Serie C

Il sindaco Andrea Gnassi e l’assessore allo Sport Gian Luca Brasini hanno ricevuto in Residenza Comunale le atlete della Ren-Auto, la squadra femminile di basket che il 13 aprile scorso, battendo sul parquet della palestra Carim le avversarie del San Lazzaro, ha vinto per la prima volta il campionato di Serie C, conquistando sul campo la promozione diretta alla serie B. “La scorsa estate ci siamo trovati in Comune per celebrare l’impresa sportiva delle ragazze dell’under 16 vincitrici del Trofeo Emilia Romagna – ricorda l’assessore Brasini – Oggi ci rivediamo per festeggiare un nuovo importante successo. Risultati che non possono essere un caso, ma che sono il frutto di una buona semina, dell’ottimo lavoro fatto dalla società sul vivaio. Un progetto, quello del Rimini Happy Basket, che partiva dal basso con un duplice obiettivo: far crescere le giovani cestiste e togliersi qualche soddisfazione sul campo. Oggi possiamo dire che entrambi gli obiettivi sono stati brillantemente centrati. Per il movimento cestistico cittadino è un momento positivo, speriamo che possa proseguire, anche grazie al supporto degli sponsor e dei privati”. Il presidente Giampaolo Piomboni ha sottolineato come il percorso di crescita delle atlete inizi fuori dal campo e ha elogiato il carattere e la determinazione delle ragazze che saranno chiamate il prossimo anno a mettersi alla prova con il campionato di serie B. Alla fine dell’incontro lo scambio dei doni come vuole la tradizione sportiva: dall’amministrazione una targa alla società e un piccolo omaggio a tutte le ragazze, che hanno ricambiato con due magliette autografate per sindaco e assessore. Le giocatrici: Giulia Novelli, Maria Gloria Re, Valeria Nanni, Greta La Forgia, Marta Palmisano, Anna Palmisani, Alessia Pigneri, Virginia Tosi, Laura Renzi, Laura Farinello, Bianca Borsetti, Lisa Poplawska, Laura Poplawska, Gaia Panzeri, Asia Lazzarini, Nicole Lazzarini, Margherita Zannoni. Allenatori: Filippo Rossi, Eros Bezzi. Preparatore atletico: Luca Scorsone. Presidente: Giampaolo Piomboni. Dirigenti: Irene Salvatelli, Marco Fioretti, Paolo Piraccini, Sebastiano Montuori. Addetto stampa: Massimiliano Manduchi.  (foto: Emiliano Violante) Ufficio Stampa Comune di Rimini

Nome: Laura. Ruolo: Guardia/ala. Nata a, il: Rimini 18/09/2002. Un tuo pregio: senso del dovere. Un difetto: a volte poca convinzione. Il tuo punto di forza come giocatrice: impegno e mettermi al servizio della squadra. In cosa devi migliorare: attacco 1 vs 1. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita (la giocata che ti gasa?): rubare palla e lanciare in contropiede una compagna. Perché hai iniziato a giocare a basket: non sapendo che sport scegliere l’ho provato e fin da subito mi è piaciuto. Cibo preferito: pizza. Musicista preferito: cantanti italiani, Imagine Dragons. Libro preferito: Il nome della rosa (U. Eco). Il tuo giocatore di basket preferito, perché? : seguo il campionato italiano, me ne piacciono molti, non ne ho uno preferito. Cosa ti piace fare nel tempo libero? Leggere. Il tuo obiettivo da giocatrice: migliorare il più possibile. Il tuo obiettivo nella vita: avere un buon lavoro e giocare a basket. Il viaggio ideale: tour dei paesi scandinavi. Per te l’Happy Basket è: una famiglia. 5 cose da portare su un’isola deserta: acqua, cibo, cuscino, canestro, palla da basket.

Nome: Bianca. Ruolo: centro. Nata a: Rimini. Il: 26-02-2000. Un pregio: semplicità. Un difetto: testardaggine. Il tuo punto di forza come giocatrice: gioco da sotto canestro. In cosa devi migliorare? Un po' tutto perché ho iniziato da un paio di anni a giocare e ovviamente ho ancora tanto da imparare. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita? Un gancio cielo alla Kareem Abdul-Jabbar. Perché hai iniziato a giocare a basket? Mi sono avvicinata e appassionata al basket andando a vedere le partite del mio ragazzo. Cibo preferito: lasagne. Musicista/gruppo preferito: Arctic Monkeys. Canzone preferita: Do I Wanna Know? Attore/attrice preferito: Chris Hemsworth. Film preferito: Saw, ma in generale tutti i thriller. Libro preferito: Il cacciatore di aquiloni. Il tuo giocatore preferito? Lebron James. Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Passeggiata in spiaggia con il mio cane. Il tuo obiettivo da giocatrice: dare il massimo per raggiungere qualche soddisfazione. Il tuo obiettivo nella vita: realizzarmi. Il viaggio ideale? Bora Bora. Per te l'Happy Basket è: una famiglia adottiva. 5 cose da portare su un'isola deserta: tenda, sacco a pelo, zaino, cibo e acqua (suggerito dalla scout Asia Lazzarini👌).

Nome: Lisa. Ruolo: guardia/ala. Nata a: Rimini. Il: 18/09/2002. Un tuo pregio: affrontare gli impegni che mi prendo con serietà e responsabilità. Un difetto: essere troppo riservata e autocritica. Il tuo punto di forza come giocatrice: il tiro da fuori. In cosa devi migliorare: passaggio e penetrazione a canestro. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita? Segnare da fuori area e da tre punti. Perché hai iniziato a giocare a basket? Nella scuola elementare che frequentavo c’erano il corso di pallavolo, che inizialmente ho deciso di frequentare, e quello di basket. Sono rimasta incuriosita, vedendo le altre bambine correre da una parte all’altra del campo per fare canestro. Dalla prima lezione ho capito che faceva per me. Cibo preferito: pasta di ogni tipo. Cantante preferito: Briga. Canzone preferita: I lived. Libro preferito: Il nome della rosa di Umberto Eco. Il tuo giocatore di basket preferito: Luca Vitali, perché in ogni istante fa ciò che è meglio per la squadra senza preoccuparsi del suo tabellino personale. Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Leggere e andare in bicicletta. Il tuo obiettivo da giocatrice: migliorare fino a raggiungere il mio limite massimo. Il tuo obiettivo nella vita: fare di tutto per mettere in pratica i miei ideali e ciò che mi piace fare. Il viaggio ideale: assistere dal vivo a un’edizione dei giochi olimpici. Per te l’happy basket è: una ragione di vita. 5 cose da portare su un’isola deserta: una barca con i remi, un canestro, un pallone, musica, una coperta.

Nome: Alessia. Ruolo: Guardia/Ala. Nata a: Rimini. Il: 06/02/2002 Un tuo pregio: determinazione, forza di volontà. Un difetto: sono testarda e introversa. Il tuo punto di forza come giocatrice: velocità. In cosa devi migliorare? Sulla fIducia e tecnicamente. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita ? Rubare palla e andare in contropiede e stoppare. Perché hai iniziato a giocare a basket? La danza non faceva per me, a 6 anni ho provato e mi sono subito innamorata. Cibo preferito: Carbonara. Musicista/gruppo preferito: Marco Mengoni. Canzone preferita: non la ho, variano. Attrice preferita: Shailene Woodley Film preferito: Divergent. Il tuo giocatore di basket preferito? Perché? Stephen Curry perché per la tecnica, Russel Westbrook per la fisicità, la tenacia, la forza e l'agilità. Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Guardare serie tv o fare sport. Il tuo obiettivo da giocatrice: Migliorare sempre di più. Il tuo obiettivo nella vita: per ora finire di studiare, poi vedremo. Il viaggio ideale? Sicuramente negli USA. Per te l'Happy Basket è: la mia seconda famiglia. 5 cose da portare su un'isola deserta: Cibo, acqua, radio, palla, coltello.

HAPPY BASKET-San Lazzaro 73-50 (12-15; 23-7; 22-15; 16-13), giocata sabato 13/4 Happy Basket: Novelli 12, Nanni 2, La Forgia 11, Palmisano 12, Palmisani 2, Pignieri 6, Tosi 2, Renzi 9, Farinello 7, Borsetti, Poplawska La. 2, Lazzarini A. 8. All. Rossi. San Lazzaro: Chichinato 1, Ghigi 11, Benadduce 8, Averto 6, Muggioli 5, Raffaelli 17, Viviani 2. All. Dalè. La RenAuto è in Serie B! Inutile girarci intorno, "spoileriamo" subito il finale di una serata storica. Col successo su San Lazzaro, infatti, le rosanero di coach Pier Filippo Rossi vincono per la prima volta il campionato di Serie C e conquistano sul campo l'accesso alla categoria superiore. In una Carim gremita, San Lazzaro, pur rimaneggiata e senza nessun tipo di ambizione, non recita affatto la parte della vittima sacrificale, ma gioca la propria gara e rende alla RenAuto la vita difficile per circa 15'. Le ospiti chiudono la prima frazione in vantaggio sul 12-15; la RenAuto sbaglia qualche buona conclusione in avvio, poi si incarta un po' in attacco, ma continua a correre e a stancare le avversarie. I risultati si vedono nella parte centrale di gara: il secondo quarto, soprattutto, e il terzo sono un monologo rosanero. All'ultima pausa sul tabellone è impresso un eloquente 57-37, che trasforma l'ultima frazione in una formalità, nonostante San Lazzaro continui stoicamente a resistere. Il finale è un crescente tripudio del pubblico, suggellato dalla sirena, dai coriandoli e dal prosecco... La RenAuto è in Serie B, risultato eccezionale ed inaspettato ad inizio stagione, conquistato meritatamente da un grande gruppo di giocatrici, guidato da uno staff che ha saputo far rendere tutte al meglio. «Devo ringraziare le ragazze - attacca coach Rossi -, perché hanno fatto un lavoro straordinario. Ci siamo presi quello che, giornata dopo giornata ci siamo guadagnati sul campo».

Nome: Laura. Ruolo: Ala-Centro. Nata a: Rimini . Il: 11 settembre 1999. Un tuo pregio: altruista e determinata dentro e fuori dal campo. Un difetto: testarda e un pò pignola. Il tuo punto di forza come giocatrice: giocare in post basso e in difesa. In cosa devi migliorare? Nel tiro da fuori area e nei tiri liberi (il mio tallone d'achille). Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita? Prendere il rimbalzo in attacco facendo canestro e sicuramente stoppare! Perché hai iniziato a giocare a basket? Alle elementari un allenatore è venuto nell'ora di ginnastica a farci provare questo sport e da li me ne sono innamorata ed è da 12 anni che lo considero la mia medicina e la mia valvola di sfogo. Cibo preferito: pizza. Musicista preferito: Jovanotti, Cremonini e molti altri... Canzone preferita: Marmellata #25 di Cesare Cremonini. Attore/attrice preferito: tanti, il primo che mi viene in mente è Johnny Depp. Film preferito: American Sniper. Lettura preferita: mi piacciono molto i libri gialli, ad esempio quelli di Agatha Christie. Il tuo giocatore di basket preferito? Perché? Sicuramente Lebron James per le sue giocate vicino al canestro, ma tifo comunque per tutti. Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Cucinare, soprattutto dolci, ascoltare la musica, andare a camminare al mare, anche se ho veramente poco di tempo libero. Il tuo obiettivo da giocatrice: prefissarmi degli obiettivi e raggiungerli giocando di squadra. Il tuo obiettivo nella vita: essere determinata in quello che faccio, rimanendo sempre me stessa e a testa alta. Il viaggio ideale? Visitare i posti meravigliosi dell'Australia: se potessi partirei anche subito. Per te l'Happy Basket è: una società che mi ha accolto fin da subito e che è diventata in poco tempo la mia seconda famiglia. 5 cose da portare su un'isola deserta: acqua, cibo a non finire, musica, occhiali da sole e un libro da leggere.

Bologna BS-HAPPY BASKET 53-43 (21-10; 4-14; 16-6; 12-13), giocata domenica 7/4. BBS: Montan 9, Muscedere, Bardasi 9, Giancane 7, Caracchi 17, Arbelti 2, Rinnovasi, Biguzzi 4, Mota, Adami 2, Onofri 3. All. Buccarella. HAPPY BASKET: Novelli 7, Nanni 4, La Forgia 14, Palmisani, Pignieri, Tosi, Renzi 4, Farinello 5, Borsetti, Poplawska Li., Poplawska La. 9, Lazzarini A.. All. Rossi Arbitri: Gallerani e Bertocchi di Bologna Nella penultima giornata di campionato la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi scende in campo contro la Basket School per provare a chiudere il discorso promozione: di fronte un'avversaria forte e motivata a vincere per mantenere il terzo posto in classifica ed avere il vantaggio del campo nel primo turno playoff. Come successo all'andata è Bologna a partire meglio: l'Happy, priva di Marta Palmisano, non ha il consueto ritmo in difesa, sbaglia tante conclusioni facili in attacco - 16/68 la percentuale complessiva dal campo a fine gara - e chiude sotto 21-10 alla prima pausa. Il secondo quarto sembra proseguire sulla stessa linea, visto che le padrone di casa allungano sul 24-10, ma a questo punto cambia tutto: la RenAuto inizia a difendere per davvero e corre bene in attacco. Parzialone di 1-14 e all'intervallo lungo il match è in quasi in completo equilibrio, 25-24. A livello statistico colpiscono i 15 falli commessi dalla rosanero, contro gli appena 4 di Bologna. Al ritorno in campo l'inerzia cambia ancora e, come in avvio, la Basket School strappa, grazie ad una impressionante serie di triple: 10-0 di parziale per il 35-24. L'Happy prova a ricucire, grazie al positivo ingresso di Laura Poplawska, ma contro la zona fatica a segnare con continuità. All'ultima pausa Bologna è avanti 41-30. Il quarto quarto non regala particolari emozioni: le padrone di casa controllano e alla RenAuto manca la forza per reagire. Finisce 53-43. «Bologna ci aveva dato fastidio anche all'andata - spiega coach Rossi - ed in questo momento, tra assenze, infortuni e calo di condizione facciamo fatica a trovare continuità. In difesa le ragazze si sono sbattute, ma in attacco, secondo quarto a parte, non ci è venuto niente. La squadra ha fatto una stagione strepitosa, perfetta fino a quindici giorni fa: proveremo a fare un ultimo sforzo per prenderci quello che ci siamo meritati». La RenAuto tornerà in campo alla Carim sabato 13 aprile, alle ore 21.00, per il match con il Basket San Lazzaro.

Nome: Asia. Ruolo: Guardia/Ala. Nata a: Cesena. Il: 16 Marzo 2000. Un tuo pregio: grinta. Un difetto: sono sempre stata permalosa. Il tuo punto di forza come giocatrice: tirare da fuori. In cosa devi migliorare? Difendere e qualsiasi cosa legata alla mano sinistra. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita? Mi "gasa" segnare da 3 dall'angolo. Perché hai iniziato a giocare a basket? Non riuscivo a trovare uno sport che mi piacesse e così ho seguito le orme di mio fratello che giocava a basket: è stato amore a prima vista! Cibo preferito: il cibo romagnolo! Cantente preferito: Marco Mengoni Canzone preferita: Hanno ucciso l'uomo ragno. Attore/attrice preferito: tutti gli attori della serie TV Grey's Anatomy (sono un po' fissata)... Film preferito: Jumanji. Libro preferito: la trilogia di Divergent. I tuoi giocatori di basket preferiti? Ne ho tre! Cecilia Zandalasini, Allen Iverson e Kyrie Irving. Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Dormire il più possibile. Il tuo obiettivo da giocatrice: non smettere mai di giocare e divertirmi. Il tuo obiettivo nella vita: avere una famiglia e un lavoro che mi piace. Il viaggio ideale? In montagna o in luoghi naturali. Per te l'Happy Basket è: una seconda famiglia. 5 cose da portare su un'isola deserta: cibo e acqua ovviamente, sacco a pelo, crema solare e una palla da basket.