Happy Basket

Magika Castel San Pietro-REN-AUTO 46-32 (14-16; 11-5; 12-7; 9-4), giocata domenica 14/3. Magika: Roccato 3, Venturoli 6, Zuffa 3, Parrinello 12, Dall'Aglio 4, Melandri 10, Patera 2, Bassi, Curti, Farné, Rubbi, D'Agnano 6. All. Martinelli HAPPY BASKET: Novelli 2, La Forgia 9, Duca E. 2, Duca N. 9, Palmisano 2, Farinello, Borsetti, Capucci 6, Vlahova 2, Lazzarini, Tiraferri, Gambetti. All. Rossi Arbitri: Caravita e Grazioli La Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi torna in campo a Castel San Pietro dopo tredici mesi dall'ultima partita ufficiale - a San Lazzaro il 15 febbraio 2020 -, ospite della Magika, in un match valido per la seconda giornata del Girone C del campionato di Serie B Il primo canestro lo segnano le padrone di casa dopo 1'30" di gioco, ma la Ren-Auto pareggia immediatamente grazie a un rimbalzo offensivo convertito in due punti da Noemi Duca. Un canestro di Novelli dopo palla recuperata regala il primo vantaggio alle rosanero, 3-4. Clara Capucci dalla lunetta segna il suo primo punto in maglia Happy dopo 3'30", 5-5. A metà quarto una tripla di La Forgia vale il 9-9, ma nella lotta a rimbalzo Novelli subisce un brutto colpo al ginocchio sinistro che la costringe ad abbandonare definitivamente il terreno di gioco. Un canestro di Vlahova dà il nuovo vantaggio alla Ren-Auto a poco meno di 4' dalla prima pausa, 10-11. Due assist di Farinello, rispettivamente per La Forgia e Eleonora Duca, valgono i due canestri che danno all'Happy il massimo vantaggio, 13-16. La Magika segna un libero che fissa il finale del primo quarto sul 14-16. Un parziale di 4-0 in avvio di secondo quarto riporta avanti le padrone di casa sul 18-16. Dopo Novelli anche Vlahova deve lasciare la partita per infortunio, costringendo coach Rossi a rotazioni ridottissime nel settore esterne. La Ren-Auto non riesce a sbloccarsi e rimane a secco per più di 4', fino a quando un libero di Noemi Duca toglie il "tappo dal canestro", 20-17. A poco meno di 5' dall'intervallo Castel San Pietro capitalizza al meglio un antisportivo fischiato alla difesa rosanero e si porta sul +7, 24-17. Il primo canestro su azione del secondo quarto lo segna Palmisano quando mancano 4' all'intervallo, 24-19. La Ren-Auto stringe bene in difesa e non concede più nulla, ma in attacco continua a faticare contro le zone delle padrone di casa e serve un canestro d'astuzia di Capucci per muovere il punteggio, 24-21 a 1' dall'intervallo lungo. Come a fine primo quarto la Magika segna un libero e chiude la prima metà di gara sul 25-21. Il secondo tempo si apre con la Magika in controllo assoluto, 9-0 di parziale per il 34-21, con la Ren-Auto ancora a secco dopo 5' di gioco. Il primo canestro rosanero lo segna Noemi Duca ed è quello del 34-23. Sul finale di frazione due canestri di Noemi Duca riportano lo svantaggio sotto la doppia cifra e si va così all'ultimo mini-intervallo sul 37-28. La musica non cambia ed anche il quarto quarto comincia con le padrone di casa più in palla: parziale di 4-0 per il 41-28. Due liberi di Capucci riportano l'Happy a -11 prima che una serie di errori da una parte e dall'altra blocchino il punteggio per oltre 3'. Da qui all fine succede poco: la Magika controlla senza patemi e porta a casa il match col punteggio di 46-32. «Se non si fa mai canestro è impossibile vincere - commenta coach Rossi -, al di là della sfortuna che ci ha privato di due giocatrici fondamentali per i nostri equilibri offensivi. Era un partita alla cieca perché non si giocava da tanto e ci mancava il feedback del campo: abbiamo tenuto per 20', poi 5' di black-out a inizio terzo quarto hanno indirizzato la partita. Sull'atteggiamento della squadra posso dire poco, perché abbiamo difeso come dovevamo, ma in attacco abbiamo sbagliato tutto, anche tiri aperti: di questo mi prendo la responsabilità perché evidentemente non eravamo sufficientemente pronti». La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 20 marzo, alle ore 20.30, per il match con il B.S.L. San Lazzaro.

Domani a Castel San Pietro comincia finalmente il campionato della Ren-Auto, ospite delle padrone di casa della Magika. Non è semplice portare avanti una stagione in questo momento storico e per questo il presidente Giampaolo Piomboni ha parole piene di gratitudine: «Vorrei ringraziare lo staff tecnico, i dirigenti e le ragazze per l’attaccamento mostrato: solo chi vive queste cose da dentro può avere un'idea della miriade di adempimenti necessari per ripartire. L'ultimo in ordine di tempo è stato dover dichiarare con quali mezzi ci sposteremo a Castel San Pietro: due pulmini non sono sufficienti per garantire il distanziamento e per questo Ren-Auto, a cui dico grazie per l'ennesima volta, ce ne ha messo a disposizione un terzo. E' una grande gioia ricominciare, perché dimostra che siamo vivi, che lo abbiamo voluto fortemente e che ciascuno sta facendo anche più del dovuto per passione e attaccamento all'Happy Basket».

Rimini Happy Basket desidera esprimere le più sentite condoglianze alla famiglia Capicchioni per la scomparsa di Luciano, agente e dirigente sportivo di fama internazionale. Come agente "Lucky", il soprannome con cui era conosciuto da tutti, ha scritto pagine di pallacanestro memorabili rappresentando campioni di livello assoluto - Tony Kukoc, Arvidas Sabonis, Sasha Danilovic tra gli altri - e definendo tra i primi la figura del procuratore. In tempi più recenti, in veste di dirigente, gli si devono la salvezza dal fallimento del Basket Rimini e la creazione di una foresteria che ha fatto crescere tanti giocatori importanti. «Lo conoscevo da 40 anni, è una perdita che ci addolora molto» le parole del presidente Piomboni.

La Federazione Italiana Pallacanestro ha reso noti i gironi del campionato di Serie B Femminile che prenderà ufficialmente il via domenica 7 marzo. La Ren-Auto Happy Basket è stata inserita nel girone C insieme a BSL San Lazzaro, Magika Castel San Pietro e Libertas Forlì e pertanto disputerà sei gare, tre in casa e tre in trasferta, nella prima fase. Non si conoscono al momento i criteri di definizione delle fasi successive ed il conseguente sistema di promozioni/retrocessioni. Ovviamente sono stati definiti appositi protocolli ed in particolare rendiamo noto che tutto il team - tecnici, atlete ed eventuali dirigenti in panchina - dovrà sottoporsi ad un tampone nelle 48 ore precedenti alla partita, sia essa ufficiale, sia che si tratti di un'amichevole. Certamente una situazione "particolare", ma intanto godiamoci la notizia più importante: avremo un campionato! CALENDARIO REN-AUTO vs Libertas Forlì, sab 06/03 ore 20.30, Carim Magika vs REN-AUTO, sab 13/03 ore 20.30, Castel San Pietro Terme (BO) REN-AUTO vs BLS San Lazzaro, sab 20/03 ore 20.30, Carim Libertas Forlì vs REN-AUTO, sab 27/03 ore 20.30, Castel San Pietro Terme (BO) REN-AUTO vs Magika, sab 10/04 ore 20.30, Carim BLS San Lazzaro vs REN-AUTO, sab 16/04 ore 20.30, Castel San Pietro Terme (BO)

Rimini Happy Basket è lieta di annunciare che, in ottemperanza ai protocolli emessi dalla Federazione Italiana Pallacanestro in data 21/01/2021, da lunedì 25 gennaio riprenderanno gli allenamenti in palestra di tutti i gruppi, dalla categoria Esordienti alla Serie B. Per quanto riguarda il minibasket, non incluso nelle misure FIP in quanto attività non agonistica, la società di sta organizzando per poter svolgere allenamenti all'aperto nel rispetto delle relative procedure. In questo momento è nostra esclusiva premura consentire a tutte le tesserate e tesserati di riprendere l'attività sportiva pomeridiana necessaria al benessere psico-fisico, messo a dura prova dall'isolamento che il protrarsi della situazione pandemica sta forzando. Valuteremo in un secondo momento, e solo se le circostanze lo consentiranno, la possibilità di partecipare a campionati di categoria. Allenarsi, stare insieme e divertirsi sono le nostre priorità. Rimini Happy Basket rende inoltre noto di aver deciso di prolungare la stagione sportiva in corso fino al 31 luglio 2021.

Come ben sa chi ci si segue, Happy Basket non esisterebbe se non avesse al proprio fianco la famiglia Piraccini che, col marchio Ren-Auto, da quasi vent'anni - stagione 2002/2003 - riveste un ruolo che va molto al di là della classica partnership di sponsorizzazione. Nonostante questo non era scontato che Ren-Auto continuasse a rivestire il ruolo di main sponsor, dopo una stagione troncata a metà dall'emergenza covid e con un'altra piena di incertezze alle porte. Eppure per la famiglia Piraccini la cosa non è mai stata in discussione: «Volevamo dare continuità al lavoro fatto in questi anni - spiega Giovanni Piraccini, amministratore Ren-Auto - e non smettere di sostenere un gruppo che ci piace e che ci ha regalato delle belle soddisfazioni in campo e fuori». Come è nato il rapporto tra Ren-Auto e il basket femminile? «E' nato tanti anni fa da un incontro, diventato poi una solida amicizia, tra mio babbo Paolo e il presidente Piomboni. E' un settore piccolo, ma ci è subito piaciuto perché la competitività è forte ma non c'è esasperazione. Personalmente non conoscevo il basket, mi sono avvicinato attraverso l'Happy: è una realtà con un grande entusiasmo ed un rapporto forte tra le persone che ne fanno parte». Perché è importante sostenere una realtà come Happy Basket? «Perché lo sport è un'attività di formazione della persona, al di là dell'aspetto di salute fisica, è un qualcosa che riguarda la psiche e la vita emotiva: confronto con se stessi, sfida, socialità, lealtà e fedeltà ad un gruppo». E quali sono i motivi che spingono un'azienda come Ren-Auto a confermare il proprio impegno anno dopo anno? «Vogliamo essere presenti sul territorio: stare vicino alle famiglie, dando un'opportunità ai figli di praticare un'attività sana e "pulita". Per noi è importante portare avanti valori di questo tipo». Purtroppo quest' anno sarà impossibile festeggiare il Natale tutti insieme con staff, atlete e famiglie, così di chiedo di rivolgere un augurio a chi ci segue. «Nonostante tutte le limitazioni, l'augurio è di passare un Natale sereno e di trovare conforto nell'intimità con le persone che si amano. Il Natale è nascita e la nascita è promessa di un futuro, che ci auguriamo sia migliore nel più breve tempo possibile».

Per lo sport dilettantistico è un momento a dir poco delicato, l'emergenza per la pandemia da Covid 19 ha stravolto le nostre vite e cambiato le nostre abitudini e non sarebbe possibile, per realtà come Happy Basket, continuare ad esistere se non fosse per l'impegno e la passione di tutti: sponsor, staff, famiglie ed atleti. Che cosa spinge uno sponsor a rimanere legato ad una società sportiva dilettantistica, tanto più oggi? Ne parliamo con Antonio Borsetti, fondatore e titolare di Zeitgroup, da quest'anno membro del direttivo di Happy Basket. Zeitgroup ha rinnovato la partnership con Happy Basket, perché? Cosa vi ha portato ad una scelta del genere? «Lavoro con i giovani e mi piace circondarmi di giovani, perché hanno una visione differente delle cose e mi lascino sempre qualcosa di loro anche a livello aziendale. Penso che il mondo dello sport, non solo quello della pallacanestro, sia un mondo sano e che il gioco di squadra in particolare insegni valori importanti: gioco di squadra e giovani sono elementi fondamentali dello sport che cerco di declinare anche nella mia azienda. Nel basket femminile ho trovato tutto questo e in Happy Basket ho conosciuto persone appassionate, non mosse da tornaconti personali. E' la stessa filosofia che cerco di portare nella mia azienda». Tua figlia Bianca è una giocatrice della Ren-Auto: come è entrato il basket nelle vostre vite? «Il basket mi è sempre piaciuto e andavo già a vedere le partite della squadra maschile, grazie a Bianca mi sono avvicinato alla pallacanestro femminile che invece conoscevo poco. Ma né io né mia moglie siamo "tifosi" delle nostre figlie: ci piace andare a vedere le partite per amore dello sport, non per il tifo "familiare". Per quanto riguarda Bianca ha cominciato abbastanza tardi: prima faceva boxe, poi ha provato col basket, spinta dall'ex ragazzo, e la cosa ha funzionato». Come genitore in cosa hai visto cambiare tua figlia? «Sicuramente l'ho vista crescere e maturare, perché lo sport di squadra porta a confrontarsi col gruppo. Non amo le discipline individuali nello sport come in azienda: i solisti non mi piacciono, mi piace vedere che quando uno dei miei ragazzi ha un problema un suo collega, che magari ha l'ufficio distante, capta le difficoltà del compagno e si adopera per aiutarlo. Questo spirito di squadra, che porta a sostenersi a vicenda senza che ci sia bisogno di chiedere, fa la differenza a qualunque livello, che si tratti di un campo da basket, o che si tratti di un gruppo di lavoro». Ha senso sponsorizzare una società sportiva in un momento sociale ed economico così difficile? «Ha ancora più senso, perché in momenti come questi ci si deve focalizzare su ciò che è realmente importante e fare squadra nelle difficoltà. Siamo stati tra i primi a sponsorizzare il Teatro Galli e il Riviera Basket, perché dove vediamo un progetto che abbia una rilevanza sportiva, culturale, o sociale per il territorio noi vogliamo esserci. Chiaramente non potremmo mai affiancare una squadra di seria A, ma, per quelle che sono le nostre possibilità, contribuire alla crescita di certe realtà per noi è un valore imprescindibile». Chiesto brutalmente: che cosa ve ne viene in tasca? «Non mi interessa, non è questo il punto. Non cerchiamo un tornaconto economico: essere partner di realtà che diffondono messaggi e valori importanti definisce l'identità della nostra azienda, racconta agli altri chi siamo. Questo sì che mi interessa davvero».

COMUNICATO UFFICIALE Il Comitato Regionale Emilia-Romagna, a seguito dell'emanazione del DPCM del 25 ottobre e fatto salvo la volontà di agevolare il più possibile la ripresa dell'attività, comunica: - spostamento dell'inizio dei campionati senior presumibilmente al 10 gennaio 2021 e successivamente i campionati giovanili, salvo nuove indicazioni migliorative dei prossimi DPCM - per i calendari di Serie C Gold, C Silver e Serie D, sono in corso verifiche sulle procedure da attuare - per i campionati Serie B/F, U18 Ecc. - U16 Ecc. - U15 Ecc. e Promozione, i calendari verranno annullati e riformulati una volta definita la data certa della ripartenza.

Rimini Happy Basket comunica che con l’approvazione del D.P.C.M. del 24 ottobre 2020 tutte le nostre attività, in quanto considerate di interesse regionale e non nazionale da domani e fino almeno 24/11/2020 saranno sospese. Eventuali variazioni saranno tempestivamente comunicate in accordo con le indicazioni e i protocolli emanati dalla Federazione Italiana Pallacanestro.