Under 16

HAPPY BASKET-Pol.Masi 56-53 (10-16; 15-7; 16-17; 15-13), giocata mercoledì 20/2 Tabellino: Poggi 4, Martinini, Innocenti 5, Comini 2, Tiraferri 27, Ricci, Mescolini 2, Gambetti 3, Guiducci 2, Vergine 2, Fulgenzi 2, Del Fabbro 7. All. Rossi Vittoria al cardiopalmo per la RenAuto U16, che batte la resistenza della Pol.Masi solo all'ultimo e incamera due punti meritatissimi: le rosanero di coach Pier Filippo Rossi giocano la consueta gara di carattere e rimettono in piedi una partita cominciata male, grazie ad gran secondo quarto, chiuso con un parziale di 15-7. All'intervallo sono due i punti di vantaggio, 25-23. La ripresa vede l'Happy tentare un paio di allunghi fino al +8, ma le ospiti sono brave a trovare le soluzioni per rientrare ed il match rimane in equilibrio fino alle ultime battute. Ad 1' dalla sirena, però, con la RenAuto avanti di due lunghezze, Gambetti dall'angolo trova la provvidenziale tripla del +5, che chiude una gara tostissima. Statisticamente impossibile non citare la prestazione di Agnese Tiraferri, autrice di 27 punti e di tanto altro, tra rimbalzi ed assist. «E' stata una gara molto difficile - spiega coach Rossi -, perché le nostre avversarie, grazie ad alcuni innesti, sono più forti rispetto all'andata, tanto da aver battuto Cavezzo la settimana scorsa; noi, poi, non ci allenavamo da giorni a causa dell'influenza. Per tutto questo non posso che dire "brave" alle ragazze, capaci, ancora una volta, di andare oltre le difficoltà». La RenAuto U16 tornerà in campo alla Carim domenica 24 febbraio, alle ore 17.00, per il match con il Basket Cavezzo.

HAPPY BASKET-Boiardo Scandiano 50-54 (18-13; 15-12; 8-18; 9-11), giocata sabato 9/2. Tabellino: Poggi 4, Martinini 5, Comini, Tiraferri 15, Ricci, Mescolini 8, Gambetti 6, Guiducci 1, Vergine, Battistel, Semprini, Del Fabbro 11. All. Rossi Alla Carim si festeggia l'"Oh, Happy Day", giornata tutta rosanero con RenAuto U16 e Serie C in campo una dopo l'altra: le U16 sono le prime a scendere in campo per affrontare il Boiardo Scandiano, squadra tosta e fisicamente superiore, in un match spareggio tra compagini a pari punti. Le rosanero partono benissimo in difesa, ma in attacco faticano contro la supremazia fisica delle ospiti e così, fino a metà quarto, il match rimane in equilibrio e a punteggio bassissimo. Poco alla volta, però, la RenAuto, partendo da un'eccellente pressione difensiva, trova i canestri che le permettono di infilare un parziale di 8-0 e di passare da 4-5 a 12-5 a 2' dal primo intervallino. Il quarto si chiude sul 18-13. Nella seconda frazione il copione rimane praticamente invariato: la grande pressione dell'Happy contro i centimetri di Scandiano, che spesso fatica a superare la metà campo, ma che poi si tiene in partita con secondi e terzi tiri da rimbalzo d'attacco. Il Boiardo però sbaglia troppo e così la RenAuto trova il massimo vantaggio, +12 sul 28-16, grazie a 5 punti consecutivi di Del Fabbro a 3' dalla pausa lunga. All'intervallo l'Happy è avanti 33-24. La partita cambia radicalmente nella terza frazione: Scandiano trova in pochi minuti tre triple, che ribaltano il risultato, e costringono, dall'altra parte, la RenAuto ad attaccare la schierata. Le rosanero faticano contra la zona 2-3 delle avversarie e non trovano la via del canestro, 36-38 con 4' da giocare nel terzo quarto. A 2' dall'ultima frazione, però, la pressione difensiva rimette in moto la "rumba" rosanero: ne esce un parziale di 5-0 che riporta avanti l'Happy, 41-38. Nell'ultimo minuto la zona ospite crea ancora difficoltà e Scandiano torna avanti, 43-41, all'ultima pausa. Nel quarto quarto c'è aria di battaglia, lo scontro si fa molto fisico e questo non può che agevolare le ospiti, che restano avanti, pur faticando, grazie al prolungato uso della zona che lascia pochissimo spazio all'attacco rosanero. A 5' dalla sirena il tabellone dice 45-50. Le ragazze della RenAuto lottano con tutte le forze, ma le energie cominciano a venire meno e Scandiano può così allungare con qualche libero, 48-54. Finisce 50-54, ma l'Happy esce comunque a testa altissima. «Sono veramente soddisfatto di questo gruppo - spiega coach Rossi - perché le ragazze sono al primo anno di U16, giocano contro squadre più grandi di età, ma non mollano mai. Nelle ultime partite le nostre avversarie sono dovute ricorrere alla zona, perché diversamente avrebbero perso: questa è una grande soddisfazione e testimonia quello di buona che la squadra sta facendo in campo. Le ragazze stanno dando il massimo in palestra e in cinque mesi hanno fatto grandi progressi e, soprattutto, non si arrendono finché non suona la sirena». La RenAuto U16 tornerà in campo alle scuole Bertola mercoledì 20 febbraio, alle ore 18.50, per il match con la Pol.Masi.

Magika-HAPPY BASKET 55-48 (15-14; 19-3; 9-21; 12-10), giocata domenica 3/2. Tabellino: Poggi 8, Martinini 3, Innocenti 2, Comini, Tiraferri 16, Ricci, Mescolini 1, Gambetti 12, Guiducci, Vergine, Semprini, Del Fabbro 6. All. Rossi La RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi torna da Castel San Pietro con il referto giallo, ma ancora una volta le rosanero giocano una grande partita eccezion fatta per un deficitario secondo quarto, svolta della gara. La Magika è squadra forte, strutturata fisicamente e profonda, ma nonostante questo l'Happy se la gioca alla pari nel primo quarto. La seconda frazione, come detto, è quella decisiva, perché le padrone di casa piazzano un micidiale parziale di 19-3, che porta le squadre al riposo sul 34-17. Sembrerebbe l'anticamera dell'imbarcata, ma non per questo gruppo che, ancora una volta, trova le energie per riaprire la sfida grazie ad un super terzo quarto: all'ultimo mini-intervallo il divario è di appena 5 lunghezze, 43-38, impensabile per come si era chiuso il primo tempo. La RenAuto continua a macinare gioco e arriva addirittura a -2, 49-47, con la palla in mano: l'attacco purtroppo non si concretizza e sul ribaltamento di fronte la Magika trova il canestro del 51-47, che restituisce alle padrone di casa l'inerzia per chiudere il match. «Peccato non essere riusciti a portare la gara punto a punto fino alla fine - spiega coach Rossi -: la squadra se lo meritava per come ha rimontato nella ripresa. La Magika è una squadra molto forte che addirittura ha proposto, cosa mai vista in Under 16, una ventina di minuti di zona 2-3, eppure le ragazze non si sono scomposte ed è bastato spiegare loro come attaccare perché si adeguassero. Abbiamo giocato male il secondo quarto, ma per il resto sono state bravissime». La RenAuto tornerà in campo alla Carim sabato 9 febbraio, alle ore 18.00, per il match con Scandiano.

HAPPY BASKET-Valtarese 45-47 (5-10; 14-17; 10-8; 16-12), giocata mercoledì 23/1. Tabellino: Poggi 9, Martinini 4, Innocenti 2, Comini, Tiraferri 14, Ricci, Mescolini, Gambetti 7, Guiducci 2, Fulgenzi, Semprini, Del Fabbro 7. All. Rossi Sfiora la rimonta "miracolosa" nel finale l'U16 di coach Pier Filippo Rossi e se l'impresa non si concretizza è solo per qualche errore di troppo dalla lunetta. Nel primo tempo la partita la fanno le ospiti, che partono meglio e, dopo un primo recupero Happy, fanno il break a fine secondo quarto. Si va così all'intervallo con la RenAuto sotto di 8 sul 19-27. Il secondo tempo è combattuto e spigoloso con le rosanero che, nonostante il gap fisico e anagrafico, rosicchiano un punto alla volta. Purtroppo, a cavallo tra terza e quarta frazione, si accumulano una decina di errori dalla lunetta che, conti alla mano, alla fine risulteranno decisivi. Nonostante questo, però, la RenAuto non si arrende mai, nemmeno quando, a meno di 3' dalla sirena, le ospiti prendono 7 punti di vantaggio. Recuperando palloni, lottando a rimbalzo d'attacco e trovando una tripla provvidenziale con Del Fabbro, l'Happy si ritrova così sotto di due, palla in mano, ad una manciata di secondi dalla fine. Tiraferri attacca il ferro con coraggio e decisione, ma il suo lay-up gira sul ferro ed esce. Esulta Valtarese, ma la RenAuto non ha nulla da rimproverarsi. «Le ragazze hanno giocato bene - spiega coach Rossi -, avevo chiesto una reazione dopo Cavezzo, che rimane comunque di un altro livello, e l'ho vista. Le nostre avversarie sono quasi tutte più grandi di un anno, non è facile affrontare sfide del genere, eppure le ragazze non si tirano mai indietro. Abbiamo sfiorato il miracolo, peccato per i tiri liberi sbagliati». La RenAuto U16 tornerà in campo a Castel San Pietro (BO) domenica 3 febbraio, alle ore 17.00, per il match con la Magika Pallacanestro.

Cavezzo-HAPPY BASKET 72-56 (21-11; 14-20; 23-5; 14-20), giocata domenica 20/1. Tabellino: Poggi 6, Martinini, Innocenti 3, Comini 2, Tiraferri 12, Ricci 2, Mescolini 2, Gambetti 19, Guiducci 2, Vergine, Semprini 2, Del Fabbro 6. All. Rossi Dopo quattro successi consecutivi la RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi si ferma a Cavezzo, nonostante le rosanero giochino ancora una volta una gara intensa per tutti i 40'. Va riconosciuta certamente la qualità della squadra di casa, ottima tecnicamente e superiore fisicamente, in grado di schierare un quintetto di giocatrici del 2003 molto competitivo. Questi fattori "forzano" una partenza timorosa dell'Happy Basket, che tuttavia resta lì e recupera buona parte del gap del primo quarto nella seconda frazione: si va così al riposo sul 35-31. Il terzo quarto è quello decisivo, perché per la RenAuto diventa impossibile contenere in difesa la prestanza delle lunghe di Cavezzo e avere in attacco la lucidità per restare in partita. Ancora una volta però le giovani riminesi non smettono di giocare fino alla sirena e si tolgono così la soddisfazione di vincere l'ultima frazione. «Contro un'avversaria così forte è un attimo prendere un'imbarcata - commenta coach Rossi -, invece in attacco abbiamo fatto buone cose, rientrando incredibilmente in partita nel secondo quarto. Abbiamo fatto fatica in difesa contro la loro fisicità, ma del resto stiamo ancora imparando a giocare contro squadre del genere. Considerando poi che Cavezzo ha molte buone giocatrici anche più grandi di età, credo che le ragazze abbiano giocato una partita più che discreta». La RenAuto U16 tornerà in campo alle scuole Bertola mercoledì 23 gennaio, alle ore 19.00, per il match con la Valtarese.

Pol. Masi-HAPPY BASKET 39-55, (11-16; 10-9; 8-14; 10-16), giocata martedì 15/1. Comincia nel migliore dei modi la seconda fase di campionato per l'U16 di coach Pier Filippo Rossi: le rosanero espugnano Casalecchio e portano a casa la prima vittoria del girone rosso, battendo la Pol. Masi grazie ad un convincente terzo quarto. Nel primo tempo le squadra giocano pressoché alla pari, ma l'Happy tiene la testa avanti di un paio di possessi, traendo vantaggio dalla poca precisione delle padrone di casa. Si va all'intervallo sul 21-25. Il match cambia nella seconda metà di gara, perché la RenAuto accelera prepotentemente e trova un pesantissimo break, arrivando a toccare il +22. Da lì in poi è tutta discesa e la vittoria è cosa fatta. «Partita non bellissima - spiega coach Rossi - in cui nel primo tempo abbiamo pagato un po' di ruggine, il fatto di non conoscere l'avversario e una difesa che ha concesso troppi tiri facili, fortunatamente non andati a bersaglio. In attacco molto meglio nella ripresa, grazie ad una miglior circolazione; abbiamo buttato molti palloni, ma provando a correre ci può stare. E' comunque una vittoria importante, contro una buona squadra molto più fisica di noi, sono contento». La RenAuto U16 tornerà in campo a Cavezzo (MO) domenica 20 gennaio, alle ore 17.30, per il match con il Basket Cavezzo.

La nostra atleta U16 Sara Gambetti figura tra le convocate della Rappresentativa Femminile dell'Emilia Romagna, che il 12 e 13 gennaio scenderà in campo per il 2° Torneo Città di Savona - Settimio Pagnini. Oltre a Sara, Agnese Tiraferri risulta tra le atlete a disposizione. Bravissime entrambe, siamo orgogliosi di voi!   FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Comitato Regionale Emilia-Romagna Rappresentative Regionali Giovanili Selezioni femminili Comunicato Ufficiale N.327 del 31.12.2018 - Selezioni Femminili CONVOCA ATLETE E STAFF 2° Torneo Città di Savona - Settimio Pagnini, 12 e 13 gennaio 2019 1 CALANCA Rebecca, Basket Academy Mirabello 2 CORTI Chiara, Pol. Libertas Calendasco 3 FERRARI Giaele, Basket Club Valtarese2000 4 GAMBETTI Sara, HappyBasket 5 IOZZINO Lorene, Hellas Basket Cervia 6 MEGLIOLI Emma, Boiardo 7 MIGANI Margherita, UP Calderara 8 NONNI Rahinatou, Basket Club Val d’Arda 9 QUAGNESE Gaia, Pol. Libertas Calendasco 10 ROVERONI Camilla, BSL San Lazzaro 11 VITALI Lisa, UP Calderara 12 ZANETTI Sara, BSL San Lazzaro Atlete a disposizione: INCANTI Lucrezia, Academy Basket Fidenza MEZZINI Elena, BSL San Lazzaro TIRAFERRI Agnese, Happy Basket ZACCARIA Marta, Hellas Basket Cervia

HAPPY BASKET-Libertas Forlì 76-28 (15-4; 19-6; 29-8; 13-10), giocata mercoledì 19/12. Tabellino: Poggi 8, Martinini 3, Innocenti 10, Comini 8, Tiraferri 13, Mescolini 15, Gambetti 2, Guiducci 4, Vergine 4, Battistel 4, Semprini 5. All. Rossi Il crescendo stagionale della RenAuto U16 di coachPier Filippo Rossi trova il giusto premio nella netta vittoria contro Forlì, che garantisce alle rosanero l'accesso alla seconda fase del campionato come seconda del girone dietro a Cervia. L'impegno sulla carta non è di quelli improbi, ma a livello giovanile distrazione e sufficienza sono peccati capitali; non corre tuttavia questo rischio l'Happy, che gioca l'ennesima gara di grande consistenza e mette al sicuro il risultato già in un primo tempo da 34-10. Nella terza frazione la RenAuto non solo continua a giocare, ma dilaga e va a chiudere in scioltezza una partita senza storia. «Questa è una squadra che gioca sempre con grande intensità - spiega coach Rossi - e non abbassa il ritmo, sia che sia sopra, sia che sia sotto nel risultato: chi entra dà sempre il massimo anche per pochi minuti, è la più grande qualità di questo gruppo. Abbiamo giocato un girone di ritorno straordinario, con tre vittorie di fila e una "quasi vinta" con Cervia: non era facile, visto che ne passavano solo due, ma direi che ci siamo meritati questo risultato, è la conseguenza del buon lavoro che stiamo facendo».

Santarcangelo-HAPPY BASKET 45-51 (16-14; 10-10; 9-16; 10-11), giocata venerdì 14/12. Tabellino: Martinini, Innocenti 6, Del Fabbro 6, Mescolini 5, Guiducci 2, Gambetti 10, Ricci, Vergine 3, Tiraferri 16, Poggi 2, Semprini 1, Fulgenzi n.e.. All. Rossi Serviva una vittoria alla RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi per continuare la corsa verso la seconda fase e questa volta lo scarto era ininfluente, perché già all'andata era arrivata una vittoria contro Santarcangelo. Questa volta però la posta in palio era ben più alta, perché anche le clementine, con un successo, si sarebbero potute rilanciare in ottica di seconda fase. Consce dell'importanza del risultato le due squadre danno così vita ad una gara tesa e spigolosa, in cui le difese hanno decisamente la meglio su attacchi a polveri bagnate. La RenAuto parte bene e si porta avanti sull'8-11, ma Santarcangelo rimonta e chiude sopra di due la prima frazione, 16-14. Sull'onda dell'entusiasmo le padrone di casa allungano nel secondo quarto e toccano il massimo vantaggio, 26-17, chiudendo bene l'area in difesa per evitare gli uno contro uno delle ragazze dell'Happy, che da fuori non ci prendono e sbagliano tiri aperti. Nonostante tutto, però, la RenAuto trova il parziale di 7-0, che all'intervallo ristabilisce la quasi parità, 26-24. La svolta offensiva della gara arriva nel terzo quarto, perché, finalmente, le rosanero trovano un paio di canestri pesanti, che sbloccano l'attacco e ridanno entusiasmo. La difesa comincia a lavorare come sa e il parziale di frazione, 9-16, porta l'Happy avanti all'ultimo mini-riposo sul 35-40. L'ultimo quarto è condizionato dalla stanchezza, al punto che nei 3' finali non si segna più e anche quando la RenAuto ha buone occasioni per chiudere la gara la palla non entra. La piccola dote accumulata è però più che sufficiente a rendere dolce il suono della sirena. «E' stata una gara tosta - spiega coach Rossi -, perché ci giocavamo tutte e due la qualificazioni. Santarcangelo aveva preparato bene la partita, riempiendo l'area e cambiando sui blocchi e in una serata in cui non ci entravano nemmeno i tiri facili questo ci ha creato molti problemi. Abbiamo vinto di carattere una partita molto difficile; c'era molta tensione, sapevamo quanto contasse e oltretutto giocavamo fuori casa. Le ragazze sono state davvero brave a rimanere lucide, nonostante la giornata no. E' un gruppo che ha dimostrato più volte di avere carattere e questa è la cosa di cui sono più felice. Se saremo brave a battere Forlì ci qualificheremo per la seconda fase, un risultato che all'inizio sembrava impensabile». La RenAuto U16 tornerà dunque in campo alle scuole Bertola mercoledì 19 dicembre, alle ore 19.00, per il match con la Libertas Forlì.

HAPPY BASKET-Virtus Cesena 71-31 (18-11; 16-8; 20-7; 17-5), giocata mercoledì 12/12. Tabellino: Poggi 4, Martinini 4, Innocenti, Tiraferri 13, Ricci 2, Mescolini 2, Gambetti 16, Guiducci 8, Vergine 5, Fulgenzi, Semprini 6, Del Fabbro 11. All. Rossi Per tenere vive le possibilità di accesso alla seconda fase del campionato alla RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi serviva contro Cesena non solo una vittoria, ma un successo con più di 5 punti di scarto per ottenere il vantaggio nel doppio confronto. In campo però nessuno dei due problemi si pone perché l'Happy vince nettamente e, in particolare nel secondo tempo, concede alle ospiti davvero poco. La partita di fatto dura 10', dopo un primo quarto piuttosto equilibrato, infatti, la RenAuto allunga nel secondo e si porta all'intervallo avanti di 15 sul 34-19. E' di fatto il colpo del k.o., perché Cesena nel secondo tempo segna appena 12 punti e non riesce minimamente a contenere la verve offensiva delle rosanero, che aumentano il margine minuto dopo minuto fino alla sirena. «Vittoria che conferma il nostro buon momento - spiega coach Rossi -, lavoriamo bene, sono molto contento. Non pensavo potessimo vincere con un divario così ampio, anche perché Cesena voleva fare risultato pieno per la classifica, ma le ragazze hanno giocato davvero bene, tutte e dodici. Abbiamo segnato 71 punti trovando buone soluzioni in attacco per tutta la partita e ne abbiamo subiti appena 31: il pubblico si è divertito. Ci aspettano altre due gare che dobbiamo portare a casa per forza, se vogliamo qualificarci alla seconda fase, questo è solo il primo passo». La RenAuto U16 tornerà in campo a Santarcangelo venerdì 14 dicembre, alle ore 16.00, per il match con il Basket Santarcangelo.