Under 16

Russi-HAPPY BASKET 39-31 (10-12; 12-6; 6-7; 11-6), giocata sabato 13/1. La RenAuto U16 incappa in una serata decisamente negativa e si inceppa a Russi dopo un buon avvio. I primi 5' di gara sono infatti promettenti, ma poi l'attacco si blocca e arrivano tanti errori da sotto, anche in contropiede solitario. Contestualmente la difesa molla e così, pur senza fare nulla di speciale, le padrone di casa conquistano la vittoria. «Non abbiamo giocato bene - commenta l'assistente allenatrice Cecilia Ferri -: dopo una buona partenza siamo andate in black-out. Non dobbiamo comunque abbatterci, perché c'è margine di miglioramento, ci crediamo e cercheremo di fare meglio già dalla prossima partita». L'U16 tornerà in campo alle scuole Bertola lunedì 22 gennaio, alle ore 18.45, per il match con le Tigers Rosa.

HAPPY BASKET-Faenza 50-38 (10-11; 13-14; 12-6; 15-7), giocata lunedì 18/12. Tabellino: Comini 12, Mecozzi 11, Tiraferri 12, Gambetti 4, Poggi 4, Alessi 2, Grassia 2, Martinini 3, Tognacci, Muratori, Amzovska, Angelino. All. Bracolini Buon successo per la RenAuto U18 di coach Erika Brancolini, ma alle rosanero serve un tempo per prendere le misure alla gara. Nel prima metà, infatti, seppur in un sostanziale equilibrio è Faenza a tenere la testa avanti e a chiudere all'intervallo lungo avanti di due sul 23-25. Nel secondo tempo l'Happy cambia pelle e non concede più nulla in difesa, tanto che le ospiti segnano appena 13 punti nei complessivi 20' di gioco. Anche l'attacco è più efficace e così, una volta messa la testa avanti, la RenAuto allunga inesorabilmente e porta a casa una meritata vittoria. Successo di squadra, conseguenza della crescita di un gruppo compatto, abile a lavorare con intensità in difesa e a girare bene la palla in attacco. L'U16 tornerà in campo a Russi sabato 13 gennaio, alle ore 17.30, per il match con il Basket Club.

Faenza Bk Project-HAPPY BASKET 52-45 (13-6; 11-10; 13-19; 15-10), giocata venerdì 1/12. Tabellino: Poplawska Li. 7, Mecozzi 14, Poggi 5, Poplawska La. 6, Comini 7, Muratori 4, Martinini 2, Alessi, Tognacci, Grassia, Amzovska, Angelino. All. Giunchi In una palestra priva di riscaldamento l'U16 di coach Laura Giunchi non accende i motori, parte malissimo e, nonostante la reazione nella ripresa, non trova la rimonta vincente. Il primo tempo delle rosanero è disastroso: nessuna intensità nell'attaccare il canestro e nel difendere, troppo palle perse dal palleggio e appena 16 punti segnati in 20'. Durante l'intervallo scatta qualcosa, perché al rientro in campo l'Happy ha ben altro piglio, mette la quinta e raggiunge il pareggio ad inizio quarto quarto. Nel finale però un po' per la stanchezza, un po' perché Faenza si riprende, finisce la benzina e le padrone di casa vanno a vincere di sette lunghezze. «Dopo un primo tempo incommentabile avevo chiesto un riscatto alle ragazze - spiega coach Giunchi - e qualcosa nella ripresa si è visto, ma non si può sperare vincere con un approccio di gara del genere. Non è questo l'atteggiamento giusto: va bene stare con le amiche, va bene divertirsi, ma servono più impegno e più attenzione nel fare le cose». L’U16 tornerà in campo a Cervia sabato 9 dicembre, alle ore 18.00, per il match con l'Hellas Basket.

Nuova Virtus Cesena-HAPPY BASKET 39-43 (12-18; 8-8; 11-5; 8-12), giocata 29/11. Tabellino: Mecozzi 19, Poplawska La. 8, Grassia 2, Comini 6, Alessi 3, Martinini 3, Poplawska Li. 2, Tognacci, Poggi, Muratori, Amzovska, Angelino. All. Giunchi Gran bella vittoria per l'U16 di coach Laura Giunchi: le rosanero espugnano Cesena e agganciano proprio la Nuova Virtus al terzo posto in classifica. Le ragazze dell'Happy partono forte con grande intensità, lavorano bene con la difesa zone-press, sono reattive sulle pale vaganti e girano la palla in attacco. Ne scaturisce un immediato parziale di 8-0 che la RenAuto amministra fino al terzo quarto quando subisce il ritorno delle padrone di casa, che al 30' impattano sul 31-31. Potrebbe esserci un crollo mentale e invece l'Happy riprende in mano l'inerzia nel momento topico e va a vincere con pieno merito. «E' stata una delle migliori partite della stagione - commenta coach Giunchi -, le ragazze si sono aiutate in difesa con raddoppi e cambi e si sono cercate in attacco. Unico neo i tagliafuori difensivi: abbiamo concesso troppo sotto il nostro tabellone, sia in termini di rimbalzi, che di falli commessi dopo mancato tagliafuori, regalando in diverse occasioni giochi da tre punti. Comunque oggi siamo entrate cariche con l'atteggiamento giusto e abbiamo vinto una partita non facile contro una buonissima squadra». L’U16 tornerà in campo a Faenza venerdì 1 dicembre, alle ore 17.15, per il match con il Faenza Basket Project.

HAPPY BASKET-Junior RA 47-36 (12-11; 14-6; 10-4; 11-15), giocata mercoledì 22/11. Tabellino: Amzovska, Comini 4, Muratori 8, Tognacci, Alessi 2, Poplawska Li. 10, Angelino, Tiraferri 9, Elisa, Mecozzi 10, Poggi, Poplawska La. 4. All. Giunchi La RenAUto U16 di coach Laura Giunchi batte la Junior Ravenna, ma molla nel finale riaccendendo una gara già vinta. Partenza ottima per le rosanero, che, come da piano partita, attaccano le avversarie in velocità con passaggi lunghi e contropiedi e che contro la schierata non si lasciano intimorire dalla difesa a zona di Ravenna. La palla in attacco gira bene ed anche a rimbalzo offensivo l'Happy mostra la giusta aggressività: per 35' è una partita a senso unico, come dimostra il +16 di massimo vantaggio. Nei 5' finali, però, la RenAuto si adagia sugli allori e subisce il ritorno delle ospiti che arrivano fino al -8. La Junior si aggiudica così l'ultima frazione, ma non basta perché l'Happy ha un margine di sicurezza da gestire, sufficiente a portare a casa la vittoria. «Per oltre tre quarti abbiamo fatto una buona gara - commenta coach Laura Giunchi -, mettendo in pratica quello che ci eravamo proposte. Non accetto però l'atteggiamento degli ultimi minuti: la gara va giocata al massimo fino alla fine, mantenendo intensità e attenzione costanti. Mollare in questo modo non va assolutamente bene». L’U16 tornerà in campo a Cesena mercoledì 29 novembre, alle ore 18.15, per il match con la Nuova Virtus.

Tigers-HAPPY BASKET 97-50 (25-11; 28-14; 32-13; 12-12), giocata domenica 19/11. Tabellino: Comini 1, Poplawska La. 10, Mecozzi 21, Poplawska Li. 11, Gambetti 2, Amzovska 2, Poggi 3, Alessi, Tognacci, Grassia, Martinini, Angelino. All. Giunchi Contro la corazzata Tigers, forlivesi imbattute in campionato e prime per punti segnati con due gare in meno, l'obiettivo per la RenAuto U16 non poteva certo essere la vittoria, ma mostrare qualche piccolo miglioramento. «Contra la pressione delle Tigers abbiamo fatto molta fatica a portar palla e a farla girare in attacco - commenta coach Laura Giunchi -, tuttavia a sprazzi abbiamo mostrato una maggiore intensità, soprattutto nel lottare sulle palle vaganti, e abbiamo sfruttato bene alcune situazioni di contropiede». L’U16 tornerà in campo alle Bertola mercoledì 22 novembre, alle ore 19.00, per il match con Ravenna.

HAPPY BASKET-Basket Russi 43-30 (8-11; 12-7; 12-1; 11-11), giocata lunedì 6/11. Tabellino: Mecozzi 10, Poggi 6, Tiraferri 10, Comini 6, Del Fabbro 2, Grassia 4, Martinini 3, Angelino 2, Alessi, Tognacci, Innocenti, Gambetti. All. Giunchi Bel successo dell’U16 di coach Laura Giunchi che con un gran terzo quarto spacca in due un match fin lì in equilibrio e batte Russi nella quarta giornata di campionato. Le squadre partono entrambe col freno a mano tirato: le ospiti mettono in difficoltà l’Happy con due giocatrici molto fisiche, ma le rosanero tengono botta e anzi chiudono il primo tempo avanti di due, 20-18. A fare la differenza, come anticipato, è la terza frazione: la Ren-auto parte fortissimo e dietro concede appena un punto alle ospiti, infilando il 12-1 che decide la gara. La dote accumulata consente all’Happy di superare senza patemi un momento di sbandamento nel quarto quarto e di portare a casa la partita. «Ho chiesto alla ragazze di entrare in campo intense nel secondo tempo e loro lo hanno fatto - commenta coach Giunchi -. Non siamo andate benissimo ad inizio quarto quarto, forse per colpa delle rotazioni, ma poi le ragazze sono state brave a riprendersi. Nel complesso ci siamo mosse abbastanza bene in attacco, mentre in difesa abbiamo ancora parecchie lacune, anche se si è visto qualche piccolo miglioramento. Nota dolente i passi in partenza: decisamente troppe infrazioni, ci lavoreremo su in allenamento. Chi è entrata a gara in corso si è fatta trovare subito pronta e attiva e ha dato un contributo immediato: in particolare sottolineo il lavoro di Cecilia Alessi che ha messo in campo grande intensità, stringendo i denti nonostante un infortunio alla caviglia». L’U16 tornerà in campo a Forlì domenica 19 novembre, alle ore 17.30, per il match con le Tigers Rosa.

Faenza Futura-HAPPY BASKET 45-37 (16-9; 10-6; 10-12; 9-10). Tabellino: Tiraferri 6, Angelino, Poggi, Grassia, Comini 6, Poplawska Laura 8, Tognacci, Gambetti 7, Alessi 2, Martinini 2, Mecozzi 5, Poplawska Lisa 1. All. Giunchi L’U16 di coach Laura Giunchi esce sconfitta dal campo di Faenza, pagando la pessima partenza, che un buon secondo tempo non riesce a riscattare del tutto. L’approccio alla gara è infatti sbagliato e le padrone di casa ne approfittano allungando subito nel primo quarto ed incrementando in divario nel secondo. Si va così al riposo con l’Happy sotto di 11 sul 26-15. Nell’intervallo le cose vanno decisamente meglio e le rosanero si riavvicinano fino a toccare anche il -7, ma pagano lo sforzo della rimonta e Faenza tiene fino alla sirena. «Abbiamo sbagliato approccio - commenta coach Giunchi - e commesso troppi errori al tiro, soprattutto da sotto. Siamo partite sottotono, scollegate in difesa e troppo ferme in attacco. Era una partita alla nostra portata e avremmo potuto almeno giocarcela meglio, perché abbiamo subito situazioni offensive che conosciamo, visto che sono le stesse che utilizziamo noi. Errori a parte ci è proprio mancata l’intensità». L’U16 tornerà in campo alle scuole Bertola lunedì 6 novembre, alle ore 18.45, per il match con il Basket Club Russi.

HAPPY BASKET-Hellas Basket Cervia 36-35 Tabellino: Poplawska Lisa 5, Poplawska Laura 9, Martinini 3, Comini 7, Mecozzi 8, Alessi 2, Poggi 2, Tognacci, Grassia, Amzovska, Angelino, Tiraferri. All. Giunchi Dopo la sconfitta con Faenza coach Laura Giunchi aveva chiesto alle sue ragazze una maggiore intensità e contro Cervia la richiesta è stata nel complesso soddisfatta. In verità le ragazze dell’Happy partono un po’ scariche, sbagliano tanto anche in situazioni favorevoli e inseguono tutto il primo tempo, riuscendo a ridurre a quattro punti lo scarto con una tripla quasi sulla sirena. Al rientro dall’intervallo le rosanero incassano uno 0-6 di parziale in 30” che le porta a -10. Coach Giunchi allora cambia tutto il quintetto in cerca di nuove energie: la scelta si rivela azzeccata e dà il via alla lenta ma inesorabile rimonta. L’Happy adesso è intensa e più attenta, concede due soli punti alle avversarie nell’ultima frazione e va a vincere in volata. «Nel primo tempo abbiamo sbagliato tanto da sole - commenta l’allenatrice dell’Happy Basket -, con più attenzione in attacco potevamo chiudere in vantaggio all’intervallo. All’inizio eravamo ferme, poi pian piano abbiamo migliorato la circolazione e il gioco di squadra ribaltando il risultato. In difesa rispetto alla gara d’esordio abbiamo lavorato meglio sugli aiuti e abbiamo fatto tutta un’altra partita: mi è piaciuto il cambio di mentalità delle ragazze». L’U16 tornerà in campo a Faenza sabato 28 ottobre, alle ore 16.00, per il match con il Faenza Futura.

HAPPY BASKET-Faenza 31-41 Tabellino: Tognacci, Poggi 4, Grassia, Muratori, Mecozzi 4, Poplawska 6, Del fabbro, Angelino, Alessi 3, Tiraferri 7, Martinini 2, Comini 5. All. Giunchi Il Faenza Basket Project fa buon uso della propria superiorità fisica ed espugna il campo delle scuole Bertola nella gara d’esordio del girone C del Campionato Regionale U16. L’Happy Basket si tiene a contatto per 36’, ma le ospiti mantengono un costante vantaggio di 3/4 punti che incrementano nei minuti finali, andando a vincere con uno scarto più ampio di quanto visto in campo. «Non siamo state abbastanza intense - sottolinea coach Laura Giunchi - e abbiamo pagato, soprattutto in difesa, la nostra mancanza di attenzione. E’ un aspetto sul quale dobbiamo assolutamente crescere. Quando nel terzo quarto abbiamo giocato con maggior grinta abbiamo fatto vedere le cose migliori: a tal proposito mi fa piacere sottolineare la buona prova di Marta Poggi che, a dispetto della poca esperienza, ha mostrato il giusto atteggiamento. Faenza è sì una squadra più fisica, ma avremmo potuto vincere se avessimo avuto più costanza». L’U16 tornerà in campo alle scuole Bertola lunedì 23 ottobre, alle ore 18.45, per il match con l’Hellas Basket Cervia.