Happy Basket

Hellas Cervia-HAPPY BASKET 59-41 (12-11; 15-17; 14-5; 18-8), giocata sabato 10/11. Tabellino: Oddi 2, Prosperi 2, Gambetti C., Gambetti A., Pignieri 7, Montemaggi, Gasparroni, Pratelli 19, Rinaldi 2, Cartoscella, Delvecchio 7, Mancini 2. All. Rusin Gioca tre quarti convincenti, ma cede alla distanza la RenAuto U13 di coach "Gelo" Rusin: le rosanero pagano il gap fisico e alla lunga Cervia si stacca e vince con un margine fin troppo "punitivo". Il primo tempo è molto equilibrato e somiglia a quello della partita d'esordio con Cesena: le padrone di casa vincono la prima frazione, ma l'Happy si aggiudica la seconda e chiude il primo tempo avanti di uno, 27-28. Nel terzo quarto Cervia scappa sul +8; la RenAuto riesce a reagire e a tornare a -3, ma l'Hellas riallunga nel finale e chiude all'ultimo mini-intervallo avanti sul 41-33. Nel quarto quarto la stanchezza, dopo una gara fisicamente tanto impegnativa, «Sono contento - commenta coach Rusin -, perché abbiamo giocato tre buoni quarti contro una squadra superiore fisicamente: in attacco bene le cose che abbiamo provato in allenamento, rimesse e spaziature, e in difesa bene l'aggressività. Nel secondo tempo abbiamo commesso un po' di errori, ma ci sta, loro sono una buona squadra e noi siamo più piccole per età e centimetri». La RenAuto U13 tornerà in campo alla Carim martedì 20 novembre, alle ore 17.50, per il match con il Vallarta Lugo.

Libertas Forlì-HAPPY BASKET 34-87 (15-22; 3-19; 9-19; 7-27), giocata martedì 6/11 Tabellino: Poggi 9, Martinini 4, Innocenti 6, Comini 2, Tiraferri 11, Ricci 1, Mescolini 10, Gambetti 6, Guiducci 3, Vergine 2, Fulgenzi 5, Del Fabbro 28. All. Rossi Sonante vittoria per la RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi: le rosanero giocano una partita di grande continuità e segnano ben 87 punti, costruendo bene tiri che realizzano con alte percentuali. Non è la sostanza del risultato a sorprendere, Forlì è il fanalino di coda del girone, quanto piuttosto l'atteggiamento e l'intensità, mantenuti costanti per tutti i 40'. La partita rimane in equilibrio per tutto il primo quarto, poi però, nei primi 5' della seconda frazione, con una serie di palle rubate subito concretizzate, la RenAuto scavano il primo break importante e da lì in poi la gara è tutta in discesa. «Il gruppo ha confermato quanto di buono fatto nelle partite precedenti - spiega coach Rossi -, per fare 87 punti bisogna essere brave; le ragazze hanno giocato con aggressività e tirato molto bene. Questo gruppo sta lavorando, si stanno applicando tutte, sono contento. Al momento non è chiaro il regolamento del campionato: dovessero passare alla seconda fase solo le prime due del girone, rischieremmo nonostante la qualità del gioco che stiamo mettendo in mostra». La RenAuto U16 tornerà in campo alla palestra Carim giovedì 15 novembre, alle ore 16.30, per il match con Santarcangelo.

HAPPY BASKET-Nuova Virtus Cesena 50-41 (13-9; 7-13; 11-8; 19-11), giocata martedì 6/11. Tabellino: Oddi 1, Prosperi, Gambetti C., Gambetti A. 2, Pignieri 17, Montemaggi, Rinaldi, Pratelli 20, Cartosella, Delvecchio 8, Mancini 2, Zamagni. All. Rusin Comincia con una bella vittoria il campionato della RenAuto U13 di coach Gabriele Rusin: le rosanero battono Cesena con un gran quarto quarto e portano a casa i primi meritatissimi punti della stagione. Dopo la palla a due è l'Happy a prendere in mano la partita e a chiudere avanti il primo quarto, ma Cesena risponde nella seconda frazione e passa a condurre all'intervallo lungo, 20-22. Il terzo quarto è il più equilibrato e segna un nuovo sorpasso RenAuto: all'ultimo mini-intervallo le rosanero sono avanti col minimo margine, 31-30. Gli ultimi 10' sono bellissimi e divertenti: l'Happy chiude bene in difesa e riparte veloce in attacco guidata dal trio Delvecchio-Pignieri-Pratelli. Ben 19 sono i punti messi a referto nell'ultima frazione e a Cesena non resta che arrendersi. «Sono molto contento - attacca coach Rusin -, perché sono riuscito a far giocare tutte le ragazze e tutte hanno tenuto il campo. Ottima difesa, molto aggressiva, bene in attacco, anche se dobbiamo migliorare un po' le spaziature. Ottime veramente, siamo primi in classifica (ride, ndr)!» La RenAuto U13 tornerà in campo a Cervia sabato 10 novembre, alle ore 15.45, per il match con l'Hellas Basket.

HAPPY BASKET-Women Basket College 81-50 (16-9; 20-16; 27-7; 18-18), giocata lunedì 5/11. Happy Basket: Novelli 9, Re 16, Nanni 12, La Forgia 2, Palmisano 4, Palmisani 2, Pignieri 10, Tosi 12, Farinello 3, Borsetti 9, Lazzarini A. 2, Lazzarini N.. All. Rossi Women College: Melloni 8, Bozzoli 5, Dinaro 2, Biagiola 10, Montanari 5, Garutti 11, Mantovani 9. All. Bergamini Arbitro: L. D'Angelo Sul linoleum azzurro delle scuole Bertola la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi fa il proprio esordio in campionato contro Finale Emilia: l'allenatore riminese sceglie un quintetto composto da Novelli, Re, Farinello, Palmisano e Borsetti. La partita viaggia subito su ritmi alti: dopo un paio di errori in transizione, Re segna il primo canestro ufficiale della stagione. L'Happy crea molto, ma sbaglia tanto e non mette punti a referto, nonostante i rimbalzi offensivi garantiscano secondi e terzi tiri. Dopo 4' di gioco le ospiti impattano sul 3-3, ma tre liberi di Nanni riportano avanti le rosanero, 6-3. Finale prova a riavvicinarsi, ma a 2'30" dal primo mini-riposo Re trova il massimo vantaggio, 14-8. Le Women Basket può contare su sette giocatrici appena ma riesce ad essere aggressiva in difesa; la RenAuto continua così a sbagliare, e non concretizza il gioco sviluppato. Si va alla pausa sul 16-9. Al rientro l'Happy accelera e mette subito un 4-0 di parziale per il nuovo massimo vantaggio, 20-9. Le rosanero potrebbero scappare, ma nuovamente Finale si avvicina, 26-19 a metà quarto, poi 28-23 e partita di nuovo in equilibrio. La gara non decolla e la confusione la fa da padrona; a 1' dall'intervallo, però, la RenAuto ha una fiammata e Asia Lazzarini, Pignieri e Tosi confezionano il break di 6-0 che mette 11 punti tra le due squadre. All'intervallo l'Happy è avanti 36-25. Al rientro in campo coach Rossi sceglie un quintetto piccolo: La Forgia, Nanni, Re, Tosi e Pignieri. La scelta paga: ritmo forsennato, recuperi e contopiedi valgono un 10-0 corale che spacca la partita, 46-25. La forbice si allarga ulteriormente e sul 52-29 le ospiti, esauste, sono costrette a chiamare time-out. Un libero di Farinello dà all'Happy il massimo vantaggio, 28 punti sul 57-29, con 3' da giocare nel quarto. Un canestro di Re fissa il punteggio all'ultima pausa sul 63-32. La quarta frazione non cambia nulla nella sostanza, ma meritano una citazione l'unica tripla Happy di Valeria Nanni e qualche bella giocata di Borsetti nel cuore dell'area. Finale alle Bertola: RenAuto 81, Women College 50. «Nel primo tempo ci siamo giocate contro - spiega coach Rossi -, speriamo di capire velocemente perché; durante l'intervallo, poi, abbiamo chiarito alcune cose e siamo andate meglio, ma la partita non era in discussione. Nel complesso comunque siamo state supponenti e abbiamo giocato con sufficienza: oggi non c'è stato problema, vedremo sabato a Ravenna. Primo tempo vergognoso, non abbiamo onorato la maglia, la società e nemmeno le nostre avversarie che sono venute in sette da Finale Emilia. Ci prendiamo la vittoria, ma mi aspetto una reazione a livello di atteggiamento. Certo, la squadra è ancora in fase di assemblaggio con Renzi e Varmolova non ancora in gruppo, ma sono rimasto sorpreso dal nervosismo di oggi, anche perché ieri le U18 avevano giocato una buonissima partita. Stasera potevamo divertirci, ma non lo abbiamo fatto». La RenAuto tornerà in campo a Ravenna sabato 10 novembre, alle ore 21.00, per il match col Capra Team.

A.I.C.S. Forlì-HAPPY BASKET 47-80 (16-21; 12-18; 10-24; 9-17), giocata domenica 4/11. Tabellino: La Forgia 4, Palmisano 15, Palmisani 9, Pignieri 12, Tosi 8, Poplawska Li. 2, Poplawska La. 8, Panzeri 4, Lazzarini A. 10, Lazzarini N. 6, Zannoni 2. All. Rossi La RenAuto di coach Pier Filippo Rossi torna da Forlì col primo referto rosa, a coronamento di una gara ben giocata, soprattutto in attacco. Nel primo tempo l'A.I.C.S. riesce a limitare i danni, ma nonostante questo l'Happy va al riposo lungo avanti di 11 lunghezze, sul 28-39. Nella ripresa le rosanero aumentano l'aggressività e chiudono, con un terzo quarto da 10-24, la contesa con largo anticipo. «Onore alle avversarie che per almeno 20 minuti ci hanno impegnato in una partita vera - spiega coach Rossi -: in generale abbiamo disputato una gara positiva ed espresso un buon gioco in attacco, tirando con alte percentuali. Ho cercato delle rotazioni molto più ampie visto che l'assurdo calendario ci obbliga a mandare a referto praticamente le stesse giocatrici impegnate domani con la Serie C. Abbiamo avuto buonissime risposte dalle ragazze di solito impiegate meno; da migliorare la mentalità se vorremo puntare ai migliori risultati possibili». La RenAuto U18 tornerà in campo alle scuole Bertola lunedì 12 novembre, alle ore 20.30, per il match con il Junior Basket Ravenna.

Nuova Virtus Cesena-HAPPY BASKET 46-41 (8-13, 16-12, 10-6, 12-10), giocata venerdì 2/11. Tabellino: Martinini 7, Innocenti 2, Tiraferri 5, Ricci 2, Gambetti 12, Guiducci, Vergine, Battistel, Kajo, Fulgenzi, Semprini, Del Fabbro 13. All. Rossi Gioca una buonissima gara la RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi, ma lo sforzo non è sufficiente per aver ragione della capolista Cesena, che può contare su una netta superiorità fisica che genera tanti secondi tiri, decisivi per il risultato finale. Senza Comini, Mescolini e Poggi, l'Happy manda in campo tre 2005, Battistel, Fulgenzi e Kajo che giocano a lungo e tengono bene il campo. Le rosanero offrono un'ottima prestazione difensiva e in attacco, paradossalmente, fanno meglio nella ripresa, ma tirano con cattive percentuali e sbagliano qualche libero di troppo, elementi che pesano in una sconfitta di cinque punti. «Abbiamo fatto il massimo contro una squadra più forte - commenta coach Rossi -: con un atteggiamento difensivo super le abbiamo messe in difficoltà, nonostante le assenze e di questo sono molto contento. In attacco abbiamo eseguito meglio nella ripresa, ma abbiamo sbagliato troppo; potevano portarla a casa, ma paghiamo clamorosamente il gap fisico, le nostre avversarie hanno tirato quattro volte ad azione. Il gruppo comunque ha dimostrato di avere carattere: sotto di 10 a pochi minuti dalla fine le ragazze non hanno mollato, trovando la forza di rientrare. La squadra sta lavorando bene». La RenAuto U16 tornerà in campo a Forlì martedì 6 novembre, alle ore 17.15, per il match con la Libertas Basket.

Hellas Cervia-HAPPY BASKET 58-46 (15-14; 12-12; 13-9; 18-11), giocata sabato 27/10. Tabellino: Poggi 3, Martinini, Innocenti 3, Comini 7, Tiraferri 7, Ricci, Mescolini 7, Gambetti 12, Vergine, Fulgenzi, Del Fabbro 7. All. Rossi All'esordio in campionato la RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi paga il gap fisico contro la forte Cervia, ma gioca una gara di grande intensità, subendo il break decisivo solo negli ultimi 3' di gioco. La gara rimane infatti per la maggior parte del tempo in equilibrio, tanto che le padrone di casa vanno al riposo lungo avanti di un solo punto, 27-26. Potendo contare su lunghe prestanti e tecnicamente dotate l'Hellas fa la voce grosse a rimbalzo d'attacco, ma nonostante questo l'Happy Basket rimane in scia, mettendo in campo energia ed intensità. Nel terzo quarto le cervesi provano a scappare, ma poco alla volta le rosanero recuperano le svantaggio e rimettono in equilibrio il match. Con 3' da giocare, sotto di un possesso, però, la RenAuto concede qualcosa in difesa e soprattutto perde un paio di palloni in attacco: Cervia ne approfitta e piazza così l'allungo decisivo. «Abbiamo giocato una bella partita - commenta coach Rossi -, perché Cervia è una squadra ben allenata e molto forte da un punto di vista fisico e strutturale. Per come abbiamo lavorato finora in allenamento e per il valore di Cervia sono soddisfatto, meno per le 30 perse... Tecnicamente c'è ancora tanto da fare, ma mi è piaciuto l'atteggiamento, perché siamo tornate in partita con voglia e carattere: non è mai facile rientrare da -9 in trasferta quando le avversarie sono gasate». La RenAuto U16 tornerà in campo a Cesena venerdì 2 novembre, alle ore 19.30, per il match con la Nuova Virtus.

Tigers Rosa Forlì-HAPPY BASKET 80-51 (29-17; 20-11; 17-7; 14-16), giocata lunedì 22/10. Tabellino: La Forgia, Palmisano 6, Palmisani 8, Pignieri 12, Tosi 8, Borsetti 11, Poplawska Li., Poplawska La., Panzeri, Lazzarini A. 6, Zannoni. All. Rossi All'esordio stagionale la RenAuto U18 di coach Pier Filippo Rossi viene sconfitta a Forlì, ma offre una prestazione con più luci che ombre. Le padrone di casa, infatti, schierano 7/12 della squadra che milita nel campionato di A2, ma nonostante questo l'Happy gioca una buona partita, per gran parte del tempo in equilibrio, e paga un parziale di 8-0 subito a fine primo quarto ed un 9/31 dalla lunetta che si commenta da solo. Nel secondo tempo le riminesi stringono in difesa, concedendo molto meno alle avversarie e si tolgono lo sfizio di portare a casa l'ultimo parziale. «Contro una squadra molto forte e strutturalmente di un'altra categoria - spiega coach Rossi - abbiamo fatto una buona gara, mantenendo un atteggiamento sempre positivo. Nel secondo tempo, poi, le ragazze hanno giocato con la giusta aggressività, senza mollare fino alla fine». La RenAuto U18 tornerà in campo a Forlì domenica 4 novembre, alle ore 15, per il match con l'A.I.C.S..

Con l'arrivo di settembre ha preso ufficialmente il via la stagione 2018/2019 dell'Happy Basket Rimini. La società del presidente Giampaolo Piomboni, ancora una volta targata RenAuto grazie all'immancabile impegno della famiglia Piraccini, riparte con molte conferme e con qualche importante novità. Pier Filippo Rossi rivestirà il ruolo di Responsabile Tecnico del Settore Giovanile con il compito di rendere più organico il lavoro di tutti i gruppi; quanto al campo coach Rossi siederà sulla panchina di Serie C e U18, coadiuvato come nella passata stagione da Eros Bezzi, e su quella dell'U16 con la new entry Luca Gregori come vice. Altra novità è rappresentata dall'ingresso nello staff tecnico di Gabriele "Gelo" Rusin, che guiderà il super gruppo Esordienti/U13 con Gregori come vice. Il settore Minibasket poggerà sulle solide spalle di Roberto Ferrari, istruttore e Responsabile dell'intero comparto. Il confermato Luca Scorsone sarà invece il preparatore atletico e curerà il lavoro fisico di tutti i gruppi. Ultima importante novità dello staff tecnico è rappresentata dall'ingresso di Roberto Zannoni che si occuperà del lavoro organizzativo dell'intero Settore Giovanile. Per quanto riguarda i roster, diverse facce nuove tra Serie C e U18: la prima squadra vede ai saluti Fattori, Girelli, Saponi e Sarti, tutte costrette a lasciare per motivi di studio, e accoglie Laura Farinello, classe '87 proveniente dalla Serie B lombarda, e Valeria Nanni, '99 in prestito dalle Angels Santarcangelo; l'U18 riabbraccia Marta Palmisano, al rientro dal prestito da Forlì, e aggiunge le gemelle Asia e Nicole Lazzarini, in prestito dalle Angels Santarcangelo. «Siamo molto soddisfatti - commenta il presidente Piomboni -, perché riteniamo di aver gruppi con buone credenziali dalle Esordienti fino alla Serie C. Siamo convinti di aver scelto per il meglio affidando a Pier Filippo Rossi e Roberto Ferrari i ruoli di Responsabili; Roberto Zannoni è la persona giusta al posto giusto, Gabriele Rusin porterà competenza ed esperienza e Luca Gregori sarà un nuovo validissimo aiuto per i nostri coach. Abbiamo anche aggiunto un gruppo minibasket alle scuole Bertola, per offrire un ulteriore riferimento nel centro città. Tutto questo, naturalmente, non sarebbe possibile senza al sostegno della famiglia Piraccini, cui va il nostro più sentito grazie!». Responsabile Settore Giovanile: Pier Filippo Rossi Responsabile Minibasket: Roberto Ferrari Responsabile Organizzativo: Roberto Zannoni Allenatore Serie C: Pier Filippo Rossi Vice Serie C: Eros Bezzi All. U18: Pier Filippo Rossi Vice U18: Eros Bezzi All. U16: Pier Filippo Rossi Vice U16: Luca Gregori All. Esordienti/U13: Gabriele Rusin Vice Esordienti/U13: Luca Gregori Istruttore Minibasket: Roberto Ferrari Preparatore Atletico: Luca Scorsone Responsabile Comunicazione: Massimiliano Manduchi

La società Happy Basket Rimini rende noto che, dopo nove anni di proficua collaborazione, coach Erika Brancolini non farà più parte dello staff a partire dalla stagione sportiva entrante. In questo lungo periodo Erika è stato un pilastro dell'Happy: con lei la società è cresciuta, sia a livello tecnico, che organizzativo, fino a diventare una presenza riconoscibile sul territorio. «Mi ci è voluto molto per metabolizzare questa separazione - confessa il presidente Giampaolo Piomboni - e ancora non ho assorbito del tutto il colpo: Erika ha fatto a tal punto parte del nostro gruppo e della nostra famiglia che trovo quasi "innaturale" che le nostre strade si siano divise. E' stata fondamentale per aiutarci ad alzare l'asticella quando, dopo anni di buon lavoro, ma modesto, abbiamo cercato di fare qualcosa in più; la sua energia e la sua passione mi hanno colpito fin dal primo momento. Ci mancherà a livello tecnico, ma ancor più dal punto di vista umano, perché è una persona affidabile, credibile e seria. Non eravamo pronti a questa separazione e mi spiace molto che abbia scelto di non far parte di questa terza fase dell'Happy Basket, fase in cui cercheremo di aumentare ulteriormente la qualità del lavoro tecnico. A nome della società, perché è un pensiero condiviso da tutti, le auguro le migliori fortune innanzitutto come persona e poi, naturalmente, anche in ambito professionale».