Happy Basket

Hellas Cervia-HAPPY BASKET 47-103 (10-25; 15-31; 14-27; 8-20), giocata lunedì 4/11. Tabellino: Vespignani 9, Duca E. 19, Pignieri 10, Duca N. 6, Palmisano 11, Poplawska Li. 9, Poplawska La. 6, Bozzelli 3, Poggi 10, Mecozzi 12, Comini 4, Mescolini 4. All. Rossi Vince nettamente e gioca bene la Ren-Auto U18 di coach Pier Filippo Rossi: contro un Hellas che schiera una squadra molto giovane le rosanero rispondono mandando in campo a lungo le 2003 e la 2004 Mescolini, senza mai perdere di qualità ed intensità nell'arco dei 40'. La conseguenza è una gara senza storia, ma che dà comunque buone indicazioni. «Sono molto contento di come hanno giocato le ragazze - spiega coach Rossi -, perché tutte si sono mosse bene e hanno mostrato l'atteggiamento giusto. In particolare le più giovani hanno fatto una buonissima partita, ma va detto che Cervia ha mandato in campo praticamente l'U16. Non è comunque facile segnare così tanti punti, una buona preparazione per la partita con Forlì, l'avversaria più tosta del girone». La Ren-Auto U18 tornerà dunque in campo alla Carim mercoledì 13 novembre, alle ore 19.40, per il match con la Libertas Forlì.

Libertas-HAPPY BASKET 94-89 dts (17-21; 23-19; 18-17; 20-21; 16-11), giocata sabato 2/11. Libertas: Guidi, Janevska 5, Quercioli, Atanasovska 15, Valli, Pieraccini 25, Valensin 27, Ronchi 6, Ragazzini 7 , Balestra 7, Bollini 2, Pirazzini. All. Montuschi HAPPY BASKET: Novelli 6, Nanni, La Forgia 3, Vespignani 10, Duca E. 9, Pignieri 13, Duca N. 22, Palmisano 19, Renzi 5, Farinello 2, Borsetti, Lazzarini. All. Rossi Arbitri: Guerrini e Rossi. Osservato il turno di riposo la Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi torna in campo sullo storico parquet del Villa Romiti per il derby con la Libertas Forlì. Quintetto di partenza dell'Happy: Vespigani, Novelli, Palmisano, Renzi e Noemi Duca. Ben quattro le ex tra le rosanero, dato che le Duca sono in prestito proprio dalla Libertas e che sia Vespignani che Palmisano hanno indossato la casacca biancorossa. Il primo canestro dell'incontro lo segnano le padrone di casa, ma dopo un paio di azioni Noemi Duca pareggia, grazie ad un bel pick'n'roll con Novelli. E' sempre su quest' asse che la Ren-Auto costruisce il primo vantaggio, 4-6. Partita in grande equilibrio, con qualche errore di troppo dalla lunetta, forse figlio della temperatura non proprio confortevole. A metà quarto il tabellone dice 8-8. Ancora Noemi Duca con un bel gioco dal post porta avanti l'Happy, 8-10. Forlì impatta, ma prima Renzi, poi la nuova entrata Pignieri danno alle rosanero due possessi di vantaggio, 10-14 e poco dopo Vespignani segna il canestro del +6, 11-17. In questa fase è decisamente la Ren-Auto a fare la partita: gran gioco a due tra Eleonora Duca e Pignieri, 15-21 con meno di 1' da giocare nel quarto. Negli ultimi 30" l'Happy concede un paio di rimbalzi d'attacco e successivi viaggi in lunetta alla Libertas, che però capitalizza il giusto. Si va al riposo sul 17-21. La Ren-Auto comincia alla grande il secondo quarto e con Palmisano ed Eleonora Duca trova il massimo vantaggio sul 18-25. La Libertas non ci sta e con un parziale di 7-0 impatta, 27-27, ma un gioco da tre punti di Palmisano riporta avanti l'Happy. A metà quarto sono sempre tre i punti tra le due squadre, 29-32. Partita molto intensa ed equilibrata: Forlì trova il vantaggio sul 37-36 a 3' dalla pausa lunga. Le padrone di casa dispongono di parecchi viaggi in lunetta, cui la Ren-Auto risponde con un paio di canestri, l'ultimo di Renzi, che mantengono il punteggio in perfetta parità, 40-40 all'intervallo. Ad inizio secondo tempo la Libertas trova il massimo vantaggio con un gioco da tre punti, 45-42, ma Pignieri riduce subito le distanze. L'Happy si mette a difendere a zona e la mossa paga: ancora Pignieri per il nuovo vantaggio, 45-46. Fase di grande confusione con palloni buttati alle ortiche da una parte e dall'altra: ne esce meglio la Ren-Auto che con una tripla di Palmisano e un canestro di Noemi Duca trova il parziale di 5-0 per il 45-51. Uno splendido contropiede orchestrato da Vespignani e chiuso da Eleonora Duca vale il massimo vantaggio, +8 sul 47-55. Nonostante lo svantaggio la Libertas è più lesta sui palloni vaganti e si riporta sotto, 52-55. Le padrone di casa trovano anche il pareggio sul 56-56, ma un libero di Noemi Duca concede alla Ren-Auto il minimo vantaggio. E' ancora un rimbalzo offensivo concesso, però a dare alla Libertas il canestro del 58-57 in chiusura di quarto. Novelli con un libero pareggia ad inizio periodo, ma Forlì è più a fuoco e con due canestri consecutivi trova per la prima volta in partita due possessi di vantaggio, 62-58. I punti di margine diventano sei, prima che una tripla di Palmisano li dimezzi, 64-61. Anche quando difende meglio la Ren-Auto concede troppo a rimbalzo e Forlì in questa fase dalla lunetta non sbaglia. Nuovo massimo vantaggio Libertas sul 73-65. Un 4/4 ai liberi di Vespignani e Palmisano riavvicina le rosanero, 73-69. Un contropiede di forza di Pignieri rimette un solo punto tra le squadre, ma Forlì trova la pesantissima tripla del 76-72. Noemi Duca con quattro punti consecutivi riporta la Ren-Auto a -2 e le riminesi avrebbero anche il pallone del possibile vantaggio, ma lo sprecano e ridanno alle padrone di casa la possibilità di allungare; 0/2 dalla lunetta e veloce transizione Happy, che Novelli trasforma nel canestro del pareggio con un difficile tiro in reverse. Alla Libertas restano pochi secondi per provare il tiro vincente, che però va corto: supplementare! In avvio di overtime Forlì trova subito il pesantissimo parziale di 5-0 che consente l'allungo sull'83-78. Eleonora Duca segna un paio di canestri importanti, ma Forlì adesso sbaglia pochissimo dalla media e rimane sul +4, 87-83, a 1'30" dal termine. Sembra finita, ma la Ren-Auto non molla e con Noemi Duca e Vespignani torna a -1, 90-89. Ancora dalla lunetta Forlì trova il +3; l'Happy avrebbe la possibilità di cercare il tiro del pareggio, ma perde palla. La Libertas arrotonda ancora dalla lunetta e può così festeggiare. Finale al Villa Romini: Libertas-RenAuto 94-89. «Stasera non abbiamo difeso - spiega coach Rossi -, ci siamo arrangiati con la zona, ma non è bastato. Probabilmente non ho preparato bene le ragazze negli ultimi quindici giorni, perché non è possibile subire 94 punti. Mi assumo tutte le responsabilità della sconfitta, in attesa di trovare la quadra difensiva. In attacco ci abbiamo provato e non posso chiedere più di 89 punti fuori casa, d'altra parte in difesa non si può fare peggio». La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 9 novembre, alle ore 19.00, per il match con Senigallia.

Faenza Futura-HAPPY BASKET 57-32 (11-6; 15-5; 19-8; 12-13), giocata sabato 2/11. Tabellino: Cartoscella, Oddi 1, Porcellini 1, Gambetti C. 2, Gambetti A. 2, Pignieri 7, Gasparroni, Belhaj 3, Rinaldi, Pratelli 11, Delvecchio 5, Zamagni. All. Albani Esordio complicato per la Ren-Auto U14 che sul difficile campo di Faenza paga l'amalgama da migliorare e il notevole gap fisico con le padrone di casa: le rosanero di coach Massimo Albani inseguono fin dalla palla a due e vanno in difficoltà nei due quarti centrali in cui è soprattutto la fluidità offensiva ad essere deficitaria. Nell'ultima frazione la Ren-Auto ha comunque una buona reazione, trova le soluzioni corali che erano mancate in precedenza e si porta a casa il parziale con pieno merito. «Insieme non ci siamo praticamente mai allenate - spiega coach Albani - e di fronte abbiamo trovato un'avversaria forte e molto più prestante fisicamente. Detto questo dobbiamo migliorare assolutamente il gioco di squadra e cercarci di più, cosa che abbiamo fatto solo negli ultimi 10'; non siamo più in U13, il livello è più alto ed è necessario imparare ad adeguarsi ad una maggiore intensità fisica e a leggere le situazioni. Per quanto riguarda gli aspetti positivi, invece, volevamo vincere almeno l'ultima frazione e ci siamo riusciti e la squadra ha comunque dimostrato di avere la giusta voglia di sbattersi. E' a partire da questo che dobbiamo costruire il lavoro per le prossime partite». La Ren-Auto U14 tornerà in campo alla Carim domenica 10 novembre, alle ore 11.00, per il match l'Aics Forlì.

HAPPY BASKET-Libertas Forlì 60-35 (17-8; 19-7; 12-11; 12-9), giocata giovedì 31/10. Tabellino: Innocenti 8, Tiraferri 8, Mescolini 8, Gambetti 14, Guiducci 3, Vergine, Battistel, Fulgenzi, Semprini 2, Del Fabbro 13, Piselli, Pratelli 4. All. Rossi Grazie ad un'ottima partenza la Ren-Auto U16 coglie un convincente successo con Forlì: le rosanero giocano un buon primo quarto, poi danno il meglio nella seconda frazione, con una difesa aggressiva che produce palle recuperate convertite in contropiedi vincenti. All'intervallo lungo il vantaggio è consistente, +21 sul 36-15. La ripresa diventa così ordinaria amministrazione fino alla sirena, per il definitivo 60-35. «Partita risolta nel primo tempo - spiega coach Pier Filippo Rossi -, grazie soprattutto ai tanti recuperi del secondo quarto. Le ragazze sono state brave, nonostante i meccanismi sia offensivi che difensivi vadano oliati per trovare maggior fluidità. Servirà tempo, ne siamo consapevoli, perché i gruppi non sempre si allenano insieme, ma riteniamo che questa sia la strada giusta per dare a ciascuna la possibilità di crescere nel contesto più adeguato». La Ren-Auto U18 tornerà in campo a Santarcangelo lunedì 11 novembre, alle ore 17.45, per il match il Basket Santarcangelo.

HAPPY BASKET-Aics Forlì 96-33 (32-4; 19-8; 26-8; 19-13), giocata domenica 27/10. Tabellino: La Forgia 10, Vespignani 4, Duca E. 6, Pignieri 4, Duca N. 14, Palmisano 12, Poplawska Li. 2, Poplawska La. 4, Bozzelli 6, Poggi 14, Mecozzi 15, Tiraferri 5. All. Rossi Tutto facile per la Ren-Auto U18 di coach Pier Filippo Rossi nel match domenicale con l'Aics Forlì: contro un'avversaria non al completo le rosanero partono fortissimo e chiudono ogni discorso già nel primo quarto, terminato con un eloquente 32-4. Il resto della gara diventa così un'occasione per l'allenatore riminese per fare esperimenti e ampio uso delle rotazioni, con tutte le dodici giocatrici a referto capaci a turno di mettersi in mostra. La Ren-Auto U18 tornerà in campo al Cervia lunedì 4 novembre, alle ore 19.15, per il match con l'Hellas.

HAPPY BASKET-Hellas Cervia 54-59 (12-18; 14-10; 13-18; 15-13), giocata giovedì 24/10. Tabellino: Innocenti, Tiraferri 15, Mescolini 13, Gambetti 6, Guiducci 7, Vergine 10, Fulgenzi, Semprini, Del Fabbro 1, Pratelli 2. All. Rossi Non brilla all'esordio casalingo la Ren-Auto U16 e, nonostante giochi alla pari per i successivi 30', paga alla fine la brutta difesa che nel primo quarto consente a Cervia il break che si rivelerà incolmabile. Entrambe le squadre devono fare i conti con problemi di roster: le ospiti scendono a Rimini senza tre giocatrici, mentre l'Happy, con Gambetti appena rientrata, perde Del Fabbro e Guiducci per infortunio e Pratelli per falli ben prima della sirena. L'Hellas è squadra di spessore, ben allenata e con un settore giovanile strutturato e sul campo sfrutta pienamente la propria superiorità fisica; la Ren-Auto non riesce mai a passare avanti, ma recupera un gap in doppia cifra e se la gioca fino all'ultimo. Come detto, però, è il parziale del primo quarto a decidere la gara e a consegnare a Cervia il referto rosa. «Non è stata una bella partita - commenta coach Rossi -, abbiamo difeso male in avvio e commesso troppi errori in attacco. Complimenti a Cervia, perché ha giocato meglio, meritando il successo malgrado le assenze». La Ren-Auto U16 tornerà in campo alla Carim giovedì 31 ottobre, alle ore 18.00, per il match con la Libertas Basket.

Rimini Happy Basket è lieta di annunciare di aver stipulato un accordo di sponsorizzazione con Zeitgroup, azienda profondamente legata al territorio, che dal cuore della Romagna eroga in tutta Italia servizi cloud pay per use con l’efficienza e la cordialità che contraddistinguono questa terra. «Non amo il termine "sponsorizzazione" - spiega Antonio Borsetti, fondatore e titolare di Zeitgroup -, quello che ci interessa è un coinvolgimento più profondo: abbiamo scelto di sostenere una realtà come Happy Basket, perché crediamo fortemente nei progetti fondati su passione e grande motivazione. Crediamo nelle idee, in quelle che fanno crescere il territorio, che promuovono le relazioni e la cultura e per questo guardiamo allo sport con grande attenzione». Rimini Happy Basket è orgogliosa di avere da oggi al proprio fianco un partner come Zeitgroup, capace di cogliere pienamente lo spirito che da sempre sostiene e anima la nostra attività.

Basket Girls-HAPPY BASKET 64-53 (17-14, 12-14, 19-11, 16-14), giocata sabato 19/10. Basket Girls: Pierdicca 19, Di Lizio, Di Sario 7, Yusuf 9, Koshanin, Palmieri 2, Bolognini 20, Marinelli 5, Mandolesi, Lattanzi 2, Kudule, Borghetti. All. Castorina Happy Basket: Novelli 12, Nanni, La Forgia 4, Vespignani 5, Duca E., Pignieri 9, Duca N. 10, Palmisano 4, Renzi 2, Farinello 7, Borsetti. All. Rossi Arbitri: Bonfigli ed Esposito Sul difficile campo delle Basket Girls alla Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi - ancora assenti Vlahova e Re e con Palmisano acciaccata - sono fatali pochi minuti di blackout difensivo nella seconda metà del terzo quarto perché Ancona indovini il micidiale parziale di 8-0, che finisce per decidere la partita. Dalla palla a due per 25', infatti, il match si sviluppa sul filo dell'equilibrio con le padrone di casa che si aggiudicano la prima frazione e la Ren-Auto che ribatte vincendo la seconda. All'intervallo le due squadre sono divise da un solo punto, 29-28. Il secondo tempo comincia sulla stessa falsa riga, finché, a pochi minuti dall'ultima pausa, le Basket Girls mettono un paio di pesantissime triple, approfittando di alcune amnesie difensive delle rosanero. È, come detto, il parziale che spacca la partita. Negli ultimi 10' la Ren-Auto continua ad inseguire, resta lì, ma non trova la rimonta. Finisce 64-53. «Se commettiamo così tanti errori - spiega coach Rossi -, partite contro squadre così forti ed organizzate non possono essere alla nostra portata: dobbiamo lavorare sull'attenzione difensiva, per non concedere canestri facili su mancati rientri, rotazioni sbagliate o rimbalzi concessi. La squadra comunque si applica e sono contento per i due quarti e mezzo in cui ce la stiamo giocata alla pari. Siamo una squadra giovane, dobbiamo lavorare tutte insieme e purtroppo, tra infortuni ed assenze varie, ancora non siamo riusciti ad allenarci al completamento con continuità». La Ren-Auto tornerà in campo a Forlì sabato 2 novembre, alle ore 20.30, per il match con la Libertas Basket.

Nuova Virtus Cesena-HAPPY BASKET 38-61 (10-17; 14-15; 5-21; 9-8), giocata venerdì 18/10. Tabellino: Innocenti 6, Tiraferri 12, Mescolini 2, Guiducci 5, Vergine, Fulgenzi 6, Semprini 4, Del Fabbro 14, Pratelli 12, Delvecchio. All. Rossi Dopo l'U18 anche la Ren-Auto U16 torna da Cesena con un successo: le rosanero di coach Pier Filippo Rossi giocano un primo tempo solido, poi sprintano definitivamente nel terzo quarto, 5-21 il parziale, e chiudono il match con largo anticipo. Appena 14 i punti concessi nella ripresa dalla Ren-Auto, intensa su entrambi i lati del campo. «Sono molto contento del livello di gioco espresso all'esordio - commenta coach Rossi -: loro sono una buona squadra, ma il match è stato in discussione solo nel primo tempo. Hanno giocato tutte almeno 10', in attacco abbiamo distribuito i punti e, soprattutto, abbiamo fatto un ottimo lavoro difensivo nella ripresa». La Ren-Auto U16 tornerà in campo alla Carim giovedì 24 ottobre, alle ore 16.30, per il match con l'Hellas Cervia.

Nuova Virtus Cesena-HAPPY BASKET 34-75 (9-17; 11-28; 5-17; 9-13), giocata mercoledì 16/10. Tabellino: La Forgia 11, Vespignani 8, Duca E. 4, Duca N. 17, Poplawska Li. 4, Poplawska La. 2, Poggi 2, Mecozzi 13, Comini, Tiraferri 9, Guiducci 2, Del Fabbro 3. All. Rossi Esordio sul velluto per la Ren-Auto U18 di coach Pier Filippo Rossi: le rosanero vincono nettamente a Cesena, grazie ad una buona partenza e ad un allungo prepotente nel secondo quarto. All'intervallo il tabellone dice 20-45 ed il match è così già virtualmente chiuso. Nella ripresa l'Happy continua ad incrementare il vantaggio senza particolari cali, con una difesa ermetica che concede appena 14 punti alle padrone di casa. Positivo il rientro di Mecozzi, dopo un anno di inattività, così come quello di La Forgia, alla prima stagionale dopo l'infortunio. «Al di là delle differenze tecniche tra le due squadre - attacca coach Rossi - non era una partita facile, perché questa squadra è costituita da due gruppi che lavorano sulle stesse cose, ma si allenano separatamente e quindi non si conoscono. Nonostante questo problema di amalgama la squadra ha difeso bene e le ragazze hanno mostrato il giusto atteggiamento per tutta la gara: ci sono, naturalmente, molte cose da migliorare ma sono contento, anche perché abbiamo giocato a lungo con tre 2004, un'ulteriore soddisfazione». La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim domenica 27 ottobre, alle ore 17.30, per il match con l'A.I.C.S. Forlì.