Prima Squadra

Basket 2000 Senigallia vs REN-AUTO 59-67 (18-23; 16-10; 11-8; 14-26), giocata sabato 19/7 Basket 2000: Mengucci, Cattalani, Amedei, Bernardi 12, Sordi 8, Formica 4, Minarelli, Lazzari, Bonacci, Angeletti 7, Nobili, Ceccanti 4, Chahrour Gonzales 24. All. Novelli REN-AUTO: Novelli, La Forgia 13, Pratelli, Duca E. 5, Pignieri 11, Duca N. 14, Farinello 7, Borsetti, Capucci 5, Castellani 6, Lazzarini 4, Tiraferri. All. Rossi Arbitri: Antimiani e Menicali La Ren-Auto chiude in bellezza e sigilla un meritatissimo quarto posto in classifica: con un gran finale di gara le rosanero espugnano Senigallia e si regalano un ultimo sorriso in questa tormentata stagione. L'Happy parte meglio e con un ottimo primo quarto offensivo colma qualche pecca di troppo in difesa; il Basket 2000 risponde nella seconda frazione ripristinando l'equilibrio. Si va al riposo lungo sul 34-33. Da segnalare nel primo tempo le due triple "sfacciate" della 15enne Castellani, sempre più in confidenza con la categoria. Al ritorno in campo Senigallia prova ad allungare e tocca anche il +5, ma la Ren-Auto pur restando dietro non si fa staccare. Il risultato resta in bilico fino ad 1' dalla fine quando un'ispirata Farinello - 7 punti nell'ultima frazione - insacca la tripla del 59-61 che consegna, di fatto, il referto rosa alla Ren-Auto. Senigallia infatti non riesce a reagire e subisce altri 6 punti, per il 59-67 finale. Significativo che l'ultimo canestro della stagione, una tripla, lo segni Greta La Forgia, giocatrice fondamentale del settore giovanile, prima, e della prima squadra, poi, che per motivi di studio non potrà far parte della rosa della prossima stagione. «Chiudiamo molto bene - commenta coach Rossi -, senza stimoli non è stato facile allenarsi, oggi ci siamo ritrovate e abbiamo portato a casa la vittoria contro una buonissima squadra che ha una giocatrice di un'altra categoria e due molto forti che siamo riuscite a limitare. Abbiamo giocato due quarti, il primo e l'ultimo, davvero molto buoni, mentre nella fase centrale ci siamo un po' adeguate al loro ritmo e siamo andate sotto; Senigallia ha vinto a San Lazzaro, non era una partita facile, brave a vincerla. Sono molto contento della stagione, il quarto posto è un ottimo risultato e si ripartirà più o meno dallo stesso gruppo; purtroppo perderemo La Forgia, una ragazza cresciuta tantissimo in questi anni, che oggi, grazie all'impegno che ci ha messo, è una giocatrice di Serie B».

Olimpia Pesaro vs REN-AUTO 68-64 (24-19; 14-8; 11-22; 19-15), giocata sabato 5/6. Olimpia: Pastore, Canossini 6, Barulli 12, Gjinaj, Donati, Pelizzari, Pentucci 28, Cecchini 11, Cancellieri 6, Giulianelli 2, Canestrari 3. All. Spagnoli. REN-AUTO: Novelli 8, La Forgia 9, Duca E. 8, Pignieri 11, Duca N. 5, Farinello 4, Borsetti 2, Capucci 17, Castellani, Lazzarini, Tiraferri, Gambetti. All. Rossi Arbitri: Scaramellini e Di Pinto. Per la terzultima giornata del campionato di Serie B la Ren-Auto è di scena a Pesaro, ospite dell'Olimpia, alla ricerca dei punti che le permetterebbero di consolidare un sorprendente quarto posto in classifica. Coach Pier Filippo Rossi sceglie come starting five: Novelli, Capucci, Pignieri, Eleonora e Noemi Duca. Dopo la palla a due è l'Olimpia a partire meglio, grazie soprattutto ad una notevole precisione nel tiro da fuori: a metà primo quarto le padrone di casa toccano il massimo vantaggio sull'11-6. Le rotazioni, ed in particolare gli ingressi di Borsetti e La Forgia, danno nuova linfa in attacco alle rosanero che colmano il gap e costringono Pesaro al time-out sul 17-17 a 2'20" dalla prima pausa. La sospensione sortisce l'effetto sperato al punto che le padrone di casa, sempre impeccabili da fuori, confezionano un parziale di 7-2 e chiudono un'offensivamente frizzante prima frazione sul 24-19. In apertura di secondo quarto l'Olimpia trova il massimo vantaggio con un tiro "quasi" da tre, 26-19. La Ren-Auto si riavvicina sul 28-22, ma un nuovo parziale delle padrone di casa mette tra le squadre 10 punti di differenza, 32-22: l'attacco ha le polveri bagnate e segnare diventa difficilissimo e dall'altra parte Pesaro, pur meno precisa nel tiro da fuori rispetto al primo quarto, ha molto più ritmo. Negli ultimi 2' l'Happy ha la possibilità di rosicchiare qualche punto, ma non affonda il colpo e subisce addirittura allo scadere la tripla del -11 da otto metri: al riposo lungo l'Olimpia è avanti 38-27. Al ritorno in campo la Ren-Auto ha tutt'altra verve: 7-1 di parziale immediato per il -5, 39-34. L'inerzia è cambiata e poco a poco le rosanero colmano il divario: una tripla di La Forgia vale il pareggio, 43-43, a 4'20" dall'ultima pausa, a meno di 2' Novelli firma il vantaggio e Pignieri addirittura il più quattro, 45-49. Sulla sirena l'Olimpia trova il canestro del pareggio e il terzo quarto si chiude sul 49-49. Complice, probabilmente, la stanchezza gli attacchi perdono di efficacia ad inizio quarto quarto: l'Olimpia è di quel tanto più precisa da portarsi avanti di quattro, 55-51, a 6' dalla sirena. Due tiri liberi tengono le padrone di casa avanti di 5, 62-57, a 2'30" dalla fine; la Ren-Auto prova a riavvicinarsi ma pecca di lucidità, si fa fischiare prima un tecnico, poi un antisportivo e concede così all'Olimpia i liberi che sigillano il risultato. Vince Pesaro 68-64. «Tanti complimenti a Pesaro - attacca coach Rossi -, perché è giusto fare i complimenti alle avversarie quando giocano bene. 40 punti in un tempo non li avevamo mai presi, tanto di cappello a Pesaro, ma ritmo ed intensità non adeguati da parte nostra. Non credo che i due fischi finali abbiano condizionato il risultato. Nel terzo quarto eravamo anche andate aventi, ma oggi abbiamo commesso errori che nelle ultime due settimane non avevamo commesso e la difesa non ha funzionato. In attacco abbiamo fatto il nostro, ma dietro oggi non c'eravamo e loro erano molto più motivate, peccato». La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 12 giugno, alle ore 20.30, per la gara con le Thunder Matelica.

COMUNICATO UFFICIALE Il Comitato Regionale Emilia-Romagna, a seguito dell'emanazione del DPCM del 25 ottobre e fatto salvo la volontà di agevolare il più possibile la ripresa dell'attività, comunica: - spostamento dell'inizio dei campionati senior presumibilmente al 10 gennaio 2021 e successivamente i campionati giovanili, salvo nuove indicazioni migliorative dei prossimi DPCM - per i calendari di Serie C Gold, C Silver e Serie D, sono in corso verifiche sulle procedure da attuare - per i campionati Serie B/F, U18 Ecc. - U16 Ecc. - U15 Ecc. e Promozione, i calendari verranno annullati e riformulati una volta definita la data certa della ripartenza.

Calendario provvisorio di Serie B, girona d'andata: per la Ren-Auto esordio a Forlì per il derby con la Libertas la sera di Halloween. Libertas Basket vs RIMINI HAPPY BASKET Sab 31/10/2020 ore 20.30 VILLA ROMITI - Via Sapinia 40 - FORLI' RIMINI HAPPY BASKET vs Thunder Matelica Sab 07/11/2020, ore 21.00 Palestra CARIM - Via Cuneo 11 - RIMINI RIMINI HAPPY BASKET vs Basket Girls Ancona Sab 14/11/2020, ore 21.00 Palestra CARIM - Via Cuneo 11 - RIMINI Olimpia Pesaro vs RIMINI HAPPY BASKET Sab 21/11/2020, ore 18.00 Palestra Celletta S.Veneranda - Via Pasolini - PESARO RIMINI HAPPY BASKET vs Basket 2000 Senigallia Sab 28/11/2020, ore 21.00 Palestra CARIM - Via Cuneo 11 - RIMINI

La Federazione Italiana Pallacanestro ha reso nota la composizione dei gironi del campionato SERIE B FEMMINILE per la stagione a venire, con inizio fissato per il 1 novembre 2020. La Ren-Auto è stata inserita, come lo scorso anno, nel girone "misto" Romagna/Marche insieme a Libertas Forlì, Olimpia Pesaro, Basket 2000 Senigallia, Basket Girls Ancona e Thunder Matelica. Questa la composizione dei tre gironi:   GIRONE A   01 - 002275 – Bk Club Valtarese 2000 02 - 042516 – Basket Club Val d’Arda Fiorenzuola 03 - 045160 – Puianello Basket Team 04 - 048060 – Pall. Scandiano 2012 05 - 052113 – Magik Rosa Parma 06 - 054702 – Tigers Parma Basket Academy   GIRONE B   01 - 005198 – Basket Cavezzo 02 - 026025 – Basket Finale Emilia 03 - 037090 – Progresso Basket Femm. Bologna 04 - 048011 – BSL San Lazzaro 05 - 048068 – Scuola Basket Samoggia 1999 06 - 051313 – Magika Pallacanestro CSP   GIRONE C   01 - 001434 – Olimpia Basket Pesaro (Marche) 02 - 028972 – Thunder Basket Matelica (Marche) 03 - 038163 – Rimini Happy Basket 04 - 040711 – Basket 2000 (Marche) 05 - 051941 – Basket Girls (Marche) 06 - 052969 – Libertas Basket Rosa Forlì

Rimini Happy Basket è orgogliosa di annunciare che Ren-Auto Piraccini sarà il main sponsor della società anche per la stagione sportiva 2020/2021. Una partnership consolidata che va ben oltre i confini della semplice sponsorizzazione, dal momento che la famiglia Piraccini è coinvolta e partecipe nell’attività sportiva che va dal minibasket alla prima squadra. «E’ un momento difficile – spiega Giovanni Piraccini -, ma noi volevamo dare un segno di continuità per il lavoro svolto in questi anni ed un sostegno alle ragazze e alle loro famiglie. Ci è sempre piaciuto lo spirito che alimenta Happy Basket, una bella realtà che, come noi, crede nel valore dell’impegno sportivo e sociale. Lo scorso anno la promozione in Serie B ha rappresentato una grande soddisfazione, ma al di là dei risultati quello che ci piace è sono la passione e, appunto, l’impegno con cui viene affrontata ogni sfida. Gli stessi obiettivi che noi ci prefiggiamo come azienda». La naturalezza con cui la famiglia Piraccini ha comunicato il fondamentale sostegno ad Happy Basket ha emozionato il presidente Piomboni: «Pur sapendo che questa è una famiglia speciale, in un momento del genere non mi avrebbe sorpreso un disimpegno, che sarebbe stato logico e comprensibile. Invece Ren-Auto ha confermato con entusiasmo un intervento che per noi è vitale e non nascondo che la gioia nell’apprendere la notizia è stata incontenibile. Era il sorso di speranza che avevamo bisogno di bere per poter ripartire: da qui cominceremo a pianificare con la dirigenza e con lo staff tecnico, in primis Pier Filippo Rossi per il Settore Giovanile e Gabriele Rusin per il minibasket, il prossimo futuro sportivo. Incontrare persone dello spessore della famiglia Piraccini, che davanti ad un futuro incerto ci danno un sostegno, dimostrando di credere nel nostro lavoro, è la soddisfazione più grande, un abbraccio che ci conforta».

Nel contesto del dramma emergenziale che sta vivendo il nostro Paese e, più in generale, l'intera comunità mondiale, a seguito delle analisi svolte nel corso della riunione del Consiglio federale dello scorso 9 marzo e dopo aver ascoltato il parere del vicepresidente vicario, del rappresentante della consulta e del coordinatore delle attività del Settore Agonistico, il presidente FIP Giovanni Petrucci ha ritenuto di adottare il provvedimento che dichiara conclusa la stagione sportiva 2019/2020 per ogni attività (minibasket, giovanile, senior, femminile, maschile) organizzata dai Comitati Regionali FIP. Ufficio Stampa Fip

HAPPY BASKET-Basket 2000 Senigallia 68-47 (14-11; 23-13; 15-6; 16-17), giocata sabato 9/11. Happy Basket: Novelli 6, Nanni, La Forgia 2, Vespignani 4, Duca E. 2, Pignieri 8, Duca N. 11, Palmisano 15, Renzi 6, Farinello 8, Borsetti 6, Lazzarini. All. Rossi Basket 2000: Mengucci 2, Cottalani, El Haiti 9, Sordi 14, Baracaglia, Vecchietti, Formica 5, Lazzari, Castagnolo, Angeletti 15, Sordoni 2, Burini. All. Tonucci Arbitri: Dragicevic e Puliti Per la quinta giornata del campionato di serie B la Ren-Auto ospita il basket 2000 Senigallia nell'inedita cornice dello storico Flaminio, a causa dell'indisponibilità della palestra Carim. Coach Pier Filippo Rossi sceglie un quintetto di partenza composto da Vespignani, Pignieri, Palmisano, Farinello e Noemi Duca. Il primo canestro dell'incontro lo segna Noemi Duca ma l'arbitro annulla per un infrazione di 24", infinitesimale, ma giusta. Va allora in vantaggio di Senigallia con due tiri liberi, ma Vespignani pareggia in contropiede dopo un bel recupero. Tripla di Palmisano, che segna anche da due per il 7-2. Un canestro con fallo subito di Farinello forza il primo time-out ospite sul 9-2. Senigallia prova a rimanere a contatto e con un parziale di 4-0 si riavvicina sul 9-6 a metà quarto. Anche quando costruisce buoni attacchi, la Ren-Auto è piuttosto imprecisa al tiro e non riesce a scappare. Un canestro di Novelli ancora da recupero interrompe la siccità, poi un bel contropiede orchestrato dalla stessa numero 4 da Eleonora Duca vale il 13-6 a 2'28" dalla prima pausa. Un paio di errori difensivi delle rosanero permettono alle ospiti di chiudere il quarto con un solo possesso di svantaggio, 14-11. Il primo canestro della seconda frazione lo segna Palmisano, grazie a una transizione avviata da un recupero di Farinello. L'Happy lavora molto bene in difesa e concede pochissimo, ma in attacco non sempre gestisce con la giusta lucidità e il punteggio rimane invariato per parecchi minuti, 16-11. Ci pensa Noemi Duca, ben servita in profondità dalle compagne, a dare all'Happy il massimo vantaggio con due bei canestri, 20-11. A Senigallia servono oltre 6' per segnare il primo canestro dal campo. Un gran gioco a due, ancora tra Novelli e Noemi Duca, vale il canestro più libero aggiuntivi della lunga rosanero, 26-15 con meno di 4' da giocare. Una tripla di Pignieri e il successivo canestro di Novelli dopo palla rubata direttamente dalla rimessa segnano il rapidissimo parziale di 5-0 del 31-17 ed è ancora Pignieri, nel finale di frazione, a convertire a canestro un rimbalzo d'attacco per il 37-28 con cui si chiude il primo tempo. Una “tabellata" di Palmisano regala alla Ren-Auto il primo canestro della ripresa. Si sblocca Farinello con la tripla del 42-28. Le ospiti non riescono a trovare la via del canestro, nessun punto segnato in oltre metà quarto, a causa dell'asfissiante difesa della Ren-Auto che dall'altra parte, pur con qualche disattenzione qua e là, trova la via del canestro con buona continuità: 46-28 a 4'48" da giocare nel quarto. Con un 15-6 di parziale le rosanero mettono il turbo e chiudono la frazione sul 52-30. Ad inizio quarto quarto la musica non cambia perché l'Happy non abbassa l'intensità difensiva, rendendo difficile alle ospiti persino le rimesse. Borsetti, appena entrata, chiude con un pregevole gancio da tre metri la transizione del 58-32 e la partita, nonostante manchino ancora 6', può dirsi virtualmente conclusa. Finale al Flaminio: Ren-Auto batte Basket 2000, 68-47. «Avevo chiesto alla squadra di fare di tutto per vincere - commenta coach Rossi - sia per la classifica che per il morale. In settimana abbiamo lavorato molto sulla difesa e qualcosa si è visto già stasera, anche se dobbiamo migliorare ancora. Era uno scontro diretto con un'avversaria nella lotta salvezza, quindi è una vittoria particolarmente preziosa. Ci prepariamo per la trasferta di Pesaro, altro durissimo scontro diretto, per provare a prenderci due punti che abbiamo lasciato per strada per qualche disattenzione ed errore di gioventù e perché dobbiamo ancora capire bene in che serie stiamo giocando. Il tempo per migliorare non ci manca ed il gruppo da questo punto di vista è molto disponibile. Le ragazze oggi hanno quello che avevo chiesto, adesso si tratta di trasferire certi progressi anche nelle partite contro le avversarie più forti». La Ren-Auto tornerà in campo a Pesaro sabato 16 novembre, alle ore 18.30, per il match con l'Olimpia Basket. (foto: Simone Marcaccini)

Amichevole di prestigio mercoledì alla Carim per la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi: avversario nello scrimmage è stato infatti il Faenza Basket Project, compagine di Serie A2, allenato da coach Paolo Rossi: «Io e mio padre - spiega Pier Filippo - non ci eravamo mai incontrati da avversari nemmeno quando io giocavo. Vederlo sull’altra panchina coach contro coach è stata un’esperienza “particolare”…(ride, ndr.)». Sul campo le rosanero hanno fornito una prova intensa contro un’avversaria di categoria superiore ed un po’ più avanti nella preparazione. Nella RenAuto assenti Novelli, Re, Girelli e la nuova arrivata Vlahova; in campo regolarmente, invece, le altre “esordienti” Vespignani e le gemelle Duca. «Sono soddisfatto, le ragazze hanno riposto bene e hanno fatto quello che avevo chiesto loro, ovvero lottare a livello fisico e dare il massimo. Siamo indietro, ed è una cosa normale, sia dal punto di visto atletico, che da quello tattico: in due settimane non ci siamo ancora allenati al completo e abbiamo inserito pochi concetti, ma la squadra si è impegnata provando sempre a giocare. Ottimo l’atteggiamento delle nuove, che si stanno adattando bene ad una realtà del tutto nuova. Sono contento perché c’è stata della competizione contro un’avversaria di un’altra categoria, le abbiamo affrontate faccia a faccia senza paura».