Happy Basket

Zeitgroup, azienda che eroga servizi “cloud pay per use” in tutta Italia, ha rinnovato la propria partnership con Happy Basket anche per la stagione sportiva 2021/2022, ma l’impegno di Antonio Borsetti, fondatore e titolare di Zeitgroup, non si limita a quello di sostenitore esterno, come lui stesso ci racconta. Il tuo rapporto con Happy Basket è cresciuto per gradi: prima come tifoso e padre di Bianca (centro della Ren-Auto di Serie B), poi come partner con Zeitgroup e infine come membro del Consiglio Direttivo. Cosa ti ha portato ad essere sempre più coinvolto, nonostante il periodo storico sfavorevole? «La scelta parte da lontano: Happy Basket è un gruppo e io credo da sempre nella forza del gruppo. Questa è la mia filosofia anche in azienda, il momento storico non mi interessa, è parte del mio background dare una mano a chi fa squadra. Di Happy Basket mi ha colpito l’affiatamento dei membri dello staff, persone appassionate che non cercano un tornaconto, ma che seguono, appunto, la propria grande passione. La scelta di entrare nel consiglio direttivo nasce non solo dal mio amore per lo sport, ma anche dalla mia curiosità professionale, perché mi interessa capire tutto quello che c’è dietro ad una società. E dietro ci sono, come dicevo, le persone, la squadra e tutte le dinamiche e le necessità inerenti all’organizzazione di un campionato, lavoro reso ancora più complesso e articolato dai protocolli e dalle procedure che il periodo impone. E’ un’esperienza che mi porto anche nel lavoro: mi piace vedere la partita, ma mi piace di più il contorno». Come si fa, oggi, a coinvolgere sponsor in un progetto sportivo? «E’ un momento difficile e le aziende disposte a cercare qualcosa oltre al denaro sono poche. Tutti vorrebbero avere qualcosa in cambio, ma io credo che sia necessario avere anche un ideale più grande. D’altra parte con le dinamiche in atto i campionati procedono a singhiozzo, il pubblico non c’è e trovare chi vuole sposare la causa è tutt’altro che semplice». Tornando al basket, come vivi sugli spalti il tuo essere genitore? «Avendo esperienze anche col ballo, tra l’altro a livelli di competitività molto alti, ho imparato che un genitore deve essere solamente spettatore senza entrare nelle scelte di società ed allenatore. E’ deleterio: un genitore deve sostenere il proprio figlio e augurarsi che stia bene e viva un’esperienza di crescita. Ho visto figli rovinati dalla pressione che i genitori mettevano loro». Cosa hai trovato nel basket che non hai trovato nelle altre attività praticate dalle tue figlie? «Del basket mi piace la dimensione di squadra: a Bianca, che in precedenza aveva praticato sport individuali, ho consigliato la squadra perché penso che la condivisione sia indispensabile. Condividere vittorie e sconfitte, successi ed errori è importante nello sport come in azienda. Da genitore trovo sia un contesto molto formativo».

A seguito della decisione presa dal Consiglio Regionale di rinviare le gare delle prime due giornate del campionato di Serie B/F dell'anno 2022, fermi restando i vincoli imposti dal settore nazionale sulla conclusione delle fasi regionali (ad oggi indicata come il 15 Maggio 2022), si comunica che le due giornate rinviate dovranno essere ricalendarizzate in coda all'attuale calendario provvisorio. Pertanto si avranno i seguenti spostamenti: 1^ Gara di Andata      dal 09/01 -> al 24/04 2^ Gara di Andata      dal 16/01 -> al 01/05 Questo il calendario provvisorio della gare della Ren-Auto per la Poule Playoff: Basket Finale Emilia vs REN-AUTO, 30/01/2022, ore 17.30 Finale Emilia (MO) REN-AUTO vs Puianello Basket, 05/02/2022, ore 20.30 Carim Libertas Forlì vs REN-AUTO, 12/02/2022, ore 20.30 Forlì REN-AUTO vs Magika Castel San Pietro, 19/02/2022, ore 20.30 Carim Pall. Scandiano vs REN-AUTO, 25/02/2022, ore 21.00 Scandiano (RE) REN-AUTO vs FBK Valdarda, 05/03/2022, ore 20.30 Carim REN-AUTO vs Basket Finale Emilia, 19/03/2022, ore 20.30 Carim Puianello Basket vs REN-AUTO, 26/03/2022, Puianello (RE) REN-AUTO vs Libertas Forlì, 02/04/2022, ore 20.30 Carim Magika Castel San Pietro vs REN-AUTO, 09/04/2022, ore 20.30 Castel San Pietro Terme (BO) REN-AUTO vs Pall.Scandiano 2012, 23/04/2022, ore 20.30 Carim FBK Valdarda vs REN-AUTO, 01/05/2022, ore 18.00 Fiorenzuola D’Arda (PC) Dal momento che ogni squadra porta nella seconda fase i punti conquistati nella prima negli scontri diretti, al momento la classifica della Poule Playoff è la seguente: Magika Castel San Pietro 8 Basket Girls Ancona 8 Puianello Basket 8 REN-AUTO 2 Basket 2000 Senigallia 2 Basket Finale Emilia 2 FBK Valdarda 2 Libertas Forlì 2 Pall. Scandiano 2

Anche quest'anno non ci siamo potuti ritrovare tutti insieme, ma almeno siamo riusciti a festeggiare con i singoli gruppi . Dal presidente Piomboni e da tutta Happy Basket, auguri alle nostre meravigliose ragazze e alle loro splendide famiglie, auguri al nostro fantastico staff e a tutti i tifosi vicini e lontani: HAPPY CHRISTMAS!    

REN-AUTO vs Basket 2000 Senigallia 61-56 (19-15; 16-12; 18-14; 8-15), giocata sabato 18/12. REN-AUTO: Novelli 10, Pignieri 7, Duca N. 7, Renzi 2, Borsetti, Capucci 16, Monaldini, Lazzarini 7, Tiraferri 3, Mescolini 9. All. Rossi Basket 2000: Cantone 17, Amadei, Bernardi 2, D'Amico, Borghetti 2, Formica 1, Lazzari, Torruella 14, Angeletti 11, Ceccanti 9. All. Luconi Arbitri: Guerrini e Gaudenzi. Ultima partita dell'anno e ultima della prima fase per la Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi: sul campo amico della Carim le rosanero ospitano il Basket 2000 Senigallia in un match che vale molto, perché in gioco c'è il secondo posto e la possibilità di portarsi dei punti nella fase playoff. All'andata si impose, a suon di triple, Senigallia per 51-45, ma alla Ren-Auto interessa innanzitutto vincere e solo eventualmente ribaltare il doppio confronto per togliersi la soddisfazione di agguantare il secondo posto. Coach Rossi deve ancora rinunciare ad Eleonora Duca e Madonna, oltre a Gambetti, ma recupera Pignieri e, seppur non in perfette condizioni fisiche, Noemi Duca. L'Happy parte con un quintetto composto da: Novelli, Lazzarini, Pignieri, Capucci e Renzi. Il primo canestro della partita lo segna Capucci ed è una tripla in transizione. Senigallia mette la testa avanti sul 3-4 e la mantiene, con scarti minimi, per 6'/7', fino a quando Novelli trova il pareggio e Tiraferri con una tripla dall'angolo concretizza il nuovo vantaggio sul 13-10. Un canestro di Pignieri vale il +4 al primo intervallo, 19-15. Il secondo quarto è tutto di marca rosanero con la Ren-Auto che trova in Mescolini una protagonista inattesa: la 2004 segna il primo canestro della frazione, quello del 21-15, e in difesa contribuisce non poco ad annebbiare le idee a Senigallia. La difesa nel complesso fa un grande lavoro per limitare Cantone e l'argentina Torruella e questo, insieme alla verve offensiva di Capucci che guida l'attacco, contribuisce ad aumentare il divario tra le squadre. All'intervallo la Ren-Auto è avanti di 8, sul 35-27. Nella terza frazione l'inerzia è sempre saldamente in mano all'Happy: capitan Novelli dirige la squadra con lucidità e Mescolini dimostra di essere in trance agonistica con 6 punti tra cui la tripla del 53-41 che dà alla Ren-Auto il massimo vantaggio in chiusura di quarto. Negli ultimi 10' le rosanero cominciano a pagare la fatica e Senigallia poco alla volta si riavvicina: parziale di 3-13 e partita completamente riaperta sul 56-54. Quando, dopo un time-out, Lazzarini insacca la tripla del 59-54 ad un paio di minuti dalla fine, la Carim esplode. E' il canestro che di fatto chiude la gara: la Ren-Auto non riesce a ribaltare la differenza canestri nel doppio confronto, ma, cosa ben più importante incassa due punti d'oro per la seconda fase. Finisce 61-56. «Sono contentissimo perché le ragazze nelle ultime settimane hanno lavorato molto bene nonostante le assenze - commenta coach Rossi -, spendendosi l'una per l'altra e aumentando ulteriormente l'unità di questo gruppo. Dobbiamo ringraziare chi oggi non era al meglio, perché ha fatto un sforzo per dare il proprio contributo. Era importante portare punti nella seconda fase e stasera ci siamo meritati la vittoria: loro sono una bella squadra e la partita è stata tosta, ma noi abbiamo fatto qualcosa in più e dobbiamo essere orgogliosi del risultato. Il nostro settore giovanile, poi, ci ha dato una bella mano e per questo siamo contenti due volte».  

REN-AUTO vs Capra Team 47-40 (19-21; 12-10; 8-2; 8-7), giocata giovedì 16/12. Tabellino: Pignieri 9, Oddi 2, Cardelli 4, Cartoscella 3, Martellotta 15, Isibor 12, Mancini, Dedda, Addabbo, Rinaldi 2.  All. Albani Nel big match della terza giornata di ritrono del girone C del campionato U15 la Ren-Auto di coach Massimo Albani coglie un successo pesantissimo contro l'ottimo Capra Team: le rosanero raggiungono Ravenna al secondo posto, ma di fatto sono avanti grazie al 2-0 negli scontri diretti. La partita comincia sotto il segno degli attacchi: il primo quarto è spumeggiante, si segna tantissimo da una parte dall'altra e il match rimane in equilibrio. Al primo intervallo le ospiti sono avanti di due sole lunghezze sul 19-21. Nella seconda frazione le difese, come era logico attendersi, cominciano a lavorare, ma nessuna delle due squadre riesce a fare un break consistente: 12-10 per l'Happy e perfetta parità all'intervallo, 31-31. Il terzo quarto è quello che indirizza la partita: l'intensità cresce ulteriormente ed è la Ren-Auto a trarne i maggiori benefici. La difesa rosanero non concede più nulla e Ravenna è costretta ad accontentarsi di due soli punti in 10' di gioco. All'ultima pausa l'Happy è avanti sul 39-33. L'ultima frazione è una battaglia, ma la Ren-Auto ha ormai la consapevolezza giusta per rimanere in controllo e portare a casa la partita: finisce 47-40. «Devo fare tantissimi complimenti alle ragazze - spiega coach Albani -: hanno giocato domenica, si sono allenate da lunedì a mercoledì e sono tornate in campo stasera, cinque giorni di fila non sono uno sforzo di poco conto. Devo ringraziare Rinaldi e Oddi che pur non essendo al 100% si sono sempre allenate e Addabbo, che stasera non è entrata ma è sempre stata presente, permettendoci di allenarci bene. E' una vittoria che vale tantissimo per la classifica e perché, come si sa, questo gruppo non può allenarsi sempre insieme. Le basi per la vittoria le abbiamo poste nel secondo quarto, perché abbiamo cominciato a difendere bene e abbiamo capito che potevamo vincere: lì è scattato qualcosa nella testa delle ragazze. Abbiamo giocato un partita di grandissima intensità contro una squadra forte che gioca bene, ma noi abbiamo stretto in difesa, concesso pochissimi rimbalzi offensivi e in attacco abbiamo avuto pazienza, limitando la frenesia. Possiamo ancora migliorare, ma stasera l'abbiamo vinta perché abbiamo lottato dall'inizio alla fine». La Ren-Auto U15 tornerà in campo a Faenza sabato 8 gennaio, alle ore 18.00, per il match con il Faenza Basket Project.

Capra Team Verde vs REN-AUTO 25-84 (8-27; 5-14; 1-24; 11-19), giocata martedì 14/12. Tabellino: Pratelli 12, Riva 15, Monaldini 14, Venturi 2, Castellani 2, Savini 6, Frambosi 19, Fulgenzi 2, Mongiusti 10, Brocchi 2. All. Rossi Troppo ampio il divario tra la Ren-Auto U17 e il Capra Team Verde: le rosanero di coach Pier Filippo Rossi vincono senza problemi l'ultima gara del girone di andata e chiudono a punteggio pieno con un netto 6 su 6. «Dobbiamo lavorare bene durante la pausa lunga - spiega coach Rossi - per sistemare e aggiungere diverse cose, perché, nonostante tutto, siamo ancora indietro per i test più impegnativi che ci attendono nell'anno nuovo». La Ren-Auto U17 tornerà in campo alla Carim martedì 18 gennaio, alle ore 18.00, per il match con la Futurvirtus.

Aics vs REN-AUTO 32-69 (8-17; 8-11; 7-22; 9-19), giocata domenica 12/12. Tabellino: Pignieri 16, Cardelli 10, Cartoscella 4, Mbaje, Zangheri, Ambrosetti, Martellotta 17, Isibor 13, Mancini 5, Dedda 4, Giglio, Rinaldi . All. Albani Tutto facile per la Ren-Auto U15 di coach Massimo Albani, come da pronostico: le rosanero tornano da Forlì con un successo netto e aspettano la partita con il Capra Team per testare le proprie ambizioni. Con l'Aics il risultato non è mai in discussione e il divario nel punteggio aumenta progressivamente fino al definitivo 32-69. «Sono contento perché abbiamo giocato tutte - spiega coach Albani- e anche le ragazze che hanno cominciato da poco, Ambrosetti, Mbaje e Giglio , hanno fatto il loro esordio. Difficile fare valutazioni in una partita del genere, c'era troppo differenza tra le squadre; ci abbiamo messo 7'/8' a carburare, abbiamo sbagliato diversi tiri facili, poi siamo andate via. Speriamo di continuare così e che questa vittoria ci carichi di entusiasmo per la prossima gara in cui ci giochiamo il secondo posto». La Ren-Auto tornerà in campo alle scuole Rodari giovedì 16 dicembre, alle ore 19.30, per il match con il Capra Team.

Basket Girls Ancona vs REN-AUTO 55-47 (16-10; 11-14; 24-6; 4-17), giocata sabato 11/12. Ancona: Pierdicca 3, Baldetti, Bimbova, Garcia L., Mataloni 12, Marinelli 2, Pelliccetti 12, Yusuf 16, Maroglio, Garcia V.. All. Castorina REN-AUTO: Novelli 14, Pratelli, Renzi 12, Borsetti 2, Capucci 8, Monaldini 1, Lazzarini 4, Tiraferri 4, Mescolini, Gambetti 2, Mongiusti. All. Rossi Arbitri: Beltrami e Boldrini Per una volta partiamo dalla fine: esistono "buone" sconfitte? Se te la giochi per 40' contro la prima in classifica senza quattro giocatrici, tre delle quali del quintetto base, e ruoti tutto il roster a disposizione con ampio minutaggio per le tre U19 - Gambetti, Mescolini e Tiraferri - e minuti di esperienza per le tre U17 - Monaldini, Mongiusti e Pratelli -, ovviando alle assenze con la forza del gruppo, probabilmente sì. La Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi perde ad Ancona contro la capolista, come era tutto sommato pronosticabile, ma gioca una partita vera, vince due quarti e fatica solo nel terzo, nonostante sia priva di Madonna, Pignieri e delle gemelle Duca. Le senior si caricano la squadra in spalla, coinvolgendo e dando sicurezza alle più giovani, e l'Happy gioca così una partita di grandissima intensità in cui non mancano novità tecniche importanti in prospettiva - la difesa a zona nell'ultimo quarto -, piccole gioie personali - il primo punto senior di Chiara Monaldini - e, nel complesso, l'impressione di saper essere gruppo quando le difficoltà lo richiedono. Ancona sopra di 21 nel quarto quarto rallenta, ma sarebbe ingeneroso attribuire solo a questo il parziale di 17-4 che la Ren-Auto imbastisce negli ultimi 10'. Finisce 55-47, ma è l'orgoglio a prevalere sul rammarico. «Molto brave, le ragazze hanno fatto il massimo possibile - commenta coach Rossi -. Novelli, Renzi e Capucci hanno giocato un'ottima gara, trainando il gruppo e aiutando in campo le più giovani. Hanno giocato tutte e inevitabilmente con tre U19 e tre U17 contro la prima in classifica qualcosa alla fine paghi, ma a parte il terzo quarto ce la siamo giocata e nell'ultima frazione abbiamo avuto un parziale a favore importante. Certamente Ancona ha un po' mollato, ma tenerle a 4 punti segnati è una cosa che non ci era mai successa nemmeno in amichevole, tra l'altro provando la zona su cui stiamo lavorando da poco. Avremmo potuto prendere un imbarcata e invece ce la siamo giocata: il punteggio non lo guardavo nemmeno, abbiamo fatto le cose giuste con la mentalità giusta e le novità che abbiamo provato hanno funzionato. Queste sono occasioni importantissime per le più giovani che possono capire com'è giocare contro una squadra forte e cosa manca loro per essere competitive ad un livello senior. I tanti infortuni e le partite delle giovanili ci hanno costretto ad allenarci per tutta la settimana in 7/8, qualcuna sapeva le cose, altre no, eppure il gruppo ha fatto un ottimo lavoro, che spero ci dia una spinta positiva per la partita della settimana prossima contro Senigallia, importantissima in chiave seconda fase». La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 18 dicembre, alle ore 20.30, per il match con il Basket 2000 Senigallia.

REN-AUTO vs Nuova Virtus Cesena 78-26 (22-7; 19-13; 15-2; 22-4), giocata giovedì 9/12. Tabellino: Pignieri 11, Pratelli 11, Riva 4, Monaldini 6, Venturi 2, Castellani 10, Savini 8, Martellotta 1, Prosperi, Frambosi 7, Mongiusti 8, Cardelli 10. All. Rossi La Ren-Auto U17 di coach Pier Filippo Rossi continua la propria corsa e a farne le spese, questa volta, è Cesena, battuta nettamente per la quinta vittoria in altrettante partite. Gara senza storia fin dal primo quarto e ancor meno equilibrata nel secondo tempo per il definitivo 78-26. Le rosanero non dovrebbero avere problemi, a questo punto, a chiudere imbattute il girone d'andata visto che nell'ultima giornata affronteranno il Capra Team Verde fanalino di coda: appuntamento a Ravenna martedì 14 alle 18.20.

Olimpia Pesaro vs REN-AUTO 55-68 (18-27; 12-14; 12-14; 13-13), giocata sabato 4/12 Olimpia: Cancellieri 2, Staffolani 2, Canossini 19, Cecchini 9, Marcheggiani, Ceccarelli, Pelizzari 5, Paradisi, Canestrari 12, Donati 6, Biagetti, Zanzarelli. All. Spagnoli REN-AUTO: Novelli 9, Pratelli, Pignieri 5, Duca N. 19, Renzi 4, Borsetti 2, Capucci 13, Monaldini, Lazzarini 12, Tiraferri 2, Gambetti 2, Mongiusti. All. Rossi Arbitri: Pagnoni e Romanella Nella terza giornata di ritorno del campionato di Serie B la Ren-Auto di coach Pier Filippo cerca a Pesaro, contro l'Olimpia, due punti decisivi in chiave play-off: le padrone di casa sono ultime e senza vittorie, ma la gara, come sempre a questo livello, non manca certo di insidie. Senza Eleonora Duca, fermata dal mal di schiena, e la "lungo degente" Madonna, coach Rossi porta in panchina le tre U17 Monaldini, Mongiusti e Pratelli e parte con Gambetti in quintetto. L'inizio è scoppiettante e il primo quarto davvero bello e la Ren-Auto si affida ad una Noemi Duca immarcabile e a un'Asia Lazzarini ispirata: le due sommano 21 punti, 13 e 8 rispettivamente, e guidano un attacco capace di segnare ben 27 punti nei primi 10'. La Ren-Auto prova a scappare nel secondo quarto e tocca il massimo vantaggio con una tripla di Novelli a 3' dall'intervallo, 23-40. Pesaro non ci sta e con un parziale di 7-0 trona a -10, 30.40 Un tiro libero di Capucci fissa il finale all'intervallo sul 30-41. Il secondo tempo comincia come il primo, ovvero con un break di Noemi Duca, che segna 4 punti; Pignieri aggiunge un libero per il primo allungo, 30-46. Pesaro però si rimette in partita col tiro da fuori e con un controparziale immediato torna a -10, 36-46. Per tutto il terzo quarto la gara si mantiene in equilibrio con uno scarto che balla costantemente tra i 10 e i 12 punti. Un bel canestro di Tiraferri quasi sulla sirena, permette alla Ren-Auto di chiudere il quarto sul +13, 42-55. L'Olimpia parte meglio nell'ultima frazione e dopo 3' torna sotto la doppia cifra di svantaggio, 48-57. L'attacco rosanero non riesce più a trovare buone soluzioni, diversamente da quello pesarese, che, in totale fiducia, si prende l'inerzia e con un parziale complessivo di 10-2 riapre totalmente la partita, 52-57 a 5' dalla fine. Dopo l'inevitabile time-out chiamato da coach Rossi una transizione sull'asse Gambetti-Capucci permette alla Ren-Auto di togliere finalmente il coperchio dal canestro e di riprendere tre possessi di vantaggio, 52-59. E' la scossa che serviva, perché la difesa aumenta di efficacia e in attacco Lazzarini con due belle ricezioni profonde segna i 4 punti del nuovo +11, 52-63. E' il break che non solo ristabilisce le distanze, ma che permette alla Ren-Auto di chiudere ogni discorso sull'esito finale con un paio di minuti d'anticipo. Un canestro allo scadere di Gambetti vale il definitivo 55-68. «Continuo a pensare che magari la classifica sia giusta ma che gli scarti delle sconfitte di Pesaro non siano veritieri rispetto alla reale qualità - commenta coach Rossi - : sulle esterne sono una buona squadra e ci hanno messo in difficoltà sugli accoppiamenti difensivi, anche perché hanno tirato con buone percentuali. Noi abbiamo giocato un primo quarto scoppiettante e segnato 41 punti nel solo primo tempo, poi siamo calate di intensità abbiamo sbagliato troppi tiri facili, complicandoci la vita. Quando loro sono tornate a -5 nel time-out ho chiesto alle ragazze di stare tranquille e di non giocare con la fretta, non ho disegnato cose particolari. Sono comunque contento, perché abbiamo fuori due giocatrici importanti e nel quarto periodo si è fatta male, speriamo non seriamente, anche Pignieri e questo mi ha permesso di dare tanto spazio a Gambetti e di mandare in campo le U17. Far fare esperienza alle nostre giovani è uno dei nostri obiettivi principali, la nostra società è fondata sul settore giovanile. Dopo questa vittoria abbiamo ufficialmente acquisito la permanenza in serie B e la possibilità di fare i playoff con tra le prime 9 dell'Emilia Romagna: con quanti punti andremo alla seconda fase dipenderà dalle prossime due partite». La Ren-Auto tornerà in campo ad Ancona sabato 11 dicembre, alle ore 19.00, per il match con le Basket Girls.