Happy Basket

Ultima partita per le ragazze Under 17 di Rimini. Per motivi di infortuni sono assenti Re e Saponi ma questo non ha scoraggiato le altre ragazze, che dopo due quarti giocati in maniera addormentata si sono svegliate con un 3° e 4° periodo notevole. Bene la fisicità di Rossi (7 punti), Pironi (5) e della baby ma tosta Galli che trascina le compagne alla rimonta con 12 punti. Bene la tenacia in difesa di Zamagna (8) e Alberani (4), la regia di una buona Angelino che non riesce a concretizzare tanto ma che dà apporto finisco, morale e di velocità alla squadra 5 punti. Da non scordare Battagliarin, Fioretti Rocchi e Venza che hanno dato gran apporto alla squadra.   CARPI – HAPPY 51-46   CARPI: Bordini 10, Baraldi 2, Mai 5, Todisco 4, Sayam 4, Biagiola 10, Rinaldi 6, Silingardi 5, Mantovani 2, Meloni 2. HAPPY: Rossi 7, Angelino 8, Zamagna 8, Galli 12, Pironi 5, Battagliarin 2, Fioretti 2, Venza 1, Alberani 4, Rocchi.   PARZIALI: 17-10, 30-16, 44-27.

Ultima partita di regular season domani sera , giovedì 21, per la Renauto, che alle 21 affronterà al Multieventi di San Marino la terzultima della classe, Bologna Basket School. Opportunità ancora vive per agganciare un quarto posto che non è affatto perduto. Con una partita di campionato ancora da disputare, l'Happy è appaiata a Magika e Forti e Liberi San Ruffillo, impegnate domenica sera rispettivamente a Massa e a San Lazzaro. “Peccato per l'ultima partita in casa della Magika – dice Tina Dimitrova – Siamo sempre state lì, a due/tre punti di distanza, eppure non siamo mai riusciti ad agganciare le nostre avversarie a causa dei troppi tiri liberi sbagliati (1/11) e degli errori sotto canestro. Dovevamo anche andare meglio a rimbalzo difensivo, è capitato più di una volta che sul secondo possesso le nostre avversarie riuscissero a mettere a segno canestro col fallo aggiuntivo”. Non tutto però è stato da buttare... “Abbiamo giocato di squadra e questo è un fattore certamente positivo. Le ragazze ci hanno dato e hanno messo nel match tante energie. Peccato”. Ora l'ultima di regular season. Come stanno Re e Montuori? “Lunedì hanno fatto allenamento e dovrebbero esserci. Con Bologna vogliamo vincere a tutti i costi, il quarto posto è ancora possibile e noi vogliamo conquistarlo. Ci crediamo”.

É di nuovo derby per le atlete Under 14, ma questa volta la partita è affrontata più di squadra, anche se con assenze e piccoli acciacchi dovuti alle mille partite giocate e forse a un po' di stanchezza. Tutte unite insieme per lo stesso obbiettivo... Sicuramente, dando un'occhiata al tabellino, balzano all'occhio i 25 punti di Muggioli e i 16 della baby Bacchini, ma questo è stato permesso da una buona circolazione di palla data in regia da Nanni (7 punti) e Brattoli (4 punti). Il risultato finale è frutto di tante cose, ad esempio anche della difesa dura e intensa data da Fattori (2 punti) e Bonvicini (4 punti). Le nuove entrate nell'Happy da ottobre stanno crescendo e stanno dando un apporto sempre più importante alla squadra... E dico Squadra con la S maiuscola perché tutte (e dico tutte) non hanno paura di prendersi responsabilità e affrontare il campo a testa alta... Ora ci aspetta Pesaro, appuntamento a lunedì 25 marzo. HAPPY-ANGELS 68-38 HAPPY RIMINI: Muggioli 24, Nanni 7, Bacchini 16, Bonvicini 4, Palmisani 2, Rinaldi 2, Gasperoni 4, Brattoli 4, Fattori 2, Sarti, Tosi, Girelli ne. ANGELS SANTARCANGELO: Renzi 17, Cicchetti 13, Zavatta 4, Guidi 4, Padovano, Pesaresi, Mongiusti, Paganelli. PARZIALI: 16-11, 40-20, 52-29.

Nella penultima giornata di regular season del campionato di serie C, la Renauto cade sul campo della Magika e si vede raggiungere al quarto posto dalle stesse avversarie di giornata. Partita molto tirata quella giocata in terra emiliana, col grave handicap di due assenze importanti per l’Happy come quelle di Re (caviglia) e Montuori (ginocchio). L’inizio vede le padrone di casa condurre col ritmo preferito e andare sul +8 grazie a Montan, prima di chiudere 17-11 alla sirena del primo quarto. Per l’Happy tanta energia ma troppi canestri sbagliati da sotto, un trend che si ripete anche nel secondo quarto. Le riminesi rimangono comunque in partita e con una buona prova difensiva di squadra vanno all’intervallo tutto sommato in una situazione equilibrata (26-21). Nel secondo tempo la Magika prova a scappar via nel punteggio ma non ci riesce e l’Happy torna a più riprese a -2, senza però andare oltre e riuscire a pareggiare e sorpassare. I problemi di falli cominciano a colpire la truppa di Tina Dimitrova, con Vandi e Rattini gravate da troppe penalità per poter restare in campo in maniera continuativa. L’Happy entra nel quarto periodo sotto di 6 (37-31) e prova a dare tutto. La difesa è buona, con le Sharks a tentare un aggancio probabile nei primi minuti dell’ultimo periodo (si va a -4) ma che non si concretizza mai. Si segna poco, ma la Magika negli ultimi minuti allunga quel tanto che basta per non rischiare nulla. Cuore e grinta per le ragazze su ogni pallone e discreta prestazione corale, ma ha pesato l’1/11 ai liberi. MAGIKA-RENAUTO 46-38   MAGIKA: Montan 21, Nako Moni 7, Tintori 2, Mantovani 7, Bergamin, Lipparini 4, Melandri 2, Pabulu 1, D'Angelo 2. HAPPY: Angelino 8, Alberani, Fioretti, Zamagna 6, Saponi 11, Celli ne, Rattini 5, Rossi 2, Vandi 6, Pironi. Arbitri: Mazza e Fiamma di Bologna. PARZIALI: 17-11, 9-10, 11-10, 9-7.

Si torna in campo e la partita del weekend è di cruciale importanza per il campionato dell'Happy. Si gioca domani, sabato 16 febbraio, a Bologna contro la Magika (ore 18.45, due arbitri: Mazza e Fiamma di Bologna), ed è la penultima gara di regular season. Il Forti e Liberi San Ruffillo, appaiato alla Renauto in classifica per un quarto posto che equivale playoff (lo ricordiamo, San Ruffillo è 2-0 negli scontri diretti), ha già giocato la gara valevole per l'ottava giornata di ritorno, perdendo di misura in casa con la capolista Forlì (47-51). Occasione dunque per allungare, ma non sarà facile. “Pensiamo a noi, alla singola partita che stiamo per giocare – dice Tina Dimitrova – Al di là di tutti gli scenari di classifica, è importante essere concentrate sul match. Sara Montuori ha un piccolo problema al ginocchio ma dovrebbe esserci, per il resto tutte a posto”. Partita infrasettimanale con l'Under 17 per altre ragazze del gruppo e buono stato di forma. “Ci siamo preparate bene e questa settimana abbiamo lavorato soprattutto sulla difesa. Bisogna partire da lì, deve essere il nostro punto di forza. Se giochiamo piano ci complichiamo la vita, ma se riusciamo a recuperare palloni e a correre tutto diventa più facile”. Nella partita d'andata, la Magika violò il Multieventi (32-42). “Non giocano ad alta velocità, sanno fare bene la zona e rappresentano sicuramente un osso duro. Noi dobbiamo cercare di esprimerci in velocità. Abbiamo fiducia, ma dobbiamo giocare al massimo”.

Sconfitta casalinga per l’Happy nella gara d’andata con Carpi valevole per la seconda fase del campionato Under 17. Subito un brutto impatto con la partita, con le carpigiane a condurre 5-13 dopo 5 minuti, ma ecco il pronto riscatto delle ragazze riminesi a fine primo quarto (9-13). È stata una partita altalenante, con sprazzi in cui si sono visti particolari tecnici importanti e momenti di buio totale in cui le avversarie hanno preso il sopravvento. Nel secondo quarto il vantaggio di Carpi aumenta (18-30) e a fine terzo periodo la partita è ormai andata agli archivi (30-49). Re trascinatrice in attacco e difesa. Buone le prestazioni delle due ’98 Galli e Rocchi, che senza paura sono scese in campo dando un apporto fisico importante. Buona la difesa aggressiva di Angelino e Zamagna. Ora ci aspetta il ritorno mercoledì 20 a Carpi, forza ragazze!!!   HAPPY – CARPI 47-67   HAPPY: Re 24, Angelino 4, Cicconetti 2, Zamagna 2, Venza 2, Saponi 3, Alberani 2, Rocchi 2, Barbieri 2, Rossi 4, Galli, Fioretti. All.: Brancolini. CARPI: Bellodi 12, Biagiola 18, Siligardi 8, Sayak 8, Bordini 8, Todisco 9, Ben Yamina, Rinaldi.   PARZIALI: 9-13, 18-30, 30-49.

15/15. Tennis? Wimbledon? No, semplicemente 15/15 sta per 15 vittorie in altrettante partite per l’Under 13 Happy Basket, che mantiene l’imbattibilità anche dopo una gara di grande durezza fisica e mentale come quella di Faenza.   Inizio con l’Happy forse un po’ assonnata, con un po’ troppa sicurezza di portarla a casa… Fatto sta che Faenza va subito 8-0 e le nostre giocatrici si trovano subito con gravi problemi di falli (Palmisani e Bonvicini entrambe con 2 penalità dopo pochi minuti). Dopo cinque minuti però ecco la svolta, con Forastieri (2001) abile a segnare sei punti consecutivi e con Bacchini che si sveglia dal torpore iniziando a giocare con la cattiveria giusta. Quella di chi non vuol lasciare nulla in mano alle avversarie.   L’Happy sorpassa, finisce il primo quarto avanti (10-11) e approfitta del secondo per aumentare ulteriormente il margine (25-31 all’intervallo). Vantaggio decisivo? No, perché Faenza al 30’ è ancora lì (39-43) e la lotta si protrae fino agli ultimi secondi di gioco, con l’Happy a spuntarla ma solo dopo aver sudato fino alla sirena finale. La nota positiva è che tutte e dieci hanno portato un grosso contributo alla squadra e nessuna ha mollato. La difficoltà di gestione dei cambi causata dai falli non ha portato allo sconforto generale, ma a tanta determinazione. A volte anche frenesia, quella di chi ancora magari non ha l'esperienza e la capacità di gestire una situazione di vantaggio. Squadra con 6 ragazze del 2000 e le altre del 2001. Anche se a Faenza si è sofferto e sudato fino agli ultimi secondi, dobbiamo solo dire “Brave bimbe!”   Appuntamento a tutti con l’ultima partita di regular season il 23 marzo. Si gioca a Faenza col Club Atletico.   SCUOLA BASKET FAENZA – HAPPY BASKET 48-51   FAENZA: Soglia 21, Piraccini 7, Fornazzini 8, Carugati 3, Panzavolta 1, Minguzzi 2, Cantoni 2, Zama 4. HAPPY: Bacchini 13, Bonvicini 10, Palmisani 8, Raffaelli 4, Tosi 4, Prasal 2, Zamboni 2, Forastieri 8, Anderlini, Gobbi. All.: Brancolini.   PARZIALI: 10-11, 25-31, 39-43.

Nell’ultima partita di regular season di Under 17, l’Happy è decimata dalle gite ma propone in campo il debutto di due ragazze classe ’99, Nanni e Muggioli. Inizio di partita molto rallentato, tanto che il parziale dopo dieci minuti di gioco è ‘solo’ di 6-7. Tensione, stanchezza, fatto sta che di lì in poi, pur senza segnare tantissimo, l’Happy riesce a prendere un discreto margine di vantaggio e va negli spogliatoi sul 10-17. Nel terzo quarto altro mattoncino, ma è nel parziale finale che si scappa definitivamente via per una vittoria di 16 punti. Trascinatrice Re con 19 punti, da segnalare una Battagliarin in grande crescita, che al di là dei 5 punti ha fatto vedere buone cose in termini di aggressività e velocità in campo. Buona la difesa di Alberani e Nanni che non concedono nulla alle dirette avversarie. Bene Muggioli, autrice del canestro finale che porta le Sharks al +16. Prima partita della seconda fase in programma mercoledì 13 marzo alla Bertola contro Carpi.   CATTOLICA-HAPPY 27-43   CATTOLICA: Lazzarini 10, R. Cancellieri 1, G. Cancellieri 1, Alunni 7, Brown 3, Semprini 2, Ciaroni 3. HAPPY Re 19, Battagliarin 5, Muggioli 4, Nanni 4, Alberani 6, Rossi 3, Zamagna 2.   PARZIALI: 6-7, 10-17, 20-29.

A brand new version of us… Una nuova versione di quello che siamo e di quello che vorremo essere. Venerdì 8 marzo, per una coincidenza non voluta ma molto gradita con la Festa della Donna, abbiamo inaugurato la nuova versione del sito dell’Happy.   Giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, lo arricchiremo di contenuti in modo tale da informarvi di risultati, classifiche e tutto quanto gira attorno al basket in rosa riminese. Abbiamo mille idee e siamo pronti a renderle attuali. Racconti, interviste, punti sulla stagione e rubriche periodiche per rendervi partecipi di quello che stiamo facendo e di quello che sta succedendo.   Speriamo di rendervi un servizio utile e ci auguriamo che vi possiate divertire. A presto.   Loza

Spiace raccontare di una festa della Donna senza festa Happy, ma così è. Resta nell’ordine delle cose perdere una partita, seppur importante, seppur decisiva per il quarto posto. La Renauto ieri sera, giovedì 7 marzo, non è riuscita a conquistare il referto rosa e ha dovuto chinare il capo di fronte al Forti e Liberi San Ruffillo, che già si era imposto all’andata per 46-45. Il risultato maturato sulle tavole del Multieventi di San Marino, 51-54, è amaro per tanti motivi, non ultimo il fatto che le nostre Sharks avevano tenuto in pugno la situazione almeno fino a metà terzo quarto. Poi è stata bagarre, corrida, e nella lotta aspra degli ultimi minuti lo spunto vincente lo hanno avuto le bolognesi.   Andiamo per ordine: si inizia col canestro della pericolosa Furlan per lo 0-2 e con il sorpasso immediato di Montuori e Zamagna (4-2). Nel primo quarto il San Ruffillo è bravo a capitalizzare dalla lunetta (5/6) anche se l’Happy riesce ad avere lo spunto migliore e col canestro di Re vola 14-10 al 10’. Si segna poco e si corre altrettanto di rado, con la Renauto ad approfittare di due punti di Vandi per siglare il 18-10 e del canestro di Rattini per allungare ulteriormente sul 23-14. Nove lunghezze di vantaggio, un buon margine al 15’ se consideriamo il basso punteggio della partita. Il match però resta spigoloso, anche con le nostre ragazze in vantaggio. Non si riesce a prendere ritmo ed è per questo che in chiusura di tempo non arriva la fuga ma semplicemente un vantaggio che rimane pressoché invariato (28-22 al 20’).   Di ritorno dagli spogliatoi lo spirito è comunque quello giusto, Montuori col rimbalzo d’attacco convertito in due punti va col 32-23 e la gara procede sulla via auspicata. A “girarla”, il classico tiro che chiameremmo della domenica, se non fosse che si è giocato di giovedì. Siamo sul 34-25 al 25’, la Renauto difende concentrata e il San Ruffillo non riesce a trovare un buon tiro. Stanno per scadere i 24 secondi e le giocatrici ospiti non se ne avvedono. All’ultimo momento però qualcuno fa il conto alla rovescia e Cruz Ortega, in torsione, ben oltre l’arco, becca il fondo della retina con un tiro che definire fortunato equivarrebbe a dare della “bellina” a Beyoncé. In ogni caso, mettendo da parte le facezie, quel 34-28 diventa decisivo per il resto del match. Bonanno, Bosi e un tiro libero di Cruz accorciano sul 34-33, Piana a 20” dalla fine del quarto pareggia a quota 36.   Adesso psicologicamente è abbastanza dura. Il primo sorpasso è di Bonanno (38-39 al 32’), ma il Forti e Liberi non si ferma e al 35’ allunga sul 44-51. A dare la scossa ci pensa Re con due canestri consecutivi ma ci sono Rattini e Vandi fuori per falli ed è dura. Zamagna con una tripla di grande carattere rimette tutto in discussione a un minuto dalla fine (51-52) ma dall’altra parte replica di nuovo Bonanno (51-54). Il finale è amaro, perché la Renauto a 10 secondi dal gong perde palla e non riesce a trovare il tiro del pareggio. 51-54: restano due gare, da affrontare a testa alta senza paura.   RENAUTO HAPPY BASKET – FORTI E LIBERI SAN RUFFILLO 51-54   RENAUTO: Re 19, Rattini 4, Zamagna 9, Montuori 4, Saponi 6, Rossi 2, Vandi 7, Pironi, Ferrari. All.: Dimitrova. SAN RUFFILLO: C. Bosi 5, Bisoffi, Garganelli ne, R. Bosi 6, Furlan 19, Cruz Ortega 5, Bonanno 13, Trimboli, Piana 6, Donini. All.: Garganelli.   Arbitro: Giannini di San Marino. PARZIALI: 14-10, 28-22, 36-36. Tiri liberi: Renauto 8/12, San Ruffillo 17/34.