Predosa. Il primo tempo è stato decisamente buono, nel secondo le nostre avversarie hanno recuperato  ma siamo riuscite a portare a casa l’incontro. Abbiamo giocato con la testa anche nei momenti più difficili e questo è stato un ottimo segnale. Le altre hanno pressato e recuperato qualche palla, ma tutto sommato è andata bene anche da questo punto di vista. Molto bene Re, ma anche Saponi e Montuori”.

HAPPY BASKET RIMINI – VIS BASKET CERVIA 48-57   HAPPY: Brattoli, Re 19, Nanni 8, Angelino 4, Fattori, Venza, Muggioli 10, Galli 5, Alberani, Girelli, Hap’Yak, Battagliarin 2. All.: Casadio. CERVIA: Sabbatani 7, S. Belli 6, E. Belli, Zoffoli 11, Arat 2, Gnoli, Cicognani, Biondi, Civinelli, Varlamova 17,  Zavalloni 14. All.: Montanari. PARZIALI: 17-16, 25-37, 36-53. L’Happy Under 17 è sconfitta in casa da Cervia dopo una gara complicata e nella quale ha pesato tantissimo un secondo quarto nettamente favorevole alle ospiti (8-21). L’inizio di gara è nel segno di Re, che realizza 13 dei primi 15 punti di squadra e consente all’Happy di rimanere in equilibrio e anche di sorpassare sul finale di tempo. Il 17-16 del 10’ segnala di una gara sul filo del rasoio, ma nel secondo periodo qualcosa si spezza e le ospiti fuggono via nel punteggio salendo a +12 all’intervallo. Nella ripresa il vantaggio delle cervesi si dilata e la gara sembra andata agli archivi sul -17 del 30’ (36-53). Nel quarto periodo invece, dopo un paio di minuti di equilibrio, le Sharks rosicchiano punto su punto fino ad arrivare a ridosso negli ultimi minuti. Il divario però era di fatto troppo pesante e così Cervia può festeggiare la vittoria (48-57).

Ragazze, ci siamoooo!!!! Eccoci qua anche con il calendario dell’Under 14, ai nastri di partenza di una stagione che speriamo (e vogliamo) entusiasmante. Si comincia domenica prossima con la partita in casa di una squadra temibile come la Scuola Basket Faenza, poi l’impegno casalingo di mercoledì 27 con Cervia. Ecco il dettaglio delle gare Domenica 17 novembre – SCUOLA BASKET FAENZA vs HAPPY BASKET RIMINI – Ore 16.30 Palestra Liceo Mercoledì 27 novembre – HAPPY BASKET RIMINI vs VIS CERVIA – Ore 17.45 Bertola Domenica 1 dicembre – LAME vs HAPPY BASKET RIMINI – Ore 17 Palasport Castel San Pietro Lunedì 16 dicembre – HAPPY BASKET RIMINI vs CLUB ATLETICO FAENZA – Ore 18.30 Bertola Mercoledì 18 dicembre – RAVENNA vs HAPPY BASKET RIMINI – Ore 19.30 Palestra Morigia Venerdì 17 gennaio – HAPPY BASKET RIMINI vs FORLI’ – Ore 19.15 Bertola Mercoledì 22 gennaio – HAPPY BASKET RIMINI vs SCUOLA BASKET FAENZA – Ore 19.15 Bertola Sabato 25 gennaio – VIS CERVIA vs HAPPY BASKET RIMINI – Ore 16 Pal. Cervia Venerdì 31 gennaio – HAPPY BASKET RIMINI vs LAME – Ore 19.15 Bertola Mercoledì 19 febbraio – CLUB ATLETICO FAENZA vs HAPPY BASKET RIMINI – Ore 17.50 Pal. Com. Kennedy Venerdì 28 febbraio – HAPPY BASKET RIMINI vs RAVENNA – Ore 19.50 Bertola Lunedì 10 marzo – FORLI’ vs HAPPY BASKET RIMINI – Ore 19 Pol. G. Monti

HAPPY BASKET – VIS CERVIA 52-62 (15-20, 26-35, 41-48) Alla palestra Bertola vince Cervia, con le nostre Under 15 che comandano realmente solo sul 6-4 di inizio match e sul 41-40 del 27’. A ogni break positivo del secondo tempo corrisponde un parziale altrettanto mortifero per Cervia, che alla fine si aggiudica la partita per 52-62. Si inizia come detto in equilibrio, coi liberi di Nanni a firmare il 6-4. Cervia però reagisce subito e con un paio di giochi da tre punti sale sul +6 prima di concludere il quarto sul 15-20. Nei primi cinque minuti di secondo parziale l’Happy non riesce proprio a segnare e così le ospiti, pur senza strafare, vanno addirittura a +10 (15-25 al 15’). Serve una reazione e le Sharks la trovano con 7 punti in pochissimo tempo di Muggioli, brava quanto meno a tenere in linea di galleggiamento le nostre alla pausa di metà partita (26-35 al 20’). Nel terzo periodo si comincia a strappi, con Cervia che va 30-39 e sembra poter controllare l’incontro. Tutto il contrario: le nostre ragazze sono vive, difendono con tenacia e con grande grinta mettono un 8-0 che le riporta a contatto (38-39, canestro di Nanni). Il sorpasso arriva poco dopo, con Muggioli che segna un libero, sbaglia il secondo ma prende il rimbalzo d’attacco e converte per i due punti del 41-40. Siamo a 2’25” dalla fine del terzo periodo e c’è tanto entusiasmo. La chiusura di quarto però non è ottimale e all’improvviso Cervia si rianima e infila un break che porta il match sul 41-48. A inizio di 4° periodo l’ultimo tentativo di rimonta arriva quando sul tabellone c’è scritto 48-50, poi le ospiti lentamente prendono il controllo delle operazioni e il vantaggio si dilata. Finisce 52-62.

Bene, bene, bene. Lo diciamo più di una volta, addirittura tre, perché quando si parte così la felicità è tripla. La Ren-Auto vince in trasferta la sua prima gara di campionato e lo fa con una prestazione super. Sempre in testa, le ragazze hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie nell’ultimo minuto per portare a casa il referto rosa, ma alla fine a festeggiare sono proprio loro. In casa del Francesco Francia Zola Predosa finisce 57-61 una gara dura ma che, come detto, ha visto l’Happy quasi sempre in testa. Grande prova di squadra nel senso più completo del termine, con vantaggio che è preso fin da subito. Non un margine importante, ma quei 4-5 punti che danno comunque speranza con buon apporto di tutte quelle che scendono in campo. A inizio secondo quarto le padrone di casa riprendono un po’ di fiducia e riescono a mettere il naso avanti per un sorpasso che risulterà però episodico. Va avanti 18-17, il Francesco Francia, ma di lì in poi la Ren-Auto rimette il turbo e prima dell’intervallo Re, Montuori e compagne arrivano fino al massimo vantaggio di +12 (20-32 al 20’). La squadra attacca bene la pressione per tutta la partita ed è efficace anche contro la zona delle padrone di casa. Non si perde mai la bussola e il vantaggio, anche nel terzo periodo, rimane a galleggiare sui 6-7 punti. Si arriva al finale e l’Happy non molla mai la presa ma gli ultimi minuti sono al cardiopalma, specialmente i sessanta secondi finali. C’è entusiasmo sulla tripla di Rattini, poi a deciderla sono i tiri liberi. Apprensione quando l’arbitro fischia il quinto ad Angelino su un tiro da tre punti delle padrone di casa, che arrivano fino a -2 a 20” dal gong. La lunetta diventa decisiva e la mano non trema quando serve con i liberi di Saponi, Montuori e Re per il +4 finale. Grande vittoria, tutte le ragazze hanno dato il 1000X1000. Ora l’appuntamento è per la prima partita casalinga, quella di sabato 16 novembre al Flaminio contro il San Biagio (ore 18.30). GO HAPPY!!! F. FRANCIA – REN AUTO 57-61   F. FRANCIA: Raggiani, Ferrari 22, Falchieri 2, Furlan 12, Bisoffi 1, Fregni 4, Olezzi 5,, Zimolo 3, Melloni 2, Domini 3. All.: Carati. REN AUTO: Battagliarin 2, Re 22, Angelino 7, Saponi 12, Montuori S. 12, Rattini 4, Pironi 2, Alberani. All.: Dimitrova. PARZIALI: 9-14, 20-32, 39-46.

FAENZA-HAPPY 65-48   FAENZA: Fiorani 4,Turri 1, Argnani 6, Ragazzini 11, Ricci 6, Ravaioli, Quercioli 11, Zampiga 3, Silighini 8, Biavati 6, Spataro 8, Utili 1. HAPPY: Brattoli, Re 12, Nanni 4, Angelino 12, Fattori, Venza 2, Muggioli 9, Galli 3, Alberani 2, Zamagna, Hap'Yak, Battagliarin 4. PARZIALI: 17-9, 42-29, 54-40. Prima sconfitta per le under 17 che escono comunque a testa alta dal campo del Faenza. Le faentine partono forte piazzando subito un break. Nonostante i dieci punti di distacco dalle avversarie le riminesi continuano a difendere forte, anche se con qualche disattenzione di troppo, e ad attaccare molto bene la loro pressione difensiva sbagliando però troppi canestri in contropiede. Si va al riposo lungo sotto di 13 lunghezze, ma il terzo e il quarto quarto è giocato alla pari, nonostante l'infortunio di Zamagna e la fatica per contrastare la loro predominanza fisica. I troppi errori offensivi e qualche calo di concentrazione in difesa hanno determinato il risultato finale, che però non rispecchia la buona prestazione sul campo.