News

HAPPY BASKET-Pol.Masi 56-53 (10-16; 15-7; 16-17; 15-13), giocata mercoledì 20/2 Tabellino: Poggi 4, Martinini, Innocenti 5, Comini 2, Tiraferri 27, Ricci, Mescolini 2, Gambetti 3, Guiducci 2, Vergine 2, Fulgenzi 2, Del Fabbro 7. All. Rossi Vittoria al cardiopalmo per la RenAuto U16, che batte la resistenza della Pol.Masi solo all'ultimo e incamera due punti meritatissimi: le rosanero di coach Pier Filippo Rossi giocano la consueta gara di carattere e rimettono in piedi una partita cominciata male, grazie ad gran secondo quarto, chiuso con un parziale di 15-7. All'intervallo sono due i punti di vantaggio, 25-23. La ripresa vede l'Happy tentare un paio di allunghi fino al +8, ma le ospiti sono brave a trovare le soluzioni per rientrare ed il match rimane in equilibrio fino alle ultime battute. Ad 1' dalla sirena, però, con la RenAuto avanti di due lunghezze, Gambetti dall'angolo trova la provvidenziale tripla del +5, che chiude una gara tostissima. Statisticamente impossibile non citare la prestazione di Agnese Tiraferri, autrice di 27 punti e di tanto altro, tra rimbalzi ed assist. «E' stata una gara molto difficile - spiega coach Rossi -, perché le nostre avversarie, grazie ad alcuni innesti, sono più forti rispetto all'andata, tanto da aver battuto Cavezzo la settimana scorsa; noi, poi, non ci allenavamo da giorni a causa dell'influenza. Per tutto questo non posso che dire "brave" alle ragazze, capaci, ancora una volta, di andare oltre le difficoltà». La RenAuto U16 tornerà in campo alla Carim domenica 24 febbraio, alle ore 17.00, per il match con il Basket Cavezzo.

HAPPY BASKET-Faenza Basket Project 45-24 (11-6; 8-2; 12-14; 14-2), giocata martedì 19/2. Tabellino: Oddi 4, Gambetti C., Gambetti A. 6, Montemaggi, Pignieri 8, Gasparroni, Belhaj, Rinaldi 2, Pratelli 18, Cartoscella, Delvecchio 7, Hyseni. All. Rusin Bella vittoria per la RenAuto U13 nell'ultima giornata della prima fase di campionato: le ragazze di coach Gelo Rusin battono Faenza e superano in classifica proprio le avversarie di giornata, chiudendo al quarto posto. La vittoria è frutto soprattutto di una grande difesa, che conosce una breve pausa solo nella terza frazione con l'Happy già saldamente avanti: nel primo tempo sono appena 8, infatti, i punti totali concessi a Faenza e il risultato all'intervallo, 19-8, sa già di mezza vittoria. Come accennato le ospiti provano a rifarsi sotto nel secondo tempo, ma la RenAuto riprende saldamente in mano il match nel quarto quarto e va a chiudere in scioltezza. «Sono molto contento dell'aggressività che abbiamo mostrato in difesa - spiega coach Rusin -, le ragazze sono state davvero intense. Hanno giocato tutte e anche la partita di stasera, come le precedenti uscite, ha dimostrato che il gioco offensivo è diventato più fluido e che è aumentata la capacità del gruppo di prendersi responsabilità in attacco». Nei prossimi giorni è atteso il calendario della seconda fase che svelerà le future avversarie della RenAuto.

Libertas Forlì-HAPPY BASKET 40-93 (12-21; 11-25; 8-18; 9-29), giocata domenica 17/2. Happy Basket: Novelli 12, Nanni 4, La Forgia 12, Palmisano 18, Palmisani 8, Pignieri 10, Renzi 8, Farinello 9, Borsetti 5, Lazzarini A. 7. All. Rossi Arbitro: Marinelli di Forlì E sono quattordici su quattordici per la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi. Le rosanero rispettano il pronostico e vincono anche a Forlì, ma, al di là della sostanza, è la forma a stupire: l'Happy infatti gioca una gara di clamorosa continuità, allungando quarto dopo quarto grazie ad una prova impeccabile sia in difesa che in attacco - 93 punti sono l'high stagionale -. Alla prima pausa la RenAuto ha già doppiato le padrone di casa e lo stesso succede all'intervallo lungo, 23-46. Il secondo tempo diventa così una formalità: l'attacco continua a produrre, a referto vanno tutte le giocatrici a roster e la sirena serve solo a fissare il finale, 40-93. «Nonostante Forlì si sia presentata con una squadra migliore rispetto all'andata - spiega coach Rossi - il nostro rendimento in questo momento, tra attacco e difesa, è di buonissimo livello, cresciuto da un mese a questa parte. Bene tutte, determinate e sul pezzo: non abbiamo abbassato mai l'intensità per tutta la partita». La RenAuto tornerà in campo alla Carim sabato 23 febbraio, alle ore 21.00, per il match con il Faenza Futura.

Vis-HAPPY BASKET 43-60 (13-13; 12-14; 4-24; 14-9), giocata sabato 16/2. Tabellino: Palmisani 2, Pignieri 6, Borsetti 8, Poplawska Li. 13, Panzeri 2, Lazzarini A. 14, Lazzarini N., Martinini 6, Zannoni 2, Comini 4, Mescolini 3. All. Rossi Nell'ultima giornata del Girone Rosso la RenAuto U18 va a vincere a Ferrara, grazie ad un convincente terzo quarto. In un match inutile in chiave classifica, con le rosanero già certe del passaggio alla fase interregionale, coach Rossi può dare minuti e responsabilità alle giocatrici meno impiegate e alle tre U16 a referto, ricevendo buone risposte, come detto, in una terza frazione che spariglia una confronto per il resto equilibrato. Alla RenAuto non resta dunque che aspettare il calendario della prossima fase, che sarà compilato nei prossimi giorni.

Faenza-HAPPY BASKET 87-48 (25-7; 22-13; 21-12; 19-16), giocata lunedì 11/2. Tabellino: La Forgia 5, Palmisano 2, Pignieri 6, Borsetti 10, Poplawska Li., Poplawska La., Panzeri, Lazzarini A. 7, Lazzarini N., Tiraferri 9, Gambetti 7, Del Fabbro 2. All. Rossi In una gara ininfluente, data la conquista anticipata del passaggio alla fase successiva, la RenAuto U18 perde nettamente a Faenza contro la capolista Faenza Futura e offre una prestazione molto al di sotto delle proprie possibilità. Le padrone di casa partono fortissimo, 12-0, poi 20-4, e la partita di fatto si chiude già nel primo quarto. L'Happy non ha particolari stimoli e la gara, da un certo punto in poi, offre a coach Pier Filippo Rossi l'occasione per dare minuti alle giocatrici meno impiegate e alle tre U16 convocate, ma questo non giustifica, se non in minima parte, i connotati che il punteggio assume col passare dei minuti. «Mi assumo la responsabilità del risultato - spiega coach Rossi - e anche del prevedibile atteggiamento di chi non ha ancora assimilato del tutto il giusto atteggiamento. Anche partite come questa vanno giocate fino in fondo». La RenAuto tornerà in campo a Ferrara sabato 16 febbraio, alle ore 18.00, per il match con la Vis.

La nostra atleta U16 Sara Gambetti figura tra le convocate della Rappresentativa Femminile dell'Emilia Romagna, che il 12 e 13 gennaio scenderà in campo per il 2° Torneo Città di Savona - Settimio Pagnini. Oltre a Sara, Agnese Tiraferri risulta tra le atlete a disposizione. Bravissime entrambe, siamo orgogliosi di voi!   FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Comitato Regionale Emilia-Romagna Rappresentative Regionali Giovanili Selezioni femminili Comunicato Ufficiale N.327 del 31.12.2018 - Selezioni Femminili CONVOCA ATLETE E STAFF 2° Torneo Città di Savona - Settimio Pagnini, 12 e 13 gennaio 2019 1 CALANCA Rebecca, Basket Academy Mirabello 2 CORTI Chiara, Pol. Libertas Calendasco 3 FERRARI Giaele, Basket Club Valtarese2000 4 GAMBETTI Sara, HappyBasket 5 IOZZINO Lorene, Hellas Basket Cervia 6 MEGLIOLI Emma, Boiardo 7 MIGANI Margherita, UP Calderara 8 NONNI Rahinatou, Basket Club Val d’Arda 9 QUAGNESE Gaia, Pol. Libertas Calendasco 10 ROVERONI Camilla, BSL San Lazzaro 11 VITALI Lisa, UP Calderara 12 ZANETTI Sara, BSL San Lazzaro Atlete a disposizione: INCANTI Lucrezia, Academy Basket Fidenza MEZZINI Elena, BSL San Lazzaro TIRAFERRI Agnese, Happy Basket ZACCARIA Marta, Hellas Basket Cervia

Con l'arrivo di settembre ha preso ufficialmente il via la stagione 2018/2019 dell'Happy Basket Rimini. La società del presidente Giampaolo Piomboni, ancora una volta targata RenAuto grazie all'immancabile impegno della famiglia Piraccini, riparte con molte conferme e con qualche importante novità. Pier Filippo Rossi rivestirà il ruolo di Responsabile Tecnico del Settore Giovanile con il compito di rendere più organico il lavoro di tutti i gruppi; quanto al campo coach Rossi siederà sulla panchina di Serie C e U18, coadiuvato come nella passata stagione da Eros Bezzi, e su quella dell'U16 con la new entry Luca Gregori come vice. Altra novità è rappresentata dall'ingresso nello staff tecnico di Gabriele "Gelo" Rusin, che guiderà il super gruppo Esordienti/U13 con Gregori come vice. Il settore Minibasket poggerà sulle solide spalle di Roberto Ferrari, istruttore e Responsabile dell'intero comparto. Il confermato Luca Scorsone sarà invece il preparatore atletico e curerà il lavoro fisico di tutti i gruppi. Ultima importante novità dello staff tecnico è rappresentata dall'ingresso di Roberto Zannoni che si occuperà del lavoro organizzativo dell'intero Settore Giovanile. Per quanto riguarda i roster, diverse facce nuove tra Serie C e U18: la prima squadra vede ai saluti Fattori, Girelli, Saponi e Sarti, tutte costrette a lasciare per motivi di studio, e accoglie Laura Farinello, classe '87 proveniente dalla Serie B lombarda, e Valeria Nanni, '99 in prestito dalle Angels Santarcangelo; l'U18 riabbraccia Marta Palmisano, al rientro dal prestito da Forlì, e aggiunge le gemelle Asia e Nicole Lazzarini, in prestito dalle Angels Santarcangelo. «Siamo molto soddisfatti - commenta il presidente Piomboni -, perché riteniamo di aver gruppi con buone credenziali dalle Esordienti fino alla Serie C. Siamo convinti di aver scelto per il meglio affidando a Pier Filippo Rossi e Roberto Ferrari i ruoli di Responsabili; Roberto Zannoni è la persona giusta al posto giusto, Gabriele Rusin porterà competenza ed esperienza e Luca Gregori sarà un nuovo validissimo aiuto per i nostri coach. Abbiamo anche aggiunto un gruppo minibasket alle scuole Bertola, per offrire un ulteriore riferimento nel centro città. Tutto questo, naturalmente, non sarebbe possibile senza al sostegno della famiglia Piraccini, cui va il nostro più sentito grazie!». Responsabile Settore Giovanile: Pier Filippo Rossi Responsabile Minibasket: Roberto Ferrari Responsabile Organizzativo: Roberto Zannoni Allenatore Serie C: Pier Filippo Rossi Vice Serie C: Eros Bezzi All. U18: Pier Filippo Rossi Vice U18: Eros Bezzi All. U16: Pier Filippo Rossi Vice U16: Luca Gregori All. Esordienti/U13: Gabriele Rusin Vice Esordienti/U13: Luca Gregori Istruttore Minibasket: Roberto Ferrari Preparatore Atletico: Luca Scorsone Responsabile Comunicazione: Massimiliano Manduchi

La società Happy Basket Rimini rende noto che, dopo nove anni di proficua collaborazione, coach Erika Brancolini non farà più parte dello staff a partire dalla stagione sportiva entrante. In questo lungo periodo Erika è stato un pilastro dell'Happy: con lei la società è cresciuta, sia a livello tecnico, che organizzativo, fino a diventare una presenza riconoscibile sul territorio. «Mi ci è voluto molto per metabolizzare questa separazione - confessa il presidente Giampaolo Piomboni - e ancora non ho assorbito del tutto il colpo: Erika ha fatto a tal punto parte del nostro gruppo e della nostra famiglia che trovo quasi "innaturale" che le nostre strade si siano divise. E' stata fondamentale per aiutarci ad alzare l'asticella quando, dopo anni di buon lavoro, ma modesto, abbiamo cercato di fare qualcosa in più; la sua energia e la sua passione mi hanno colpito fin dal primo momento. Ci mancherà a livello tecnico, ma ancor più dal punto di vista umano, perché è una persona affidabile, credibile e seria. Non eravamo pronti a questa separazione e mi spiace molto che abbia scelto di non far parte di questa terza fase dell'Happy Basket, fase in cui cercheremo di aumentare ulteriormente la qualità del lavoro tecnico. A nome della società, perché è un pensiero condiviso da tutti, le auguro le migliori fortune innanzitutto come persona e poi, naturalmente, anche in ambito professionale».

Due carriere importanti che non si sono mai incrociate quello di coach Paolo Rossi e di suo figlio Pier Filippo: il primo grande allenatore, vincitore di due Scudetti, una Coppa dei Campioni (l’ultima della storia, prima del passaggio all’Eurolega), due coppe Ronchetti, un Mondiale per club e tre Coppe Italia; il secondo giocatore di alto profilo, argento con la Nazionale ai Giochi del Mediterraneo, campione d'Europa con la Nazionale Cadetti, quintetto ideale agli Europei con la Nazionale U22, argento con la Nazionale Juniores e con quella U22, finalista per lo scudetto con la Scavolini Pesaro da play titolare a soli 19 anni e poi in giro per l’Italia sempre in piazze importanti. Neppure quando si è trovato ad allenare gli uomini il padre ha avuto il figlio al proprio servizio - eccezion fatta per una preparazione estiva con i Crabs -, o sul fronte opposto da avversario. Anche all’Happy Basket i due sembravano dover percorrere strade separate: dopo alcune stagioni, infatti, la scorsa estate Paolo aveva deciso di lasciare, mentre a “Filo” il presidente Piomboni aveva affidato la guida di U18 e Serie C. Poco prima di Natale, però, coach Rossi si rendeva disponibile per aiutare la società e guidare fino a fine stagione l’U16: il titolatissimo allenatore si ritrovava finalmente “in squadra” con il proprio erede. Come è stato lavorare insieme da colleghi? Paolo: «una bella esperienza, perché Filippo conosce la pallacanestro, l’ha giocata ad alto livello, ma ha grande passione e umiltà. E’ il primo allenatore a Rimini che mi fa delle domande, senza sentirsi “imparato”. Durante la stagione ci siamo confrontati in palestra e spesso anche a casa: mi fa piacere che mi cerchi per parlare di basket da allenatore ad allenatore. Ho avuto da giovane questo tipo di rapporto con Arnaldo Taurisano, che mi aiutò nel passaggio da giocatore a coach: quando giochi pensi soprattutto a te, mentre quando alleni devi pensare a tutti. Non è una differenza di poco conto». Pier Filippo: «ho sempre avuto la fortuna di poter condividere quello che mi piace con una delle persone più importanti della mia vita: avere la possibilità di confrontarmi e ricevere consigli ha significato molto, perché ho iniziato ad allenare quest’ anno, sono un esordiente. Non ho mai pensato di essere pronto solo perché ho giocato ad alto livello: all’inizio ho avuto delle difficoltà e questo sostegno è stato di grande aiuto. Come dice giustamente lui la cosa più complicata è stata dover pensare contemporaneamente alle esigenze di venti persone: non è stato facile, ma sono soddisfatto perché le ragazze mi hanno seguito e si sono impegnate per tutta la stagione». In cosa ti sei sentito pronto e in cosa pensi di dover crescere? Pier Filippo: «Mi sono sentito a mio agio nel gestire il gruppo in palestra, nel far divertire la squadra, ma anche nell’essere duro al bisogno. Riuscire a calibrare il piano di allenamento in base alle caratteristiche dei diversi gruppi, d’altro canto, non è un processo immediato, perché la mia esperienza magari a volte mi porta ad aspettarmi troppo. Ci vorrà tempo per gestire tutto nella maniera giusta, ma ho avuto riscontri positivi e per il momento sono contento così». E’ stato difficile veder giocare la squadra di tuo figlio senza sentirti troppo coinvolto? Paolo: «Io ho il mio carattere e in questo non faccio nessuna fatica. Non sopporto i genitori che urlano e criticano anche i propri figli: ho sempre cercato di chiedere a lui, più che di dire. Se esprimo un giudizio è perché è lui che cerca un confronto. Mi sembra che si applichi molto e abbia voglia; il problema è l’esperienza nella gestione di tutti gli aspetti tecnici e umani, ma quella si costruisce col tempo. Una regola che ho sempre applicato e che mi sembra applichi anche lui è capire che se i giocatori non riescono a mettere in pratica o non recepiscono quello che proponi loro, allora sei tu a dover abbassare il tiro, non puoi pretendere che siano loro ad adeguarsi a te». Come si trova un allenatore con la tua storia ad allenare a livello giovanile? Paolo: «L’importante è che il gruppo si applichi: i tiri si possono sbagliare, sono una variabile e io ho fiducia nelle mie giocatrici, ma l’atteggiamento in difesa o nel tagliafuori no, perché quella è una questione di voglia e di intensità. Sono situazioni che mi hanno sempre fatto arrabbiare, ma devo dire che in generale le squadre mi hanno seguito. E’ molto più difficile allenare a questo livello che in Serie A, perché ovviamente ragazze così giovani sono meno pronte, ma alla fine, comunque, un bravo allenatore trova il proprio equilibrio per riuscire a lavorare bene».

La stagione sta iniziando e siamo felici di mostrarvi la nuova versione del sito!  Grafica completamente rinnovata, layout fresco, giovanile, dinamico e naturalmente responsive: anche chi naviga da smartphone o tablet può vedere i risultati, le nostre squadre e tutte le nostre novità. Consultate la pagina con il calendario, vi aspettiamo per le gare casalinghe alla Palestra CARIM. Vi piace il sito? E non dimenticate di visitare anche la nostra pagina Facebook! Happy Basket Staff