Serie C

  HAPPY BASKET-Libertas Forlì 85-28 (22-4; 23-7; 19-8; 21-9), giocata domenica 18/11. HAPPY BASKET: Novelli 14, Re 17, Nanni 3, La Forgia 11, Palmisano 2, Palmisani 3, Pignieri 7, Tosi 2, Renzi 6, Farinello 9, Lazzarini A. 11. All. Rossi Libertas Forlì: Albano, Guidi, Feliciotto 2, Frassineti, Luccaroni 12, Diagne 2, Suprani 6, Pinza 2, Terranova C., Laizaia, Terranova I. 4. All. Griffin Alla palestra Carim va in scena l'Happy Riviera Day e così, dopo il match dell'NTS Riviera Basket e un "terzo tempo" di festa, scende in campo l'imbattuta RenAuto di coach Pier Filippo Rossi per cercare il terzo successo contro la Libertas Forlì. E i due punti arrivano col minimo sforzo, perché le forlivesi non oppongono alcuna resistenza alla cavalcata rosanero e la partita fin dalla palla due non ha storia. E' sufficiente dare un'occhiata ai parziali e al 45-11 con cui si chiude il primo tempo, con le ospiti che segnano 6 punti negli ultimi 3' prima dell'intervallo. «Partita senza storia - commenta coach Rossi -; ho preferito fare giocare di più le Senior e dare campo a Laura Renzi che stiamo inserendo. Le U18 hanno riposato un po' di più, avendo giocato ben tre partite in settimana. Adesso comincia la parte difficile e ci dovremo preparare bene perché da qui sino a Natale arriveranno partite molto combattute». E l'Happy Riviera Day? «Bella giornata, molto coinvolgente. La Carim era piena di gente, è stato bel momento di festa». La RenAuto tornerà in campo a Faenza sabato 24 novembre, alle ore 20.30, per il match con il Faenza Futura Basket.

Capra Team-HAPPY BASKET 61-74 (15-13; 17-22; 11-11; 18-28), giocata sabato 10/11. Capra Team: Quercioli, Pirazzoli, Maioli 2, Morigi 26, Bagioni 6, Gentile 16, Rani 2, Negri, Stevanovic 2, Pirazzini 7, Fabbri, Amaini. All. Laghi HAPPY BASKET: Novelli 19, Re 8, Nanni 4, La Forgia 3, Palmisano 19, Palmisani 4, Pignieri 11, Tosi 2, Farinello, Borsetti 2, Lazzarini A. 2. All. Rossi Arbitro: Stefanelli Riesce alla perfezione il piano partita della RenAuto di coach Pier Filippo Rossi: a Ravenna le rosanero mantengono intensità e pressione difensiva per tutti i 40' e con un super quarto quarto battono una squadra tosta ed espugnano un campo ostico. Per 30' la partita rimane in equilibrio, con le padrone di casa che sia aggiudicano il primo quarto e l'Happy che porta a casa il secondo e il vantaggio all'intervallo, + 3 sul 32-35. Il secondo tempo sembra ripercorrere il medesimo canovaccio, ma dopo una terza frazione in perfetta parità, 11-11, Ravenna crolla contro il ritmo della RenAuto, che confeziona un quarto da 28 punti e porta a casa la partita con uno sprint irresistibile. Statisticamente merita menzione il secondo tempo di Marta Palmisano, che segna tutti i suoi 19 punti nella ripresa. «Non sarà facile per nessuno venire a vincere qui - commenta coach Rossi -, le ragazze sono state bravissime a fare quello che avevo chiesto, giocando come una squadra e mantenendo l'atteggiamento giusto, diversamente dalla gara d'esordio. Abbiamo giocato un grandissimo quarto quarto e grazie alla continua pressione difensiva abbiamo sfiancato le nostre avversarie, nonostante sia stato costretto a ruotare meno del solito perché l'U18 gioca sia lunedì, che mercoledì. Senza qualche errore di troppo in contropiede avremmo segnato più di 80 punti, sono molto contento, la squadra produce gioco». La RenAuto tornerà in campo alla Carim domenica 18 novembre, alle ore 18.00, per il match con la Libertas Forlì.

HAPPY BASKET-Women Basket College 81-50 (16-9; 20-16; 27-7; 18-18), giocata lunedì 5/11. Happy Basket: Novelli 9, Re 16, Nanni 12, La Forgia 2, Palmisano 4, Palmisani 2, Pignieri 10, Tosi 12, Farinello 3, Borsetti 9, Lazzarini A. 2, Lazzarini N.. All. Rossi Women College: Melloni 8, Bozzoli 5, Dinaro 2, Biagiola 10, Montanari 5, Garutti 11, Mantovani 9. All. Bergamini Arbitro: L. D'Angelo Sul linoleum azzurro delle scuole Bertola la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi fa il proprio esordio in campionato contro Finale Emilia: l'allenatore riminese sceglie un quintetto composto da Novelli, Re, Farinello, Palmisano e Borsetti. La partita viaggia subito su ritmi alti: dopo un paio di errori in transizione, Re segna il primo canestro ufficiale della stagione. L'Happy crea molto, ma sbaglia tanto e non mette punti a referto, nonostante i rimbalzi offensivi garantiscano secondi e terzi tiri. Dopo 4' di gioco le ospiti impattano sul 3-3, ma tre liberi di Nanni riportano avanti le rosanero, 6-3. Finale prova a riavvicinarsi, ma a 2'30" dal primo mini-riposo Re trova il massimo vantaggio, 14-8. Le Women Basket può contare su sette giocatrici appena ma riesce ad essere aggressiva in difesa; la RenAuto continua così a sbagliare, e non concretizza il gioco sviluppato. Si va alla pausa sul 16-9. Al rientro l'Happy accelera e mette subito un 4-0 di parziale per il nuovo massimo vantaggio, 20-9. Le rosanero potrebbero scappare, ma nuovamente Finale si avvicina, 26-19 a metà quarto, poi 28-23 e partita di nuovo in equilibrio. La gara non decolla e la confusione la fa da padrona; a 1' dall'intervallo, però, la RenAuto ha una fiammata e Asia Lazzarini, Pignieri e Tosi confezionano il break di 6-0 che mette 11 punti tra le due squadre. All'intervallo l'Happy è avanti 36-25. Al rientro in campo coach Rossi sceglie un quintetto piccolo: La Forgia, Nanni, Re, Tosi e Pignieri. La scelta paga: ritmo forsennato, recuperi e contopiedi valgono un 10-0 corale che spacca la partita, 46-25. La forbice si allarga ulteriormente e sul 52-29 le ospiti, esauste, sono costrette a chiamare time-out. Un libero di Farinello dà all'Happy il massimo vantaggio, 28 punti sul 57-29, con 3' da giocare nel quarto. Un canestro di Re fissa il punteggio all'ultima pausa sul 63-32. La quarta frazione non cambia nulla nella sostanza, ma meritano una citazione l'unica tripla Happy di Valeria Nanni e qualche bella giocata di Borsetti nel cuore dell'area. Finale alle Bertola: RenAuto 81, Women College 50. «Nel primo tempo ci siamo giocate contro - spiega coach Rossi -, speriamo di capire velocemente perché; durante l'intervallo, poi, abbiamo chiarito alcune cose e siamo andate meglio, ma la partita non era in discussione. Nel complesso comunque siamo state supponenti e abbiamo giocato con sufficienza: oggi non c'è stato problema, vedremo sabato a Ravenna. Primo tempo vergognoso, non abbiamo onorato la maglia, la società e nemmeno le nostre avversarie che sono venute in sette da Finale Emilia. Ci prendiamo la vittoria, ma mi aspetto una reazione a livello di atteggiamento. Certo, la squadra è ancora in fase di assemblaggio con Renzi e Varmolova non ancora in gruppo, ma sono rimasto sorpreso dal nervosismo di oggi, anche perché ieri le U18 avevano giocato una buonissima partita. Stasera potevamo divertirci, ma non lo abbiamo fatto». La RenAuto tornerà in campo a Ravenna sabato 10 novembre, alle ore 21.00, per il match col Capra Team.

HAPPY BASKET-Capra Team 60-51 (16-10; 11-10; 18-13; 15-18), giocata sabato 14/4. Happy Basket: Novelli 16, Re 13, Fattori 2, Saponi 8, Palmisani 3, Prasal, Tosi 6, Sarti, Girelli 12, Borsetti, Poplawska Li., Poplawska La.. All. Rossi. La RenAuto di coach Pier Filippo Rossi chiude la stagione 2017/2018 con una vittoria davanti al proprio pubblico: sul parquet della palestra Carim le rosanero battono Ravenna imponendo il proprio gioco fin dalle prime battute e solo per qualche errore di troppo nell'ultimo periodo non accumulano un vantaggio proporzionato alla mole di gioco sviluppato. Una vittoria costruita come da caratteristica della squadra sull'ottimo lavoro difensivo e sui conseguenti, rapidi, cambiamenti di fronte. Un successo pieno e meritato contro una buona squadra, che chiude una stagione positiva, pur col rammarico di non aver agganciato per un soffio il treno playoff. «Sono sicuro che se non avessimo dovuto rinunciare ad una o ad entrambe le nostre guardie senior, Novelli e Re, per 16 partite complessive e a Prasal per tre mesi e mezzo ci saremmo guadagnati la post season - spiega coach Rossi -, perché la squadra al completo ha dimostrato di poter essere competitiva. I tanti infortuni hanno costretto le under a prendersi responsabilità per le quali non sono ancora pronte, a livello di Serie C, ma le ragazze hanno comunque retto bene la categoria e sono cresciute tanto, fatto che ha permesso loro di giocare con personalità e maturità il campionato Under 18 con gli ottimi esiti che conosciamo (accesso allo spareggio per l'interzona, ndr). Stasera, nonostante il risultato non contasse per la classifica, è stata partita vera, perché Ravenna ha cambiato squadra rispetto all'andata e nel ritorno ha fatto molto bene: la squadra ha una buona gara, sono contento. Per quanto mi riguarda è stato tutto estremamente nuovo, emozionante, divertente, faticoso e, soprattutto, ricco di tante soddisfazioni. Ci sono stati miglioramenti singoli e di squadra: le ragazze mi hanno seguito e hanno avuto un atteggiamento super per tutto l'anno».

Mirabello-HAPPY BASKET 41-77 (7-17; 16-24; 14-17; 4-19), giocata sabato 7/4. HAPPY BASKET: Novelli 17, Re 25, Fattori 4, Saponi 1, Palmisani 5, Tosi 12, Sarti 2, Girelli 9, Borsetti 2. All. Rossi Comoda vittoria per la RenAuto, che batte senza patemi il fanalino di coda Mirabello con una prova convincente e continua. Le rosanero partono subito bene e allungano quarto dopo quarto: all'intervallo sono già avanti di 18 lunghezze sul 23-41, amministrano nel terzo periodo e allungano ulteriormente nel finale. «Per quanto fosse una partita facile le ragazze sono state brave ad interpretarla - spiega coach Pier Filippo Rossi - e a mettere in pratica quanto provato in allenamento, soprattutto in attacco. Avevo chiesto di onorare il campionato, nonostante la mancanza di obiettivi, e di chiudere bene la stagione e la squadra mi ha ascoltato. Stasera le senior ci hanno trainato, anche perché ho cercato di preservare le U18, dal momento che ci giochiamo l'accesso all'interzona nelle prossime settimane». La RenAuto tornerà in campo alla Carim sabato 14 aprile, alle ore 19.00, per il match con il Capra Team Ravenna.

Basket Budrio-HAPPY BASKET 51-37 (14-12; 16-6; 9-13; 12-6), giocata domenica 25/3. Happy Basket: Novelli 15, Re 3, Fattori 2, La Forgia 4, Saponi 2, Palmisani, Pignieri 2, Prasal, Sarti, Girelli 4, Borsetti, Poplawska Li 5.. All. Rossi Abbandonate definitivamente le chances playoff, la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi, priva di Tosi e Laura Poplawska, esce sconfitta dal campo di Budrio dopo una prova sottotono rispetto alle ultime uscite Dopo un primo quarto in equilibrio le padrone di casa allungano nella seconda frazione, approfittando della sterilità offensiva dell'Happy aggravata dall'uscita di Re, che non rientrarà più, per una botta (niente di grave) alla testa. All'intervallo Budrio è avanti di 12 sul 30-18. AL rietro in campo le rosanero reagiscono e con un parziale di 13-9 si riavvicinano sotto la doppia cifra, 39-31 al 30'. Nel quarto quarto però Budrio riallunga e va a vincere. «Brutta partita in cui purtroppo non avevamo più niente da giocarci in chiave play-off - spiega coach Rossi -. In più ho dovuto fare il possibile per dare non tenere troppo in campo le U18 che oggi - lunedì 26/3 - e giovedì giocheranno due gare fondamentali per il campionato Elite». La RenAUto tornerà in campo a Terre del Reno (FE) sabato 7 aprile, alle ore 20.00, per il match con la Basket Academy Mirabello.

Bologna Basket School-HAPPY BASKET 39-42 (13-12; 4-8; 9-10; 13-12), giocata sabato 17/3. HAPPY BASKET: Novelli 6, Re 10, Fattori, La Forgia 4, Saponi, Palmisani 10, Pignieri 8, Sarti, Girelli 4, Borsetti, Poplawska Li., Poplawska La.. All. Rossi La RenAuto di coach Pier Filippo Rossi torna da Bologna con i due punti e tiene vive le speranze di play off. L'Happy Basket contro la BBS parte male e rimane senza segnare per quasi 5', poi, finalmente, si sblocca in attacco e, soprattutto, chiude il canestro in difesa: alle padrone di casa vengono concessi appena 17 punti in tutto il primo tempo e di questi ben 13 realizzati dalla lunetta. All'intervallo la RenAuto è sopra di 3 sul 17-20. Le rosanero mantengono il vantaggio per tutto il terzo quarto e a cavallo tra le ultime due frazioni indovinano l'allungo che vale il +10. La BBS si sveglia negli ultimi 3' e prova a rimettersi in partita, ma l'Happy è attenta ad amministrare la dote e a portare a casa un successo meritatissimo. «Le ragazze sono state davvero brave - spiega coach Rossi -, diversamente non si vince con 42 punti segnati. Sono molto contento, sia per il morale, sia perché possiamo ancora provare a giocarci delle chance in chiave playoff. Ho chiesto alla squadra di interpretare le ultime tre gare come se fossero tre finali: so che se siamo al completo ce la possiamo giocare con tutti. Anche oggi abbiamo tirato malissimo, ma la squadra è molto migliorata in difesa e ho visto un'altra concentrazione e una gran voglia di vincere senza mollare mai». La RenAuto tornerà in campo a Budrio (BO) domenica 25 marzo, alle ore 18.00, per il match con il Basket Budrio.

HAPPY BASKET-Faenza Futura 78-54 (20-10; 24-16; 21-21; 13-7), giocata sabato 10/3. Happy Basket: Novelli 15, Re 16, Fattori, La Forgia 6, Saponi 3, Palmisani 12, Pignieri 18, Prasal 1, Girelli 7, Borsetti, Poplawska Li., Poplawska La. 2. All. Rossi Sul linoleum azzurro delle scuole Bertola - indisponibile la palestra Carim - la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi affronta Faenza Futura alla ricerca di un successo che manca dal 20 gennaio. Ancora assente Tosi, coach Rossi sceglie un quintetto di partenza composto da Re, Novelli, Pignieri, Palmisani e Girelli. I primi due punti del match li realizza Re dalla lunetta. L’Happy è molto intensa in avvio, aggredisce in difesa fin dalla rimessa e gira bene la palla in attacco, mettendo a segno un immediato parziale di 10-2. Squadre giovani, ritmo alto: ne segue una partita veloce in cui si cerca di non far schierare la difesa avversaria. A trarne vantaggio sono le rosanero, forti di un maggior tasso tecnico, più organizzate e decisamente più a fuoco. Al primo mini-riposo la RenAuto è avanti 20-10. Al rientro in campo Faenza ha un altro piglio e infila un parziale di 7-2 che dimezza lo svantaggio, 22-17. Sul 23-19 coach Rossi è costretto a chiamare un time-out per “svegliare” le sue: la sospensione sortisce effetto immediato e l’Happy trova un contro-parziale di 7-0 che ristabilisce le distanze. Due liberi di Re danno alla RenAuto il massimo vantaggio, +12, sul 38-26 e il via ad un ulteriore strappo che porta le squadre al riposo lungo sul 44-26. Una tripla di Girelli in apertura di secondo tempo porta l’Happy sopra i venti punti di vantaggio, 47-26. Partita in controllo e vantaggio che tocca anche il +28 sul 56-28. A questo punto la partita vive di sussulti: prima un parziale di 13-2 riporta Faenza a -17, poi due triple di Palmisani ricacciano indietro le ospiti, che però si riavvicinano nuovamente fino al 65-47 con cui si chiude la frazione. Il quarto quarto comincia all’insegna della confusione: le squadre corrono, ma la fatica porta a tanta imprecisione di cui, nel complesso, approfitta Faenza che rosicchia qualche altro punto, raggiungendo il -14 sul 65-51. 7 punti consecutivi di Pignieri ridanno ossigeno alla RenAuto che torna sul +20, 73-53. Gli ultimi cabestri servono solo a fissare il punteggio finale: l’Happy Basket ritrova il sorriso battendo Faenza Futura col punteggio di 78-54. «Oggi eravamo quasi al completo e in settimana abbiamo potuto fare qualche allenamento in più tutte insieme - spiega coach Rossi -: contro una squadra che all'andata ci aveva creato dei grossi problemi, la partita è finita dopo 25'. Abbiamo giocato con l'intensità giusta ed il giusto ritmo, anche se non siamo ancora a posto fisicamente e se andiamo un po' in difficoltà quando entriamo nelle rotazioni. Oggi comunque abbiamo segnato quasi 80 punti e le ragazze sono state molto brave nei momenti di difficoltà a rimettere sui binari giusti la partita reagendo prontamente : è una vittoria che ci serviva per aver maggiore tranquillità». La RenAuto tornerà in campo a Bologna sabato 17 marzo, alle ore 20.00, per il match con il Bologna Basket School.

HAPPY BASKET-Nuova Virtus Cesena 36-57 (16-18; 10-11; 7-15; 3-13), giocata sabato 3/3. Happy Basket: Novelli 5, Re 5, Fattori 2, La Forgia 3, Saponi, Palmisani 3, Pignieri 12, Prasal 1, Girelli 3, Borsetti, Poplawska Li. 2, Poplawska La.. All. Rossi Contro la capolista Cesena la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi gioca un gran primo tempo, ma alla lunga paga la stanchezza e, soprattutto, la maggior fisicità delle avversarie. L'Happy Basket recupera Re, ovviamente non al top, ma deve rinunciare a Tosi per un problema al ginocchio; nonostante questo le rosanero nei primi 20' giocano alla pari, rimanendo staccate di un solo possesso. La Nuova Virtus all'intervallo è infatti sopra di tre sul 26-29. Cesena tuttavia è squadra esperta e di gran valore e allunga nella terza frazione per poi sprintare verso la vittoria negli ultimi 10'. «Abbiamo giocato un primo tempo super - commenta coach Rossi - alla pari contro la miglior squadra del campionato, pur senza esserci praticamente mai allenate negli ultimi dieci giorni a causa del maltempo. Ho ruotato tutte le ragazze, ricevendone buoni segnali: se recuperiamo bene quelle ferme da tempo potremo dire la nostra nelle prossime partite». La RenAuto tornerà dunque alla palestra Carim sabato 10 marzo, alle ore 19.00, per il match con Faenza.

Angels-HAPPY BASKET 59-58 (18-19; 11-21; 12-10; 17-8), giocata domenica 11/2. Tabellino:  Novelli 11, Fattori, La Forgia 2, Saponi, Palmisani 6, Pignieri 7, Prasal 2, Tosi 10, Girelli 16, Borsetti, Poplawska Li., Poplawska La. 4. All. Rossi Nel derby con Santarcangelo la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi fa e disfa, gioca un gran primo tempo ma si blocca nella ripresa e si lascia così "scippare" il referto rosa dalle Angels. L'Happy parte bene e con Girelli e La Forgia va subito avanti 4-0. Le rosanero sono più lucide e attaccano meglio, ma le Angels hanno una Lazzarini in serata e rimangono in scia. AL 5' la RenAuto è avanti sul 9-12; le difese fanno meglio degli attacchi, che non riescono a trovare continuità. Un tripla di Novelli a 2' dal primo mini-intervallo dà il massimo vantaggio, +6 sull'11-17, ma le padrone di casa si riavvicinano subito ed il primo quarto si chiude sul 18-19. Ad inizio secondo quarto le Angels trovano il primo vantaggio, 20-19, con Varzamova e allungano con unatripla di Morigi G., 23-19. Dopo quasi 5' di sterilità offensiva l'Happy ha un sussulto e con Tosi e Girelli, tripla, torna a -1, 29-28. Ancora Tosi segna il canestro del nuovo vantaggio, 29-30. Con 2' da giocare nella frazione l'attacco Happy svolta, grazie ad una Girelli in gran spolvero che firma quattro canestri consecutivi ed un libero, assegnato per un tecnico a Roberta Morigi: parziale di 9-0 per la RenAuto che chiude il primo tempo avanti di 11, sul 29-40. Al ritorno in campo le Angels trovano subito un parziale di 8-2 che costringe coach Rossi al time-out, 37-42. Dopo la sospensione la RenAuto ritrova intensità in difesa a si riporta a +9, 37-46, ma due/tre errori in transizione, senza alcuna contestazione da parte della difesa, costano un vantaggio più cospicuo: l'Happy riesce comunque ad arrivare all'ultimo mini-riposo con le stesso margine sul 41-50. L'ultimo quarto si apre con un nuovo parziale per le padrone di casa, 5-0, e partita che torna in equilibrio, 46-50. Tripla di Morigi e Angels a -3, 51-54. La difesa rosanero fatica a contenere Leardini che segna e concede secondi tiri alle proprie compagne, arpionando rimbalzi offensivi. Varlamova forza una conclusione con l'attacco incartato, ma trova, con un po' di fortuna, il canestro del 53-54. Santarcangelo ha per quattro volte il tiro per passare davanti, ma la difesa tiene. Purtroppo l'attacco Happy non segna più e, così, al quinto tentativo, Giulia Morigi segna la tripla del vantaggio, 56-54, con 1' da giocare. A 10" dalla sirena Roberta Morigi segna i due liberi che sembrano chiudere la contesa, ma Novelli realizza una tripla immediata da otto metri e tiene incredibilmente la gara viva, 59-58. La RenAuto, naturalmente, commette subito fallo dopo la rimessa: Giulia Morigi ha due liberi, ma li sbaglia entrambi; rimbalzo di Girelli ma con meno di 3" la RenAuto non riesce a costruirsi un tiro e la partita finisce. «Le nostre giovani cresceranno - spiega coach Rossi - e partite come questa le porteremo a casa. Abbiamo giocato due grandissimi quarti, anche sopra le nostre possibilità, benissimo in attacco e bene in difesa. Purtroppo ancora ci manca la cattiveria per chiudere le partite: nel terzo quarto abbiamo buttato via diverse occasioni facili per portarci anche a +15. Non mi è piaciuto l'atteggiamento del secondo tempo, perché le ragazze si sono demoralizzate e non hanno lottato nonostante fossimo in vantaggio. Quando facciamo canestro con percentuali normali prendiamo buoni margini, quando cominciamo a sbagliare ci blocchiamo, anche perché contro la zona non abbiamo ancora la maturità per pensare. Almeno abbiamo mantenuto la differenza canestri». La RenAuto tornerà in campo alla palestra Carim sabato 24 febbraio, alle ore 19.00, per il match con la Virtus Medicina.