Happy Basket

Mettiamola così: gran parte della gara praticamente perfetta (o giù di lì) e finale un po’ a vivacchiare sulla cospicua dote di punti accumulata fino a quel momento. L’Happy Under 14 vince in scioltezza con Cervia e conquista il secondo successo stagionale dopo quello dell’esordio nella tana di Faenza. La cronaca racconta di un avvio così così, ma solo per poco... Poi le nostre ragazze prendono il ritmo e grazie agli 8 di Tosi e ai 4 di Bacchini nel primo quarto riescono già a prendere un buon margine (17-7 al 10’). Nel secondo periodo la difesa rimane tosta, con l’Happy che è brava a correre quando necessario e a giocare bene a difesa schierata muovendo la palla col giusto ritmo. Quando c’è spazio si va dentro in transizione, altrimenti si ribalta il lato spesso e volentieri e vengono trovate le soluzioni migliori. Ottimo basket e un segnale arriva dalle sei atlete che vanno segno nel secondo periodo. Distribuzione di responsabilità e pericolosità diffusa tra tutte le nostre ragazze. Il risultato è un confortante +22 al 20’ in cui le note positive sono davvero tante (38-16). E la ripresa? Si inizia fortissimo ma il terzo periodo è delle ospiti (49-30 al 30’). In dirittura finale però le nostre ragazze trovano il massimo vantaggio che arriva sul recupero più canestro di Bonvicini. Siamo a +27 (57-30 al 33’) e va tutto alla perfezione. Poi un po’ di rilassamento, ma la gara era e rimane totalmente nelle mani dell’Happy. Finisce 63-48. Prossimo appuntamento domenica in casa del Lame. FORZA HAPPY!!! “E la poesia?” “Prossimamente…” HAPPY BASKET RIMINI – VIS BASKET CERVIA 63-48   HAPPY: Forastieri 2, Zamboni, Bonvicini 6, Bacchini 11, Anderlini 6, Prasal, Raffaelli 5, Tosi 13, Palmisani 8, Gobbi, Pigneri 10, La Forgia 2. All.: Brancolini. CERVIA: Guidi 8, Del Vecchio 1, Rosso 11, Bartolucci 19, Montalti, Bedei, Lucchi, Diop 6, Ravaglia 3. All.: Montanari. PARZIALI: 17-7, 38-16, 49-30.

Alla palestra Bertola vince il Lame, con la gara che si è mostrata assai equilibrata per i primi tre quarti e ospiti poi brave a piazzare lo spunto decisivo nel finale. I primi punti dell’Happy sono di Galli (tripla), poi è Muggioli a salire in cattedra con sette punti consecutivi. I liberi di Angelino a inizio 2° periodo mandano l’Happy sul 15-11, con le nostre ragazze avanti di due o quattro punti fino al 19-15. Poi il Lame torna sotto e con una scatenata Venturoli riesce addirittura nel sorpasso con un parziale di 6-0 (19-21). Al riposo l’Happy è sotto di 3 (20-23) e nella ripresa si viaggia a elastico, con Lame a +6 sul 22-28 e nostre a recuperare con il canestro da tre di Alberani (27-28). La gara però in questo momento è in mano alle ospiti, che tornano presto a +6 e arrivano anche a +8 a 7 minuti dal suono della sirena (35-43). Il riavvicinamento è opera di Muggioli, con la tripla del 44-47 che fa sognare pure l’aggancio. Siamo a 3’30” dalla fine e ci sono solo tre punti da recuperare, ma di qui in poi il Lame ricomincia a segnare e l’Happy non trova più la strada del canestro. Finisce 44-53. HAPPY BASKET RIMINI – POL. LAME 44-53   HAPPY: Brattoli 2, Nanni 1, Angelino 6, Fattori, Venza 4, Muggioli 22, Galli 3, Alberani 3, Hap’Yak, Battagliarin 3. All.: Casadio. LAME: Bartolini 8, Cristofori 2, Giorio 2, Farolfi 5, Curati 4, Vaccari 2, Gualandi 2, Filiteri 2, Venturoli 11, Martelli 9, Gnudi 6, Tinarelli. All.: Morigi. PARZIALI: 13-11, 20-23, 33-35

Si può giocare bene, a tratti anche MOLTO bene, e perdere. Ci sta, si dice, anche se a volte fa male. A Cesenatico l’Happy gioca bene di squadra, va avanti, soffre il ritorno delle locali ma ha un carattere di ferro e se la gioca fino agli ultimi spiccioli di gara. Sul -3 a pochi secondi dalla fine Re va in penetrazione, segna e subisce fallo. Lì però ecco il patatrac: infortunio al ginocchio. Dalla panchina entra Vandi che però purtroppo sbaglia il libero supplementare. Si cerca di far fallo, ma la penalità è assegnata solo a un decimo dalla fine e Annalisa Brandolini chiude ogni discorso con l’1/2 finale. 60-58, peccato davvero… La Ren-Auto è stata sempre avanti, anche se nei primi due quarti il massimo vantaggio non ha superato i 5 punti (14-17 al 10’ e 24-28 al 20’). Tanta concentrazione e determinazione nell’attaccare la difesa a uomo: i movimenti sono quelli giusti e anche la difesa tiene. Là dietro l’Happy stringe ancora di più a inizio ripresa, soffocando ogni iniziativa di Cesenatico e consentendo alle nostre di allungare fino al massimo vantaggio di +15 (26-41 al 24’). Lì però il coach di casa Giunchi piazza una zona press che crea qualche grattacapo e permette a Cesenatico di recuperare palloni e ridurre il margine. Al 30’ la Ren-Auto è ancora a +6 (37-43), ma nel quarto periodo viene raggiunta e superata, con le padrone di casa che raggiungono anche il +5 al 35’. In casa Happy però non c’è nessuna voglia di mollare. Si lotta, si combatte, con Rattini che infila una tripla importante e Saponi che fa altrettanto per il nuovo sorpasso sul 50-51. Gli ultimi minuti sono davvero molto concitati e contrassegnati dall’estremo equilibrio. Si arriva nei 60 secondi finali con Cesenatico in vantaggio e a decidere tutto è l’azione già citata a pochi secondi dalla sirena. Peccato per la sconfitta e peccato soprattutto per l’infortunio a Re. Non è facile ma bisogna alzare la testa e reagire!!! FORZA HAPPY!!! POL. 2000 CESENATICO – REN/AUTO HAPPY BASKET 60-58   CESENATICO: Biguzzi 4, A. Brandolini 10, Camporesi 4, Carluccio 3, Sanelli 14, Pallareti 7, C. Brandolini 8, Farneti 2, Panzavolta, Valentini 8. All.: Giunchi. REN-AUTO: Angelino 5, Re 23, Alberani 2, Battagliarin, Saponi 18, Ferrari, Rattini 7, Montuori 1, Vandi 2, Pironi. All.: Dimitrova. Arbitro: Medici di Cesena. PARZIALI: 14-17, 24-28, 37-43.

È con una splendida vittoria che le Under 13 Happy Basket debuttano nel campionato 2013/2014. Alla palestra Bertola l’avversario di turno era il Russi, squadra decisamente di ottimo livello, e le nostre hanno cominciato con l’atteggiamento migliore, hanno proseguito con grinta e determinazione e hanno finito con l’esultare alla sirena del 40’. Gara sempre molto tirata quella andata in scena questo pomeriggio. Fuori il diluvio, fulmini e saette, dentro tensione ma anche tantissime buone giocate, individuali e di squadra. A rompere il ghiaccio nelle marcature è Pigneri, autrice di un’eccellente partita. Per lei i primi quattro punti di squadra, con il Russi che riesce a sbloccarsi dal campo solo dopo qualche minuto. Il vantaggio dell’Happy non assume dimensioni considerevoli e così alla prima fiammata le ospiti riescono a tornare sotto. I primi punti del capitano Prasal tengono avanti le nostre, con il canestro di Lisa Poplawska a mettere il sigillo sul 13-10 di fine primo periodo. Nel secondo quarto la musica non cambia. Un refrain di grande tensione emotiva. Difesa buona, spaziature in attacco eccellenti ed ecco che, nonostante non arrivi mai uno strappo consistente, l’Happy riesce a fare gara di testa e andare al riposo lungo avanti di cinque punti (25-20). Nella ripresa è ancora Pigneri a fare il bello e il cattivo tempo e a trovare punti molto importanti per mantenere viva la partita. Il match diventa ancora più equilibrato, con il Russi che sale di tono e nel quarto periodo opera il sorpasso (+2). Le nostre però non hanno nessuna intenzione di mollare o di abbattersi, anzi… Testa alta e sguardo grintoso come sempre. Ci si batte su ogni palla, per ogni centimetro del campo… Si decide tutto nell’ultimo minuto e al 40’ arriva la tanto sospirata vittoria, 49-47. Era la prima partita contro una grande squadra… Bravissime… HAPPY BASKET RIMINI – BASKET CLUB RUSSI 49-47   HAPPY: La Forgia, Forastieri 6, Pigneri 20, Zamboni 7, Laura Poplawska, Prasal 10, Stocchi, Panzeri, Lisa Poplawska 2, Gobbi 4. All.: Brancolini. RUSSI: Montanari 18, Steppic 2, Naldi 2, Ortolani 4, Giacomini, Rossi 2, Casadio 6, Pretelli 2, Rontini 3, Paramatti 2, Burbassi 2. All.: Belosi. PARZIALI: 13-10, 25-20, 35-32.

È l’Happy ad aggiudicarsi la gara del PalaAngels con Santarcangelo. Una partita in cui le nostre Sharks sono state praticamente sempre avanti nel punteggio senza mai rischiare un qualsiasi tipo di ricongiungimento (49-58). All’inizio ecco i canestri di Fattori e Girelli poi, dopo il breve ritorno delle padrone di casa, ecco che un 6-0 per l’Happy che porta il match sul 5-12. Il finale di primo quarto, a parte il canestro di Bacchini che lo chiude, è però tutte delle santarcangiolesi, che con un 8-0 si riportano totalmente in gara (13-14 al 10’). La partita procede a strappi e il secondo periodo è il momento migliore per Muggioli, che dà la spinta alle sue per il 17-25 del 16’. L’Happy comincia a ingranare, produce qualche buon recupero e un bel canestro di Palmisani su schema da rimessa da fondo consente alle nostre di chiudere sul 23-30 alla pausa di metà gara. La gara non può dirsi ancora conclusa, ma di ritorno dagli spogliatoi ecco che un parziale di 10-2 firmato da Muggioli e Nanni consente alle Sharks di prendere un vantaggio rassicurante (25-40). Le Angels rosicchiano un po’ del margine e provano a rifarsi sotto, ma mai pericolosamente per il risultato finale. A 6’ dalla fine arriva il quinto fallo di Muggioli sul 40-52, con Nanni che però chiude ogni discorso con quattro punti consecutivi per un +16 che è una sentenza. Prossimo appuntamento con l’Under 15 il 6 dicembre in casa con Cesena. SEMPRE FORZA HAPPY!!! ANGELS SANTARCANGELO – HAPPY BASKET RIMINI 49-58   ANGELS: Cicchetti 8, N. Lazzarini, Padovano, A. Lazzarini 4, Mongiusti 9, Zavatta 2, Zannoni, Renzi 14, Lombardini, Paganelli, Guidi 12. All.: Bertozzi. HAPPY: Fattori 4, Bonvicini, Nanni 18, Muggioli 11, Sarti, Bacchini 6, Girelli 4, Raffaelli 2, Tosi, Palmisani 5, Brattoli 4, Rinaldi 2. All.: Brancolini. PARZIALI: 13-14, 23-30, 36-47.

Impegno decisamente complicato per la Ren-Auto nella terza giornata del campionato di serie C. Le ragazze di Tina Dimitrova saranno di scena domani sera a Cesenatico (ore 20.30, arbitro Medici di Cesena) per affrontare una delle tre squadre imbattute del girone B. La Polisportiva  Cesenatico 2000 ha fin qui vinto in casa con la Salus Bologna (60-46) e ha replicato sbancando di Copparo (34-48). L’Happy invece arriva dalla sconfitta casalinga di una settimana fa col San Biagio Ravenna. “E’ vero che il San Biagio aveva una giocatrice come Fabbri che ha calcato prestigiosi palcoscenici di serie A – dice Tina Dimitrova – ma noi abbiamo giocato solo dieci minuti. Così non va, l’errore più grande è avere l’atteggiamento sbagliato. Lo sport è anche una gara contro sé stessi: il problema non è perdere, ma cercare di perdere a testa alta”. Qualche problema fisico per una Ren-Auto non al meglio… “Sofia Saponi ha un problema alla caviglia e Matilde Angelino alla schiena, ma dovrebbero esserci. Zamagna invece è ancora out. Noi ci proviamo, vogliamo fare bella figura e cercare di dare tutto. A Cesenatico dovrà essere questo l’obiettivo”. Affrontate una squadra di buon livello… “E’ così. Verificheremo sul campo la loro forza ma dobbiamo prepararci ad affrontare la loro pressione difensiva, che sappiamo essere molto marcata. Ci siamo preparate bene in settimana e abbiamo voglia di rifarci, siamo pronte”.

Niente da fare per l’Under 15 Happy Basket nella gara casalinga con Cattolica. Il derby finisce in mano alle ospiti, ma le nostre Sharks hanno sostanzialmente portato avanti una gara equilibrata. A decidere tutto, nel 48-58 finale, è soprattutto un terzo quarto nel quale le nostre ragazze non sono riuscite ad andare al di là di 6 punti segnati, concedendone 16 alle ospiti. Un -10 che è identico al risultato finale… 6 dei primi 8 punti di Cattolica sono segnati da Fera, la prima ad andare a referto per l’Happy è invece Bacchini, che mette a segno una tripla. C’è rimpallo di piccoli vantaggi nel primo quarto, con le due squadre ad alternarsi in momenti buoni e cattivi e partita che scorre fluida senza che nessuna riesca a prenderne il comando. L’Happy in attacco gioca di squadra e la dimostrazione arriva dalle sette giocatrici ad andare a referto nel solo primo parziale. Dall’altra parte è ancora Fera a rimettere le sue compagne sui binari giusti con una tripla che pareggia a quota 15 al 10’. Nel secondo periodo per l’Happy subito a segno Bonvicini con un paio di bei piazzati dalla media distanza. Dall’altra parte è Cancellieri a segnare in ogni modo, con il playmaker Semprini a dare una grossa mano. Prima della fine del tempo entra in ritmo Girelli e le Sharks chiudono prima del riposo lungo sotto di due lunghezze (29-31). Nel terzo periodo si segna poco e purtroppo Cattolica scappa via nel punteggio, arrivando a condurre di 12 lunghezze al 30’ (35-47). C’è ancora un intero quarto da giocare e l’Happy non ha nessuna intenzione di mollare: Pandolfi entra in partita alla grande con una tripla e due canestri, Muggioli ci aggiunge grinta e punti e un po’ del vantaggio ospite è rosicchiato. Non tutto però. Al 40’ il referto rosa è delle ospiti: finisce 48-58. Venerdì derby a Santarcangelo. SEMPRE FORZA HAPPY!!! HAPPY-CATTOLICA 48-58   HAPPY: Pandolfi 7, Fattori 7, Bonvicini 4, Nanni 2, Muggioli 14, Bacchini 3, Girelli 12, Tosi 2, Palmisani 2, Brattoli. All.: Brancolini. CATTOLICA: Cancellieri 15, Di Nicolò, Alushi 11, Luchena, Mancini, Semprini 14, Fera 12, Bugamelli, Russarollo 2. All.: Lazzara. PARZIALI: 15-15, 29-31, 35-47.

Pronte a partire? E’ definitivo anche il calendario dell’Under 13, con il primo appuntamento di campionato che è in programma per sabato prossimo, quando alla Bertola arriverà Russi. Nel dettaglio a seguire tutte le date. Sabato 23 novembre – HAPPY vs RUSSI – 17.30 Bertola Mercoledì 4 dicembre – LIBERTAS FORLI’ vs HAPPY – 17.15 Pal. Ginnasio Lunedì 9 dicembre – HAPPY vs CERVIA – 16.45 Bertola Sabato 14 dicembre – SCUOLA BASKET FAENZA vs HAPPY – 18 Pal. Liceo Venerdì 20 dicembre – HAPPY vs AICS FORLI’ – 19.15 Bertola Venerdì 10 gennaio – RUSSI vs HAPPY – 18.15 Pal. Comunale Domenica 19 gennaio – HAPPY vs LIBERTAS FORLI’ – 11 Bertola Lunedì 27 gennaio – CERVIA vs HAPPY – 17 Palasport Lunedì 4 febbraio – HAPPY vs SCUOLA BASKET FAENZA – 19.15 Bertola Domenica 9 febbraio – AICS FORLI’ vs HAPPY – 17.15 Pol. G. Monti

Altro appuntamento con le selezioni federali valide per il Progetto Tecnico “Azzurrina” 2013-2014. Domenica prossima, 24 novembre, al PalaFerrari di Castel San Pietro Terme, mattina dedicata al Progetto Altezza (allenamento ore 10-12.30) e pomeriggio al Raduno 1999/2000 (15-17). Per L’Happy Basket sono state convocate Chiara Pironi (Progetto Altezza) e Claudia Girelli (1999/2000).     PROGETTO ALTEZZA Luma Emilia Grazia Nako Moni - Magika Pallacanestro 1997 Katerina Pazzaglia - Magika Pallacanestro 1996 Annalisa Vitari - Magika Pallacanestro 1996 Irene Tosi - Magika Pallacanestro 1997 Chiara Caviati - Pol.Libertas Calendasco 1996 Martina Cottini - Pol.Libertas Calendasco 1996 Sofia Zanelli - Virtus Cesena 2010 1996 Margherita Ravaioli - Progetto Femminile Faenza 1997 CHIARA PIRONI – HAPPY BASKET RIMINI 1996 Alice Pieraccini - Libertas Rosa Forlì 1998 Ilenia Cordola - Fortitudo Rosa 1996 Giorgia Gibellini - Fortitudo Rosa 1997 André Olbis Futo - Fortitudo Rosa 1998 Annalaura Patera - Fortitudo Rosa 1998 Anna Chiara Manghi - Basket Parma 1997 Martina Minari - Basket Parma 1997 Beatrice Olajide - Basket Parma 1998 Annalisa Trevisan - Basket Parma 1996   RADUNO 1999/2000 Nicol Angella - B.C.Valtarese 2000 Arben Arat - Vis Basket Cervia Laura Cremona - Pol.Libertas Calendasco Giorgia Fera - Sporting Club Cattolica Laura Garaffoni - Virtus Cesena 2010 Chiara Giacchetti - Vico Basket Alice Giorgetti - Scuola Basket Faenza CLAUDIA GIRELLI – HAPPY BASKET RIMINI Chiara Lorenzini - Fortitudo Rosa Viviana Lucca - Vico Basket Giorgia Maniero - Pol.Libertas Calendasco Greta Mantovani - U.P.Calderara Pallacanestro Elena Montanari - Pol.Libertas Calendasco Matilde Mordenti - Virtus Cesena 2010 Susanna Munari - Basket Parma Claudia Pallotta - Fortitudo Rosa Benedetta Periti - BK Val d’Arda Francesca Raffaelli - U.P.Calderara Pallacanestro Beatrice Ruini - Nazareno Basket Carpi Anna Salvadego - Bonfiglioli Ferrara Basket Serena Soglia - Scuola Basket Faenza Francesca Venturi - Fortitudo Rosa Chiara Venturoli - Magika Pallacanestro Sara Zavalloni Vis Basket Cervia

Scuola Basket Faenza-Happy Basket Rimini. Vale a dire, per i non “adepti”, già match clou alla prima giornata di campionato Under 14. E per giunta fuori casa. Ce n’è per salire subito su una cima Coppi di incertezza, determinazione, tensione e voglia di vincere. Non una partita qualunque. Lo sapevano le squadre e quello che è successo in campo dà un po’ l’idea di come sia stato duro, durissimo vincere. Già, perché si è vinto, non ve l’avevamo ancora detto? 43-45….. “Bene, benissimo, brave, bis…” “ E vabbè, allora anche tris, poker, cinquina, perché mica ci vogliamo fermare a una vittoria alla prima di campionato…. Vogliamo partire da qui per migliorarci sempre di più e… Provare a vincere sempre di più” “Sì sì, ok… Ma prima dimmi di oggi” “Vedi, si comincia con un paio di canestri di Virginia e andiamo avanti 6-4, poi però ci piantiamo abbastanza in attacco e Faenza sorpassa…” “Primo quarto difficile?” “Molto difficile… Le avversarie erano di ottimo livello, la lunga Soglia è stata un vero fattore e noi non riuscivamo a trovare i movimenti giusti in attacco e la cattiveria necessaria in difesa. Andiamo sotto, Faenza comanda 10-8 a fine primo quarto e per noi hanno segnato solo Virginia ed Elena” “Grande lotta…” “Durezza fisica e mentale… Cerchiamo di difendere e spesso ci riusciamo, ma manchiamo troppi anticipi e in area all’inizio facciamo fatica…” “Poi però vi riprendete” “Vero, ci riprendiamo… E anche bene. Bastano un paio di azioni per far tornare la luce. In campo questo si traduce con la partita che torna in equilibrio. Tecnicamente invece parliamo dei tagli coi tempi giusti, dei movimenti corretti e della testa usata nella maniera più idonea… Poi c’è anche Anna che comincia a macinare punti e rimbalzi e sposta l’inerzia del match” “Leggo che al riposo eravate 22 pari” “Sì, un punteggio che vuol dire tutto o nulla. Tutto perché racconta dell’equilibrio in campo. Nulla, perché è tutto da rifare, si riparte da zero” “Il terzo quarto?” “Intenso al punto giusto. Per Faenza bene Soglia e il capitano Bornazzini, per noi sei punti di Lucia ma al 30’ sono avanti le nostre avversarie, 35-33” “Pronte per lo sforzo finale?” “Eheh, sì… Prontissime. La difesa torna a mordere al punto giusto e prendiamo ben presto quei quattro-cinque punti di vantaggio che in una gara del genere vogliono dire tantissimo. Virginia mette a segno ancora punti importanti e andiamo avanti 41-37 a pochi minuti dalla fine” “Vinta molto prima del 40’?” “No no… Vinta proprio alla fine. Soglia rientra in gara e avvicina le sue, ma il canestro con libero aggiuntivo arriva sul -4, proprio allo scadere. Insomma, sul 43-45 per noi, con Soglia in lunetta, si può già festeggiare perché il cronometro è andato a scadere sul fallo. Il libero è sbagliato, ma sarebbe comunque stato inutile” “Beh, complimenti!” “Falli alle ragazze, ma falli in maniera molto sentita. Perché a parte alcuni errori banali, amnesie e crisi, queste ragazze ci hanno provato…. E ce l’hanno fatta, vincendo sul campo di un’ottima squadra come la Scuola Basket Faenza. Fa pure i complimenti, falli ad alta voce con un bel sorriso... Ma…” “Ma?” “Ma da domani in poi si torna in palestra, si suda e si migliora. Si deve migliorare, altrimenti questa bella vittoria non ha senso. Non ha valore. Perde tutto il suo alone di poesia” “Perché, c’era poesia?” “Un pochino sì… Ma poco poco poco…” “In conclusione?” “In conclusione sorridere, darsi un cinque e poi… E poi alzare la testa e badare a migliorarsi… Perché possiamo ancora migliorarci molto. Chi si siede è perduto, ricordatevelo ragazze…” SCUOLA BASKET FAENZA – RIMINI HAPPY BASKET 43-45   FAENZA: Bornazzini 8, Minguzzi 3, Panzavolta 6, Piraccini 2, Zama, Soglia 18, Crotti, Cantoni, Gelsomini, Ballardini 3, Burbassi 3, Guerra. All.: Bassi. HAPPY: La Forgia, Forastieri, Pandolfi 8, Bonvicini 4, Pigneri, Zamboni, Bacchini 3, Anderlini, Prasal, Raffaelli 6, Tosi 12, Palmisani 12. All.: Brancolini. PARZIALI: 10-8, 22-22, 35-33.