Happy Basket

Valtarese-HAPPY BASKET 52-64 (14-12; 14-14; 13-22; 11-16), giocata mercoledì 16 gennaio. Tabellino: La Forgia 21, Palmisano 12, Palmisani 9, Pignieri 5, Borsetti 6, Poplawska Li., Poplawska La. 2, Panzeri, Lazzarini A. 9, Lazzarini N., Zannoni. All. Rossi Colpaccio della RenAuto U18 di coach Pier Filippo Rossi nella prima giornata della seconda fase di campionato: le rosanero sbancano infatti con un sontuoso secondo tempo il campo di Val di Taro, notoriamente terreno più che ostico. Il primo tempo sembra arridere alle padrone di casa, estremamente precise da tre e dalla lunetta al contrario dell'Happy che sbaglia tanti liberi; la Valtarese prova a scappare e tocca il +7 nella prima metà della seconda frazione. La RenAuto però reagisce, colma il gap e chiude il primo tempo sotto di appena due punti, 28-26. E' probabilmente il momento chiave della gara, perché tiene le due squadre a contattto. Al ritorno in campo la partita cambia padrone e con un parziale di 13-22 è l'Happy Basket a portarsi sul +7 all'ultimo mini-intervallo, 41-48. Nell'ultima frazione la RenAuto conferma di avere più benzina e piazza l'ulteriore allungo che chiude la contesa. Da sottolineare l'ottima partita di Greta La Forgia, efficacissima sui due lati del campo. «Abbiamo giocato veramente bene - commenta coach Rossi -, riuscendo a tenere un ritmo altissimo per 40' e rimontando nel primo tempo, nonostante le loro altissime percentuali nel tiro da tre. Le ragazze hanno giocato bene contro la pressione, si sono passate la palla, hanno corso e sono rimaste concentrate e toste. Sono molto soddisfatto». La RenAuto U18 tornerà in campo alle scuole Bertola lunedì 21 gennaio, alle ore 20.30, per il match con il Faenza Basket Project.

Pol. Masi-HAPPY BASKET 39-55, (11-16; 10-9; 8-14; 10-16), giocata martedì 15/1. Comincia nel migliore dei modi la seconda fase di campionato per l'U16 di coach Pier Filippo Rossi: le rosanero espugnano Casalecchio e portano a casa la prima vittoria del girone rosso, battendo la Pol. Masi grazie ad un convincente terzo quarto. Nel primo tempo le squadra giocano pressoché alla pari, ma l'Happy tiene la testa avanti di un paio di possessi, traendo vantaggio dalla poca precisione delle padrone di casa. Si va all'intervallo sul 21-25. Il match cambia nella seconda metà di gara, perché la RenAuto accelera prepotentemente e trova un pesantissimo break, arrivando a toccare il +22. Da lì in poi è tutta discesa e la vittoria è cosa fatta. «Partita non bellissima - spiega coach Rossi - in cui nel primo tempo abbiamo pagato un po' di ruggine, il fatto di non conoscere l'avversario e una difesa che ha concesso troppi tiri facili, fortunatamente non andati a bersaglio. In attacco molto meglio nella ripresa, grazie ad una miglior circolazione; abbiamo buttato molti palloni, ma provando a correre ci può stare. E' comunque una vittoria importante, contro una buona squadra molto più fisica di noi, sono contento». La RenAuto U16 tornerà in campo a Cavezzo (MO) domenica 20 gennaio, alle ore 17.30, per il match con il Basket Cavezzo.

Faenza Basket Project-HAPPY BASKET 20-36, giocata sabato 12/1. Tabellino: Oddi 2, Prosperi 2, Gambetti, Pignieri 6, Pratelli 14, Cartoscella, Delvecchio 4, Zamagni, Hyseni 8. All. Rusin Bella vittoria per la RenAuto U13, che espugna Faenza con una prova convincente, in netta crescita rispetto al match con Cervia: le ragazze di coach Gelo Rusin mostrano un maggior ordine nella gestione dei possessi offensivi e sono aggressive dietro, al punto da concedere appena 20 punti complessivi alle padrone di casa. E così una partita nata sotto auspici non proprio buoni - in dubbio fino all'ultimo la possibilità di avere un numero sufficiente di giocatrici "sane" disponibili - si trasforma in un rinfrancante successo. «Le ragazze hanno offerto un'ottima prova - spiega coach Rusin - lavorando bene nelle spaziature offensive e, soprattutto, nei tagli a canestro. Emma Delvecchio ha dato ordine come playmaker in attacco, permettendo alle compagne di muoversi meglio senza pestarsi i piedi, mentre in difesa abbiamo aggredito e rubato molti palloni, in particolare Elektra Cartoscella che ha forzato moltissime contese». La RenAuto U13 tornerà in campo a Bagnacavallo (RA) venerdì 18 gennaio, alle ore 18.30, per il match con il Vallarta Basket.

HAPPY BASKET-Hellas Cervia 16-66, giocata mercoledì 9/1. Al ritorno in campo dopo le feste l'U13 di coach Gelo Rusin può contare solo su otto giocatrici, a causa di influenza ed infortuni vari, e così la partita con la capolista Cervia, già di per sé durissima, diventa una lotta impari. Le rosanero non partono nemmeno male, ma poco alla volta le ospiti impongono il proprio ritmo e la propria maggior fisicità e vanno a vincere nettamente. «Non sono dispiaciuto tanto per la sconfitta - spiega coach Rusin -, quanto perché ci manca continuità nell'atteggiamento: quando le cosa non vanno bene ci intristiamo e molliamo, quando dovremmo continuare a giocare con intensità, cercando di fare le nostre cose, in particolare tagli e movimento in attacco, e avere la giusta attenzione in difesa e nelle rimesse, che ci costano troppe palle perse. Dobbiamo lavorare e concentrarci sui fondamentali individuali e di squadra, perché sono ciò che dà sicurezza in campo, e non badare tanto alle sconfitte, perché la crescita non passa dai risultati, ma da quello che facciamo in allenamento e, soprattutto, dalla voglia che ci mettiamo». La RenAuto U13 tornerà in campo a Faenza sabato 12 gennaio, alle ore 18.30, per il match con il Basket Project.

La nostra atleta U16 Sara Gambetti figura tra le convocate della Rappresentativa Femminile dell'Emilia Romagna, che il 12 e 13 gennaio scenderà in campo per il 2° Torneo Città di Savona - Settimio Pagnini. Oltre a Sara, Agnese Tiraferri risulta tra le atlete a disposizione. Bravissime entrambe, siamo orgogliosi di voi!   FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Comitato Regionale Emilia-Romagna Rappresentative Regionali Giovanili Selezioni femminili Comunicato Ufficiale N.327 del 31.12.2018 - Selezioni Femminili CONVOCA ATLETE E STAFF 2° Torneo Città di Savona - Settimio Pagnini, 12 e 13 gennaio 2019 1 CALANCA Rebecca, Basket Academy Mirabello 2 CORTI Chiara, Pol. Libertas Calendasco 3 FERRARI Giaele, Basket Club Valtarese2000 4 GAMBETTI Sara, HappyBasket 5 IOZZINO Lorene, Hellas Basket Cervia 6 MEGLIOLI Emma, Boiardo 7 MIGANI Margherita, UP Calderara 8 NONNI Rahinatou, Basket Club Val d’Arda 9 QUAGNESE Gaia, Pol. Libertas Calendasco 10 ROVERONI Camilla, BSL San Lazzaro 11 VITALI Lisa, UP Calderara 12 ZANETTI Sara, BSL San Lazzaro Atlete a disposizione: INCANTI Lucrezia, Academy Basket Fidenza MEZZINI Elena, BSL San Lazzaro TIRAFERRI Agnese, Happy Basket ZACCARIA Marta, Hellas Basket Cervia

HAPPY BASKET-Cesena 67-47 (24-13; 19-14; 18-13; 6-7), giocata giovedì 20/12. Tabellino: La Forgia 13, Palmisano 11, Palmisano 13, Poplawska Li. 5, Poplawska La. 1, Panzeri 5, Lazzarini A. 7, Lazzarini N. 4, Zannoni, Comini 8. All. Rossi La RenAuto U18 di coach Pier Filippo Rossi chiude il 2018 con una vittoria e si appresta ad affrontare nell'anno nuovo un'impegnativa seconda fase di campionato. La partita contro la Nuova Virtus Cesena non ha alcuna importanza ai fini della classifica, perché l'Happy già da qualche settimana aveva consolidato il secondo posto in classifica, ma le rosanero disputano comunque una buona gara, in cui impongono fin dal primo quarto il proprio ritmo, andando ad allungare nelle due successive frazioni. Nel quarto quarto le due squadre sparano a salve, ma a match già ampiamente concluso. «Oggi abbiamo giocato meglio che nelle ultime uscite - spiega Rossi -, anche se la partita aveva poco da dire, perché avevamo già messo al sicuro la qualificazione. Speriamo di recuperare quanto prima le tre infortunate (Borsetti, Pignieri e Tosi, ndr), perché nella seconda fase affronteremo un girone da quattro molto impegnativo con Faenza, Borgo Val di Taro e Vis Ferrara».

HAPPY BASKET-Libertas Forlì 76-28 (15-4; 19-6; 29-8; 13-10), giocata mercoledì 19/12. Tabellino: Poggi 8, Martinini 3, Innocenti 10, Comini 8, Tiraferri 13, Mescolini 15, Gambetti 2, Guiducci 4, Vergine 4, Battistel 4, Semprini 5. All. Rossi Il crescendo stagionale della RenAuto U16 di coachPier Filippo Rossi trova il giusto premio nella netta vittoria contro Forlì, che garantisce alle rosanero l'accesso alla seconda fase del campionato come seconda del girone dietro a Cervia. L'impegno sulla carta non è di quelli improbi, ma a livello giovanile distrazione e sufficienza sono peccati capitali; non corre tuttavia questo rischio l'Happy, che gioca l'ennesima gara di grande consistenza e mette al sicuro il risultato già in un primo tempo da 34-10. Nella terza frazione la RenAuto non solo continua a giocare, ma dilaga e va a chiudere in scioltezza una partita senza storia. «Questa è una squadra che gioca sempre con grande intensità - spiega coach Rossi - e non abbassa il ritmo, sia che sia sopra, sia che sia sotto nel risultato: chi entra dà sempre il massimo anche per pochi minuti, è la più grande qualità di questo gruppo. Abbiamo giocato un girone di ritorno straordinario, con tre vittorie di fila e una "quasi vinta" con Cervia: non era facile, visto che ne passavano solo due, ma direi che ci siamo meritati questo risultato, è la conseguenza del buon lavoro che stiamo facendo».

Junior RA-HAPPY BASKET 47-53 (10-6; 14-12; 9-19; 14-16), giocata lunedì 17/12. Tabellino: La Forgia 7, Palmisano 19, Palmisani 2, Poplawska Li. 1, Poplawska La. 6, Lazzarini A. 6, Lazzarini N., Zannoni 2, Gambetti 6, Del Fabbro 4. All. Rossi. Una RenAuto U18 incerottata torna comunque da Ravenna col referto rosa, andando a vincere con non poca fatica una gara ininfluente per la qualificazione, già raggiunta, alla seconda fase del campionato. Le rosanero di coach Pier Filippo Rossi sono molto imprecise in attacco nel primo tempo, al punto che segnano appena 18 punti totali, e chiudono sotto sul 24-18 all'intervallo. La partita cambia nel terzo quarto non appena la RenAuto comincia a mettere maggior pressione a Ravenna con la difesa allungata, trova un po' di ritmo e segna 19 punti, ovvero uno in più dell'intero fatturato del primo tempo. L'ultima frazione è nuovamente in equilibrio e all'Happy basta gestire il margine per portare a casa i due punti. «E' un momento in cui abbiamo bisogno di ricaricare le pile - spiega coach Rossi - e recuperare le infortunate, perché ci aspettano partite molto difficili, in particolare con la Serie C: dovremo lavorare bene durante la pausa e nella prima settimana di gennaio». La RenAuto U18 tornerà in campo alla Carim giovedì 20 dicembre, alle ore 16.30, per il match con la Nuova Virtus Cesena.

HAPPY BASKET-Progresso BO 50-37 (15-11; 9-11; 11-6; 15-9), giocata domenica 16/12. HAPPY BASKET: Novelli 6, Re 4, Nanni 2, La Forgia 2, Palmisano 11, Palmisani 5, Tosi, Renzi 4, Farinello 8, Varlamova 6, Poplawska Li., Lazzarini A. 2. All. Rossi Progresso: Caravita, Strazzari 2, Mezzetti 8, Possenti 2, Bernardini 4, Vaccari 7, Tartarini, Antonellini, D'Anna 7, Canu 3, Lolli, Grandini 4. All. Borghi Arbitro: Zavatta di Cesena (FC) Per l'ultima giornata di campionato prima della sosta natalizia la RenAuto ospita il Progresso Bologna, alla ricerca di una vittoria che garantirebbe l'imbattibilità da impacchettare sotto l'albero. Coach Pier Filippo Rossi sceglie un quintetto composto da: Novelli, La Forgia, Palmisano, Farinello, Renzi. La partita comincia subito a mille, le due squadre vogliono correre e lo spettacolo è piacevole, anche se il gran ritmo forza parecchi errori al tiro e palle perse. L'Happy tiene costantemente la testa avanti, ma il margine tra le due squadre raggiunge al massimo i due possessi, 13-9, dopo una tripla di Farinello a 3' dalla prima pausa. Negli ultimi minuti segnano solo due punti le ospiti e si entra così nel secondo quarto sul 13-11. Le squadre continuano a correre ed è la RenAuto a beneficiarne seppur senza scappare: un canestro di Asia Lazzarini vale il nuovo massimo vantaggio sul 17-12. Dopo 4' di secondo quarto coach Rossi prova ad abbassare il quintetto con Farinello per Varlamova. La mossa paga subito in difesa, Bologna non riesce a segnare, arrivano palle recuperate che generano veloci transizioni, ma le rosanero sbagliano tre incredibili canestri consecutivi che avrebbero definito un break importante. Le ospiti ne approfittano e tornano a -1, 17-16, poi passano addirittura in testa e allungano, 17-20. Una provvidenziale tripla di Palmisano, in un momento di caos offensivo, riporta il match in parità, 20-20. La partita, già intensa, si fa ancora più accesa, perché adesso le squadre si rispondono colpo su colpo, che si tratti di un canestro, o, più probabilmente, di una giocata difensiva. Un jumper di Farinello dai quattro metri a 40" dall'intervallo regala alla RenAuto il vantaggio a metà gara, 24-22. La ripresa comicnia a ritmi più lenti, ma le squadre sbagliano comunque tantissimo: dopo 2'30", sul 24-24, coach Rossi spende un time-out per riordinare le idee alle sue. La Forgia, quasi a metà quarto, segna il primo canestro Happy della ripresa per il nuovo vantaggio, 26-24. In un momento in cui la partita sembra in equilibrio la RenAuto trova invece il parziale: quattro punti di Varlamova, due liberi di Re e uno di Palmisano confezionano il 7-0 del massimo vantaggio, 33-26. Lo scarto rimane invariato e si va all'ultimo mini-riposo sul 35-28. Il canestro di Re in avvio di quarto quarto porta il divario a 9 punti, 37-38, ma Bologna risponde subito con una tripla e torna a -6. Palmisano e Novelli confezionano un nuovo parziale di 5-0 e pochi minuti dopo, con l'attacco ospite completamente imbrigliato dalla difesa rosanero, Palmisani imbuca la tripla del 45-31. Sembra finita e invece Bologna con la difesa a zona crea qualche un grattacapo all'attacco della RenAuto, ma la tripla di Farinello, a meno di 2' dalla fine, chiude di fatto ogni discorso. Gli ultimi canestri servono solo a fissare il finale: RenAuto batte Progresso Bologna 50-37. «Abbiamo fatto 20 punti in un tempo - commenta coach Rossi - di solito li segnamo in un quarto, o poco più... Abbiamo difeso bene, ma in attacco abbiamo sprecato troppe situazioni facili, tra tiri piazzati e contropiedi: dovremo lavorare su quello. Intanto ci godiamo l'imbattibilità e le feste natalizie». La RenAuto tornerà in campo a Forlì martedì 15 gennaio, alle ore 21.15, per il match con l'A.I.C.S..

Santarcangelo-HAPPY BASKET 45-51 (16-14; 10-10; 9-16; 10-11), giocata venerdì 14/12. Tabellino: Martinini, Innocenti 6, Del Fabbro 6, Mescolini 5, Guiducci 2, Gambetti 10, Ricci, Vergine 3, Tiraferri 16, Poggi 2, Semprini 1, Fulgenzi n.e.. All. Rossi Serviva una vittoria alla RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi per continuare la corsa verso la seconda fase e questa volta lo scarto era ininfluente, perché già all'andata era arrivata una vittoria contro Santarcangelo. Questa volta però la posta in palio era ben più alta, perché anche le clementine, con un successo, si sarebbero potute rilanciare in ottica di seconda fase. Consce dell'importanza del risultato le due squadre danno così vita ad una gara tesa e spigolosa, in cui le difese hanno decisamente la meglio su attacchi a polveri bagnate. La RenAuto parte bene e si porta avanti sull'8-11, ma Santarcangelo rimonta e chiude sopra di due la prima frazione, 16-14. Sull'onda dell'entusiasmo le padrone di casa allungano nel secondo quarto e toccano il massimo vantaggio, 26-17, chiudendo bene l'area in difesa per evitare gli uno contro uno delle ragazze dell'Happy, che da fuori non ci prendono e sbagliano tiri aperti. Nonostante tutto, però, la RenAuto trova il parziale di 7-0, che all'intervallo ristabilisce la quasi parità, 26-24. La svolta offensiva della gara arriva nel terzo quarto, perché, finalmente, le rosanero trovano un paio di canestri pesanti, che sbloccano l'attacco e ridanno entusiasmo. La difesa comincia a lavorare come sa e il parziale di frazione, 9-16, porta l'Happy avanti all'ultimo mini-riposo sul 35-40. L'ultimo quarto è condizionato dalla stanchezza, al punto che nei 3' finali non si segna più e anche quando la RenAuto ha buone occasioni per chiudere la gara la palla non entra. La piccola dote accumulata è però più che sufficiente a rendere dolce il suono della sirena. «E' stata una gara tosta - spiega coach Rossi -, perché ci giocavamo tutte e due la qualificazioni. Santarcangelo aveva preparato bene la partita, riempiendo l'area e cambiando sui blocchi e in una serata in cui non ci entravano nemmeno i tiri facili questo ci ha creato molti problemi. Abbiamo vinto di carattere una partita molto difficile; c'era molta tensione, sapevamo quanto contasse e oltretutto giocavamo fuori casa. Le ragazze sono state davvero brave a rimanere lucide, nonostante la giornata no. E' un gruppo che ha dimostrato più volte di avere carattere e questa è la cosa di cui sono più felice. Se saremo brave a battere Forlì ci qualificheremo per la seconda fase, un risultato che all'inizio sembrava impensabile». La RenAuto U16 tornerà dunque in campo alle scuole Bertola mercoledì 19 dicembre, alle ore 19.00, per il match con la Libertas Forlì.