News

REN-AUTO vs Puianello 34-48 (12-11; 9-11; 12-12; 1-14), giocata giovedì 21/4 Tabellino: Pignieri 6, Oddi 12, Cardelli 4, Cartoscella 3, Piva, Isibor, Mancini, Dedda, Martellotta 5, Gasparroni 2, Rinaldi 2. All. Albani La Renauto U15 di coach Massimo Albani affronta Puianello, già incontrata nel primo turno playoff, nella prima delle due sfide valide per la conquista del terzo e ultimo posto della regione Emilia-Romagna per le Finali Nazionali. Un risultato al di sopra delle aspettative, ma assolutamente meritato, per quello che a inizio stagione era un gruppo del tutto nuovo, frutto della fusione tra Happy Basket e Santarcangelo all'interno del progetto Phoenix RBR. Puianello, già vincente nelle sfide precedenti, parte naturalmente favorita potendo contare su una fisicità nettamente superiore, ma le giovani rosanero non si lasciano intimorire e giocano tre quarti alla pari: il primo lo vincono, il secondo lo perdono e il terzo lo pareggiano, 33-34 dopo 30'. Lo sforzo prodotto per compensare uno scontro fisicamente impari, tuttavia, spiana la strada a Puianello che si aggiudica nettamente ultima frazione e partita. Finisce 34-48. «Le ragazze sono state bravissime - spiega coach Albani - sono rimaste in partita per tre quarti dando tutto quello che avevano e si sono arrese solo quando sono finite le batterie. Non dobbiamo dimenticare che questo è una squadra nuova che raramente si è potuta allenare al completo, visto che quattro ragazze fanno parte anche dell'U17 e come è giusto che sia si dividono tra i due gruppi: quello che conta è che ci sono stati miglioramenti individuali evidenti, sia nei fondamentali, che nella capacità di tenere il campo anche contro squadre molto forti come Puianello. Da istruttore questi aspetti sono più importanti del risultato finale e comunque anche stasera non posso che essere soddisfatto di quello che le ragazze hanno fatto e dell'atteggiamento per tutti i 40'». Ren-Auto e Puianello torneranno in campo, questa volta in terra emiliana, domenica 24 aprile alle ore 11.00 per la gara di ritorno.

Parma Basket Project vs REN-AUTO 72-50 (30-14; 8-10; 14-16; 20-10), giocata martedì 12/4. Tabellino: Pignieri 2, Pratelli 3, Riva 6, Monaldini 16, Venturi, Castellani 4, Savini 2, Isibor 2, Frambosi 3, Fulgenzi 1, Mongiusti 9, Martellotta 2. All. Rossi La Ren-Auto U17 di coach Pier Filippo Rossi torna in campo dopo ben tre settimane per l'impegnativa trasferta di Parma: le padrone di casa sono un'ottima squadra, fisicamente superiore, frutto della collaborazione tra i settori giovanili di Parma, Vico e Noceto. L'inizio shock di fatto condiziona tutto il match: Parma parte 10-0 e segna 30 punti nel solo primo quarto. E' il break che decide la partita, perché, pur vincendo entrambi i quarti centrali grazie ad un ottima difesa e ad un attacco più fluido, la Ren-Auto non riesce a colmare il gap ed anzi Parma allunga nell'ultima frazione e va a vincere, per quello che vale, con uno scarto forse troppo consistente per quanto visto in campo nell'arco dei 40'. «Anche con Samoggia eravamo partite malissimo - spiega coach Rossi -, è un problema che ci portiamo dietro da tempo: vuoi perché siamo un gruppo giovane, vuoi perché non eravamo abituate ad avversarie così forti e fisiche, partiamo molto timorose, perdiamo troppi palloni e ci serve un quarto per entrare in partita. Dobbiamo migliorare l'approccio alla gara e imparare ad adeguarci ad un metro arbitrale che sempre più spesso consente il gioco fisico. Il calendario in questo momento non ci aiuta, perché avremmo bisogno di giocare spesso e invece le gare sono molto diradate. Mi aspettavo una partenza difficile, lo avevo detto negli spogliatoi e avevo chiesto di tenere duro: non ci siamo riuscite, ma ho apprezzato la reazione che ci ha portato a vincere i due quarti di mezzo». La Ren-Auto U17 tornerà in campo alla Carim martedì 26 aprile, alle ore 18.00, per il match con la BSL San Lazzaro.

Magika vs REN-AUTO 69-55 (22-16; 13-15; 13-9; 21-15), giocata sabato 9/4. Magika: Caprara, Zarfaoui 6, Roccato, Venturoli 11, Rosier 14, Zuffa 4, Perrinello 6, Dall'Aglio 6, Melandri 16, D'Agnano 6, Migani, Rubbi. All. Martinelli. REN-AUTO: Novelli 12, Duca E. 8, Pignieri 3, Duca N. 15, Borsetti 2, Capucci 8, Lazzarini, Benicchi 2, Tiraferri 5. All. Maghelli Arbitri: Scandellari e Ercolini Trasferta estremamente impegnativa per la Ren-Auto, ospite della Magika Castel San Pietro nel match valido per la sesta giornata di ritorno del campionato di Serie B: le rosanero, già prive di Renzi, Madonna, Mescolini, Gambetti e Mongiusti, devono rinunciare anche a coach Rossi, a casa con l'influenza. Coach Andrea Maghelli, alla seconda gara consecutiva al timone, può così mettere a referto solo nove giocatrici, tra cui Eleonora Duca, non ancora al top per il problema al piede e praticamente inutilizzata nel secondo tempo, e Asia Lazzarini, costretta a lasciare la gara nel terzo quarto dopo una botta al volto. Nonostante tutto, comunque, la Ren-Auto disputa una buonissima gara e paga, nello scarto finale, l'inevitabile calo fisico della prima metà del quarto quarto. Per i restanti tre quarti e mezzo l'Happy mette in costante difficoltà una delle big del campionato e si toglie la soddisfazione di vincere il secondo parziale, grazie soprattutto ad una solida difesa. «Le ragazze sono state bravissime - spiega coach Maghelli - perché hanno giocato alla pari con la Magika in condizioni impari. L'unica cosa su cui non abbiamo lavorato bene sono stai i rimbalzi difensivi, ne abbiamo concessi troppi in attacco alle nostra avversarie, che comunque sono fisiche e molto forti. Alla fine trovo che lo scarto sia stato persino ingiusto, conseguenza della stanchezza: a inizio quarto quarto le energie sembravano finite, ma negli ultimi minuti la squadra ha prodotto un ulteriore sforzo per provare a rientrare, nonostante fossero rimaste solo sette giocatrici disponibili». La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 23 aprile, alle ore 20.30, per il match con la Pall.Scandiano 2012.

Peperoncino vs REN-AUTO 44-33 (18-7; 7-6; 10-14; 9-6), giocata sabato 2/4. Tabellino: Pignieri 9, Oddi 4, Cardelli 3, Cartoscella 4, Isibor 6, Mancini, Dedda 1, Bruschi, Martellotta 6, Gasparroni, Rinaldi. All. Rossi La Ren-Auto U15 torna in campo a distanza di cinque giorni contro il Peperoncino Basket per la gara di ritorno delle semifinali regionali: le rosanero, guidate per l'occasione da coach Pier Filippo Rossi, a causa dell'indisponibilità di coach Albani, partono dal -24 dell'andata con l'obiettivo di creare, quantomeno, qualche problema alle fortissime padrone di casa. L'inizio non è dei più incoraggianti, visto che il Peperoncino si trova sul 10-0 dopo un paio di minuti di gioco, e sembra il preludio ad una debacle. Invece le giovani rosanero si riprendono, ritrovano convinzione e voglia di lottare e giocano alla pari fino allo sirena. Finisce 44-33. «Loro avevano ipotecato la qualificazione all'andata - spiega coach Rossi - e per questo non hanno spremuto la loro miglior giocatrice, ma comunque le ragazze, dopo una pessima partenza, hanno giocato più insieme, con maggior coinvolgimento di tutte e mi sembra abbiano capito come dovevano stare in campo. Abbiamo trovato buoni tiri, ma segnato con percentuali bassissime: non credo sia un caso se, quando abbiamo segnato con maggior continuità, abbiamo vinto il terzo quarto e siamo tornate a -4. Quello che avevo chiesto dopo la gara d'andata era di fare un po' meglio e devo dire che si sono visti passi avanti». La Ren-Auto U15 aspetta ora la perdente della semifinale tra Parma Basket Project e Puianello - Parma si è imposta nella gara di andata 64-44 - per provare a conquistare l'ultimo dei tre posti disponibili assegnati all'Emilia Romagna per le Finali Nazionali.

REN-AUTO vs Libertas Forlì 73-48 (22-18; 25-19; 14-4; 12-7), giocata sabato 2/4. REN-AUTO: Novelli 10, Pignieri 11, Duca N. 17, Borsetti 2, Capucci 18, Monaldini, Lazzarini, Benicchi 2, Tiraferri 9, Gambetti, Mongiusti 4. All. Maghelli Libertas: Guidi, Bagghianti, Balducci, Vespignani 13, Bernabè, Montanari 9, Pieraccini, Ronchi, Cedrini 6, Giorgetti 4, Balestra 12, Morsiani 4. All. Fantini Arbitri: Bravo e Piccardo Derby alla Carim per la Ren-Auto: le rosanero, per la sesta giornata di ritorno, affrontano la Libertas Forlì con coach Andrea Maghelli alla guida, a causa del concomitante impegno di coach Pier Filippo Rossi con l'U15. La Ren-Auto deve sempre fare i conti con covid ed infermeria: ancora assenti Eleonora Duca, Renzi, Madonna e Mescolini, mentre torna nelle dieci Benicchi; Mongiusti e Monaldini le under a referto. Coach Maghelli opta per un quintetto composto da Novelli, Pignieri, Tiraferri, Capucci e Noemi Duca. Il primo canestro dell'incontro lo segna Capucci in contropiede dopo palla recuperata; Noemi Duca di lì a poco bissa con un bel movimento in svitamento, 4-0. Dopo 3' di gioco ancora Capucci legge bene la difesa e attacca il ferro: canestro e tiro libero aggiuntivo, 8-2. L'attacco è decisamente in palla, ma la difesa non è da meno: Forlì non riesce a trovare buoni tiri e si deve accontentare delle briciole. A metà quarto la Ren-Auto è saldamente avanti, 14-4, pur avendo sbagliato sei tiri liberi. Poco a poco Forlì prova a rientrare e con un parziale di 6-0 torna a due possessi di distanza, 14-10 a 3'20" dalla prima pausa. Una fantastica transizione "a rimorchio", condotta da Capucci e finalizzata da Noemi Duca vale il 20-12. L'unica sbavatura evidente la Ren-Auto la commette proprio in chiusura di frazione: la difesa ancora una volta lavora bene, ma poi si addormenta su una "quasi" persa di Forlì, che invece tiene la palla in gioco e segna la tripla del 22-18 sulla sirena. In avvio di secondo quarto Forlì torna a -2 con i liberi, 22-20; le ospiti in difesa si mettono a zona per sfidare al tiro l'Happy, ma Pignieri le punisce pesantemente con due triple consecutive, 28-20. La partita è decisamente piacevole, entrambe le squadre girano bene la palla in attacco, ma la Ren-Auto è più precisa e resta avanti di 5, grazia ad una bella penetrazione di Mongiusti che fa saltare la diretta avversaria con una finta, 30-25. A metà quarto una tripla dall'angolo di Tiraferri vale il +8, 35-27. La Libertas risponde con le sue lunghe, attaccando ripetutamente e con successo dal post, 35-31. In questa fase gli attacchi non sbagliano praticamente mai: appena entrata in campo Benicchi realizza in sospensione il primo canestro dopo sette anni di inattività; Forlì replica con un tripla di tabella. Novelli in trance agonistica segna e crea per le compagne: a 1'40" dall'intervallo la Ren-Auto raggiunge il massimo vantaggio, +11 sul 45-34. Il primo tempo si chiude sul 47-37. Dopo un primo tempo da 84 punti complessivi, la ripresa si apre con 4' di sparatoria a salve: il primo canestro della ripresa lo segna Forlì in contropiede dopo una persa Happy a metà campo, 47-39. Un canestro di Noemi Duca a 4' dall'ultima pausa consente alla Ren-Auto di raggiungere il nuovo massimo vantaggio, +13 sul 52-39. Forlì va con la difesa allungata e inizialmente crea qualche grattacapo all'attacco rosanero: dopo un paio di azioni di assestamento, però, la Ren-Auto trova il bandolo della matassa e con Capucci, da tre, e Noemi Duca arriva a +16, 57-41. Il finale di frazione è un monologo Happy, come ben testimoniato dal parziale con cui si chiude il quarto, 61-41. Il quarto quarto si segnala solo per un po' di nervosismo innescato da una direzione di gara all'inglese e per la stanchezza che accompagna la gara alla chiusura. Finisce 73-48. «E' un periodo che la squadra sta crescendo - spiega coach Maghelli -, le ragazze lavorano molto in allenamento, sono concentrate e stanno aumentando in consapevolezza e convinzione, per questo tutto ci viene più facile. Oggi volevamo aumentare l'intensità sulla linee di passaggio in difesa, ha funzionato per buona parte della partita e la squadra è stata brava a lavorare su aiuti e rotazioni. In attacco ci vengono belle cose con disinvoltura e questo è il frutto del lavoro in palestra. Stasera, per via della sovrapposizione con la partita dell'U15 e dell'indisponibilità di coach Albani, coach Pier Filippo Rossi ha deciso di allenare le più giovani e di lasciare a me la B e così mi sono trovato a fare l'esordio come head coach con una squadra femminile: devo dire che mi sono decisamente divertito». La Ren-Auto tornerà in campo alla Castel San Pietro (BO) sabato 9 aprile, alle ore 20.30, per il match con la Magika Pallacanestro.

REN-AUTO vs Peperoncino 27-51 (9-17; 5-6; 6-16; 7-12), giocata lunedì 28/3. Tabellino: Pignieri 3, Oddi 3, Cardelli 6, Cartoscella, Isibor 4, Mancini, Dedda 2, Moschini, Bruschi, Martellotta 6, Gasparroni, Rinaldi 3. All. Albani Nella gara di andata delle semifinali regionali la Ren-Auto U15 di coach Massimo Albani si deve arrendere alla corazzata Peperoncino, squadra di livello assoluto guidata in campo dal talento della nazionale Ceré. Le bolognesi oltre che su una netta superiorità fisica possono contare anche su una notevole preparazione tecnica e così la partita è subito in salita: nonostante tutto, comunque, la Ren-Auto dà il massimo e, anche se il risultato non è mai in discussione, è proprio da partite come questa che le giovani rosanero possono trarre i maggiori spunti per migliorare. «Abbiamo sentito troppo la partita - spiega coach Albani - e siamo partite contratte e nervose. Loro sono una squadra molto forte, si vede che giocano insieme da tempo, tecnicamente sono molto avanti e sanno come usare il fisico per non farti giocare. Questo per noi è uno step in più per capire che per competere a certi livelli bisogna allenarsi con intensità ancora maggiore. Le ragazze ci hanno provato, la gara di ritorno sarà un bel banco di prova, se faremo tesoro di quanto visto oggi magari riusciremo a limare qualcosa». Ren-Auto e Peperoncino torneranno in campo a Castello D'Argile (BO) sabato 2 aprile, alle ore 18.00, per il match di ritorno.

Puianello vs REN-AUTO 74-70 (21-13; 13-21; 20-14; 20-22), giocata sabato 26/3. Puianello: Oppo 5, Rozenberga 21, Manzini 11, Luppi, Pignagnoli 2, Moretti 13, Martini 4, Cherubini, Raiola 10, Torelli, Boairdi 4, Graffagnino 4. All. Giroldi REN-AUTO: Novelli 10, Pignieri 19, Duca N. 13, Borsetti, Capucci 9, Lazzarini 5, Tiraferri 11, Gambetti 2, Mongiusti 1. All. Rossi Arbitri: Wong e Ercolini. Trasferta a Puianello per la Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi per la 5^ giornata di ritorno: le rosanero, prive di Eleonora Duca, Renzi, Mescolini, Madonna e Benicchi, affrontano la seconda squadra in classifica in una partita molto impegnativa e pertanto utile per fare esperienza. Nel primo quarto le padrone di casa impongono il proprio gioco e la propria fisicità e, anche se non strappano in maniera decisa, costruiscono un buon parziale e chiudono la frazione avanti di 8, 21-13. La seconda frazione non sembra discostarsi troppo dalla prima, ma la Ren-Auto ha senz'altro il merito di giocare tranquilla e di rimanere in scia. Sul 30-23, in una fase di gioco apparentemente "irrilevante" gli arbitri comminano un tecnico alla panchina di Puianello; le proteste non si fermano e coach Giroldi viene espulso. La Ren-Auto capitalizza come meglio non si potrebbe: 3/3 di Novelli dalla lunetta, un libero per il tecnico e due per l'espulsione, e tripla di tabella di Pignieri che vale il -1, 30-29, e forza il time-out delle padrone di casa. Puianello segna, ma Lazzarini, ancora da tre, pareggia, 32-32. Il primo tempo finisce 34-34. Al rientro in campo le padrone di casa trovano un immediato parziale di 6-0 anche grazie alla difesa allungata, ma Tiraferri, con una tripla e un canestro in transizione riporta l'Happy a -1, 40-39. La Ren-Auto è brava e paziente a lavorare contro la pressione e contro la zona e trova buone conclusioni: Pignieri segna il 43-43 a conferma che la partita è apertissima. Le rosanero costruiscono anche un paio di buone conclusioni per il vantaggio, che però non vanno a segno. Puianello nel finale di frazione prende un piccolo margine, ma questo non toglie nulla alla buona prova della Ren-Auto che chiude il quarto sotto di 6, 54-48. Le emiliane provano ad accelerare nel quarto quarto e si portano sul 58-50, ma ancora una volta la Ren-Auto reagisce e con Pignieri e una tripla di Novelli si riavvicina, 58-55. Partita in equilibrio con Pignieri in trance agonistica: la n.10 segna la tripla del 66-65 e poco dopo smazza l'assist che consente a Noemi Duca il canestro, più fallo, del 68-67. Il libero del pareggio non entra e l'Happy resta sotto di una lunghezza. Con poco più di 1' da giocare una grande difesa innesca la transizione che Capucci conclude con la fantastica tripla del 70-70. A 36" dalla sirena Puianello segna e ha un libero aggiuntivo: la padrone di casa sbagliano dalla lunetta, ma per ben due volte catturano il rimbalzo d'attacco e riescono così a chiudere il match segnando, questa volta, gli ultimi due liberi. Finisce 74-70. «Le ragazze sono state davvero brave - commenta coach Rossi -: purtroppo abbiamo pagato il gap fisico, reso ancora più netto dalle tantissime assenze. Alla fine la partita è stata decisa dai rimbalzi d'attacco, ma abbiamo sempre messo in campo lo spirito e l'intensità giusti. Nel secondo tempo abbiamo limitato per quanto possibile Rozemberga, ma questo inevitabilmente ha lasciando spazi ad altre che hanno trovato anche un paio di canestri fortunati. Peccato, perché abbiamo giocato bene: contro la zona abbiamo messo in pratica le cose che avevamo provato in settimana, pur allenandoci in pochissime. Dobbiamo essere soddisfatti dei progressi che stiamo facendo: abbiamo vinto due partite in fila e giocato alla pari contro la seconda, avendo un ottimo contributo dalle più giovani. Stasera, ad esempio, Tiraferri ha giocato con personalità. Peccato per la condizione, purtroppo sarà difficile recuperare qualcuna per la gara con Forlì». La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 2 aprile, alle ore 20.30, per il match con la Libertas Forlì.

Risveglio con sorpresa questa mattina! In virtù del quoziente canestri (canestri fatti/canestri subiti) totalizzato nelle gare dei quarti di finale, la Ren-Auto U15 di coach Massimo Albani viene ripescata come miglior quarta e accede così alle semifinali regionali in cui affronterà il Peperoncino Basket. Inutile dire quanto siamo orgogliosi delle nostre ragazze, da oggi una delle quattro migliori squadre dell'Emilia Romagna! «Questo risultato è un ulteriore conferma della nostra crescita - spiega coach Albani -, perché il differenziale è la conseguenza dell'atteggiamento mostrato in campo dalle squadra: se avessimo mollato anche un solo minuto, sugli ottanta complessivi delle due gare con Puianello, non sarebbe stato possibile raggiungere le semifinali. Le ragazze hanno invece giocato ogni gara fino all'ultimo secondo, come avevo chiesto loro: questo traguardo è la dimostrazione che dare sempre il 100% paga». Data e orario delle semifinali, gara di andata e gara di ritorno, saranno definite in settimana. Le vincenti delle due semifinali accederanno direttamente alle Finali Nazionali e si affronteranno in finale per definire la classifica regionale; le perdenti si sfideranno con gara di andata e ritorno per il terzo e ultimo posto disponibile per la fase nazionale.

Samoggia vs REN-AUTO 69-60 (22-15; 16-21; 17-10; 14-14), giocata lunedì 21/3. Tabellino: Pignieri 4, Pratelli 13, Riva, Monaldini 21, Cardelli, Venturi, Castellani 5, Savini, Isibor, Frambosi 4, Fulgenzi, Mongiusti 13. All. Rossi Prima giornata della fase di qualificazione alle finali Nazionali: la Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi è di scena a Castelfranco Emilia , ospite della Scuola Basket Samoggia 1999. Test decisamente impegnativo visto che le padrone di casa sono squadra organizzata con individualità di primo livello. L'inizio non è dei più promettenti: Samoggia parte 10-0 e per le rosanero sembra il preludio di una serataccia. Invece due triple di Mongiusti ed una di Pratelli rimettono in partita la Ren-Auto e il match diventa equilibrato ed avvincente. L'Happy è scatenata da dietro l'arco e con un gran secondo quarto chiude il primo tempo sotto di due sole lunghezze, 38-36. Al ritorno in campo dopo la pausa lunga Samoggia sembra avere più gas e prova a sprintare: le padrone di casa accumulano anche 14 punti di vantaggio e per la Ren-Auto sembra l'inizio della fine. E invece no, perché le rosanero si riprendono e nell'ultima frazione rimontano fino ad arrivare a -2, palla in mano: il pareggio sembra cosa fatta, canestro e anche fallo con tiro libero aggiuntivo, ma gli arbitri fischiano infrazione di 24", annullano tutto e Samoggia resta davanti. Nel finale le padrone di casa hanno qual poco di benzina in più sufficiente per tornare a +6 e per trovare sulla sirena, quasi da metà campo, la tripla del definitivo 69-60. «In attacco abbiamo avuto una serata strepitosa - commenta coach Rossi -, a parte gli ultimi quattro tiri che magari non ci avrebbero permesso di vincere, ma di contenere il margine, in ottica di scontro diretto, sì. Alla fine abbiamo pagato lo scotto dell'approccio di gara e, nel complesso, una difesa al di sotto delle nostre possibilità, per quanto Samoggia abbia individualità difficili da contenere. Non siamo state aggressive e fresche come al solito, ma sono contento perché in attacco abbiamo eseguito bene anche cose nuove, segnato con continuità da fuori ed in generale abbiamo dimostrato che, nonostante qualche assenza e acciacco, ce la possiamo giocare con tutte». La Ren-Auto U17 tornerà in campo alla Carim giovedì 31 marzo, alle ore 18.00, per il match con il Peperoncino Basket.

REN-AUTO vs Finale Emilia 64-55 (17-16; 19-11; 10-19; 18-9), giocata sabato 19/3. REN-AUTO: Novelli 15, Madonna, Pignieri 15, Duca N. 10, Renzi 2, Borsetti, Capucci 14, Lazzarini 3, Tiraferri 3, Gambetti 2. All. Rossi Finale Emilia: Bozzali 4, Todisco 16, Ghelli, Bozzali, Calzolari 11, Gavagna 3, Benedusi 2, Cadoni 13, Pincella 6. All. Bregoli Arbitri: Gennari e De Palo. Per la quarta giornata di ritorno della poule playoff di Serie B la Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi torna in campo alla Carim contro Finale Emilia, dopo il turno di riposo. Entrambe le squadre devono fare i conti con le assenze: le ospiti si presentano con sole 9 giocatrici, mentre l'Happy deve rinunciare a Mescolini e Benicchi, covid, ed Eleonora Duca per un problema ad un piede. Coach Rossi parte con un quintetto composto da: Novelli, Capucci, Pignieri, Renzi e Noemi Duca. Il primo canestro dell'incontro lo segna Finale, ma Novelli replica immediatamente con una tripla, 3-2. Le ospiti provano subito l'allungo con un parziale di 4-0, ma ancora capitan Novelli e Pignieri riportano avanti la Ren-Auto, 7-6 dopo circa 3' di gioco. Le ospiti ci riprovano con due triple consecutive e si portano a +4, 9-13. Capucci guida la riscossa: parziale di 7-0 e punteggio ribaltato, 16-13. Il primo quarto si chiude sul 17-16. Pignieri grande protagonista in avvio di secondo quarto: tripla e canestro in transizione per il 22-16. Dopo 4'10" di gioco una transizione ben condotta da Asia Lazzarini consente a Novelli di imbucare indisturbata la tripla del 26-19. Una Ren-Auto veloce e spumeggiante continua a colpire da tre: prima Capucci, poi Pignieri, ben servita da Gambetti, segnano le due triple dell'allungo, 34-21 a 2'46" dall'intervallo. Negli ultimi minuti Finale con un parziale di 6-2 si riavvicina sotto la doppia cifra di svantaggio: il primo tempo finisce 36-27. Al ritorno in campo la Ren-Auto ha decisamente una marcia in più: Novelli, Capucci e Pignieri ancora da tre confezionano il 43-27 dopo 2'14". Finale però non demorde e costruisce in 4' un parziale di 10-3 che la rimette in partita, 46-37. Coach Rossi chiama immediatamente time-out, ma la sospensione non arresta la rimonta di Finale che segna altri 5 punti e arriva a -4, 46-42. Le ospiti, ormai in trance, realizzano altri due canestri e il pareggio è cosa fatta, 46-46 al 30'. Asia Lazzarini in avvio di quarto quarto segna il primo canestro Happy dopo una vita e di lì a poco Tiraferri imbuca una tripla pesantissima, 51-46. E' l'inizio della riscossa: 4 punti consecutivi di Noemi Duca e una tripla, l'ennesima, di Novelli rimettono tra le squadre un divario in doppia cifra, 58-48 con 4'43" da giocare. E' il parziale che chiude la partita perché da qui in poi la Ren-Auto non vacilla più, resiste al ritorno di Finale e porta a casa il match. Finisce 64-55 con canestro di Capucci sulla sirena. «La squadra ha giocato benissimo contro la uomo - attacca coach Rossi -, mentre contro la zona ci siamo impantanati e non abbiamo segnato pur trovato buoni tiri. Sono contento, abbiamo vinto due partite in fila e non è semplice giocare sapendo che non c'è nulla in palio: sto cercando di tenere la squadra concentrata e vive le motivazioni e direi che la risposta in campo c'è stata. Quando teniamo le squadre sui 50/55 punti ce la giochiamo con tutte, diversamente non abbiamo caratteristiche che ci permettono di avere un grande controllo e una costanza offensiva sui 40'. Stasera nei primi 25' in attacco abbiamo giocato molto bene, poi abbiamo avuto un momento di appannamento come contro Valdarda, ma come contro Valdarda abbiamo vinto e lo abbiamo fatto con pieno merito rimanendo praticamente sempre avanti». La Ren-Auto tornerà in campo a Puianello (RE) sabato 26 marzo, alle ore 18.00, per il match con il Puianello Basket Team.