Under 16

  Libertas Forlì-HAPPY BASKET 53-42 (19-13; 11-9; 14-5; 9-15), giocata mercoledì 4/12. Tabellino: Innocenti, Mescolini 17, Gambetti 10, Guiducci 4, Vergine 8, Fulgenzi, Hyseni, Semprini, Piselli, Pratelli 3, Brocchi. All. Rossi Brutta serata per la Ren-Auto U16 in quel di Forlì: le rosanero, sempre prive di Del Fabbro e Tiraferri, incappano nella più classica delle giornate in cui non funziona nulla e si devono arrendere alle padrone di casa della Libertas. Forlì parte meglio e, affidandosi alla sua miglior giocatrice, buca con continuità la difesa dell'Happy, che, dal canto proprio sbaglia tanto e soprattutto non trova una continuità offensiva che permetta di ricucire il margine. A decidere la gara è un terzo quarto in cui la Ren-Auto è troppo imprecisa in attacco e segna appena 5 punti; nell'ultima frazione il tentativo di rimonta è come al solito generoso, ma non sufficiente a riaprire la partita. «In una stagione capita sempre la partita no e a noi è capitata oggi - spiega coach Rossi -; oltre a questo fisicamente eravamo parecchio giù, del resto le assenze riducono le rotazioni ed in più eravamo reduci dalla battaglia con Cervia. Forlì si è chiusa in area e noi non siamo riuscite a mettere in difficoltà la difesa. Speriamo di recuperare le infortunate per la sfida con Santarcangelo che sarà decisiva». La Ren-Auto U16 tornerà dunque in campo alla Carim mercoledì 18 dicembre, alle ore 19.40, per il match con Santarcangelo.

Hellas Cervia-HAPPY BASKET 71-70 dts (12-17; 15-12; 21-16; 15-18; 8-7), giocata giovedì 28/11. Tabellino: Innocenti 3, Mescolini 15, Gambetti S. 17, Guiducci 16, Vergine 10, Gambetti A., Fulgenzi 2, Semprini, Piselli, Pigneri, Pratelli 7. All. Rossi. Grande basket a Cervia: la Ren-Auto U16 di coach Pier Filippo Rossi e le padrone di casa dell'Hellas danno infatti vita ad un match di alta qualità tecnica, intenso ed emozionante, per assegnare il quale non sono sufficienti i 40' regolamentari. L'Hellas si aggiudica infatti il referto rosa dopo un tempo supplementare e alla fine è un solo punto a fare la differenza. La Ren-Auto, nonostante le pesanti assenze di Del Fabbro e Tiraferri, parte benissimo e prova a scappare nel primo quarto, grazie ad un attacco efficace e ad una difesa attenta, ma Cervia rimonta nella seconda frazione e così all'intervallo tra le squadre ci sono solo due punti 27-29. Il metro arbitrale piuttosto permissivo aggiunge pepe ad una gara già molto intensa, in cui le squadre non si risparmiano dal punto di vista fisico. L'inizio di secondo tempo è traumatico: la Ren-Auto si "distrae" quel tanto che basta da concedere un parziale di 14-0, che sembra lanciare l'Hellas verso una facile vittoria. Le giovani rosanero però non si arrendono, cominciano una rimonta che si concretizza ad inizio quarto quarto e tornano persino in vantaggio. Da quel momento in poi le squadre si rispondono colpo su colpo, fino all'epilogo finale con le padrone di casa freddissime nel trovare il 2/2 dalla lunetta che decide il match al supplementare. «Innanzitutto credo sia doveroso fare i complimenti ad entrambe le squadre - attacca coach Rossi -, perché non è usuale vedere partite di questo livello in una categoria giovanile: Cervia ha giocato benissimo e noi non siamo state da meno. Alle ragazze non posso dire nulla, hanno fatto una grande partita e l'unico rammarico è non aver centrato una vittoria ci avrebbe quasi garantito il passaggio alla fase successiva». La Ren-Auto U16 tornerà in campo a Forlì mercoledì 4 dicembre, alle ore 17.30, per il match con la Libertas.

HAPPY BASKET-Nuova Virtus Cesena 63-36 (13-13; 19-11; 19-8; 12-4), giocata giovedì 21/11. Tabellino: Innocenti 2, Mescolini 14, Gambetti S. 12, Guiducci 7, Vergine 9, Gambetti A. 2, Fulgenzi, Piselli 2, Pigneri 3, Pratelli 10, Delvecchio 2. All. Rossi Vince ancora la Ren-Auto U16 di coach Pier Filippo Rossi: le rosanero non hanno problemi ad aggiudicarsi la sfida con Cesena, quarto successo in fila, e si tolgono oltretutto la soddisfazione di dare tanti minuti a ben quattro giocatrici dell'U14 - Alice Gambetti, Pigneri, Pratelli e Delvecchio. Il match, per la verità, non comincia nel migliore dei modi, perché Cesena gioca bene i primi possessi e si porta avanti di 7 sul 2-9. A quel punto l'Happy entra in partita, rimonta e chiude in parità la frazione, 13-13. Dal secondo quarto il match cambia definitivamente e fino alla sirena di chiusura non c'è più equilibrio: la Ren-Auto va all'intervallo sul +8, 32-24, poi fa la voce grossa in un secondo tempo in cui concede alle ospiti appena 12 punti, contro i 31 segnati. «Sono contento, perché al di là della falsa partenza - spiega coach Rossi - abbiamo giocato una buona gara. In particolare le più piccole hanno tenuto bene il campo con avversarie più grandi, mostrando di non avere alcun timore reverenziale». La Ren-Auto U16 tornerà in campo a Cervia giovedì 28 novembre, alle ore 20.45, per il match con l'Hellas Basket.

HAPPY BASKET-Aics 79-26 (17-7; 21-5; 23-6; 18-8), giocata domenica 17/11. Tabellino: Innocenti 8, Mescolini 6, Gambetti 32, Guiducci 3, Vergine 14, Battistel, Fulgenzi 4, Hyseni, Piselli, Pratelli 10, Brocchi 2. All. Rossi Non ha problemi la Ren-Auto U16 di coach Pier Filippo Rossi ad aggiudicarsi la sfida con un Aics, tra l'altro giovanissima. Le rosanero, nonostante le tantissime assenze, dopo una partenza a rilento con 5' conditi da molti errori, dilagano nel secondo quarto e incrementano il vantaggio frazione dopo frazione. Da segnalare la prova di Sara Gambetti che mette a referto ben 32 punti. La Ren-Auto U16 tornerà in campo alla Carim giovedì 21 novembre, alle ore 16.30, per il match con la Nuova Virtus Cesena.

Santarcangelo-HAPPY BASKET 54-59 (13-26; 15-8; 13-14; 13-11), giocata lunedì 11/11. Tabellino: Innocenti 6, Tiraferri 12, Mescolini 9, Gambetti 14, Guiducci 3, Vergine 10, Fulgenzi, Del Fabbro, Piselli 2, Pratelli 3. All. Rossi Mantenendo fede alla propria fama, la Ren-Auto U16 di coach Pier Filippo Rossi sbanca il PalaSGR dopo una vera e propria battaglia sportiva contro le padrone di casa di Santarcangelo. A fare la differenza, alla fine, è il grande primo quarto delle rosanero, che segnano ben 26 punti e doppiano le avversarie; Santarcangelo reagisce nella seconda frazione e si riavvicina, fino al 28-34 con cui si va al riposo lungo. Il secondo tempo inizia nel peggiore dei modi per l'Happy Basket: con Del Fabbro a referto, ma senza poter mettere piede in campo per problemi ad una caviglia, si fa male anche Tiraferri, fin lì miglior marcatrice dell'incontro con 12 punti. Nonostante questo il gruppo si compatta e, trascinato dalla verve offensiva di Gambetti e Vergine, tiene a distanza Santarcangelo e porta a casa il meritato successo. «Gran bella vittoria - commenta coach Rossi - in un derby, fuori casa su un campo difficile, e in condizioni fisiche non ottimali. Questo però è un gruppo che lotta sempre e che riesce ad andare oltre le difficoltà: sono molto contento». La Ren-Auto U16 tornerà in campo alla Carim domenica 17 novembre, alle ore 17.00, per il match con l'Aics Forlì.

HAPPY BASKET-Libertas Forlì 60-35 (17-8; 19-7; 12-11; 12-9), giocata giovedì 31/10. Tabellino: Innocenti 8, Tiraferri 8, Mescolini 8, Gambetti 14, Guiducci 3, Vergine, Battistel, Fulgenzi, Semprini 2, Del Fabbro 13, Piselli, Pratelli 4. All. Rossi Grazie ad un'ottima partenza la Ren-Auto U16 coglie un convincente successo con Forlì: le rosanero giocano un buon primo quarto, poi danno il meglio nella seconda frazione, con una difesa aggressiva che produce palle recuperate convertite in contropiedi vincenti. All'intervallo lungo il vantaggio è consistente, +21 sul 36-15. La ripresa diventa così ordinaria amministrazione fino alla sirena, per il definitivo 60-35. «Partita risolta nel primo tempo - spiega coach Pier Filippo Rossi -, grazie soprattutto ai tanti recuperi del secondo quarto. Le ragazze sono state brave, nonostante i meccanismi sia offensivi che difensivi vadano oliati per trovare maggior fluidità. Servirà tempo, ne siamo consapevoli, perché i gruppi non sempre si allenano insieme, ma riteniamo che questa sia la strada giusta per dare a ciascuna la possibilità di crescere nel contesto più adeguato». La Ren-Auto U18 tornerà in campo a Santarcangelo lunedì 11 novembre, alle ore 17.45, per il match il Basket Santarcangelo.

HAPPY BASKET-Hellas Cervia 54-59 (12-18; 14-10; 13-18; 15-13), giocata giovedì 24/10. Tabellino: Innocenti, Tiraferri 15, Mescolini 13, Gambetti 6, Guiducci 7, Vergine 10, Fulgenzi, Semprini, Del Fabbro 1, Pratelli 2. All. Rossi Non brilla all'esordio casalingo la Ren-Auto U16 e, nonostante giochi alla pari per i successivi 30', paga alla fine la brutta difesa che nel primo quarto consente a Cervia il break che si rivelerà incolmabile. Entrambe le squadre devono fare i conti con problemi di roster: le ospiti scendono a Rimini senza tre giocatrici, mentre l'Happy, con Gambetti appena rientrata, perde Del Fabbro e Guiducci per infortunio e Pratelli per falli ben prima della sirena. L'Hellas è squadra di spessore, ben allenata e con un settore giovanile strutturato e sul campo sfrutta pienamente la propria superiorità fisica; la Ren-Auto non riesce mai a passare avanti, ma recupera un gap in doppia cifra e se la gioca fino all'ultimo. Come detto, però, è il parziale del primo quarto a decidere la gara e a consegnare a Cervia il referto rosa. «Non è stata una bella partita - commenta coach Rossi -, abbiamo difeso male in avvio e commesso troppi errori in attacco. Complimenti a Cervia, perché ha giocato meglio, meritando il successo malgrado le assenze». La Ren-Auto U16 tornerà in campo alla Carim giovedì 31 ottobre, alle ore 18.00, per il match con la Libertas Basket.

Nuova Virtus Cesena-HAPPY BASKET 38-61 (10-17; 14-15; 5-21; 9-8), giocata venerdì 18/10. Tabellino: Innocenti 6, Tiraferri 12, Mescolini 2, Guiducci 5, Vergine, Fulgenzi 6, Semprini 4, Del Fabbro 14, Pratelli 12, Delvecchio. All. Rossi Dopo l'U18 anche la Ren-Auto U16 torna da Cesena con un successo: le rosanero di coach Pier Filippo Rossi giocano un primo tempo solido, poi sprintano definitivamente nel terzo quarto, 5-21 il parziale, e chiudono il match con largo anticipo. Appena 14 i punti concessi nella ripresa dalla Ren-Auto, intensa su entrambi i lati del campo. «Sono molto contento del livello di gioco espresso all'esordio - commenta coach Rossi -: loro sono una buona squadra, ma il match è stato in discussione solo nel primo tempo. Hanno giocato tutte almeno 10', in attacco abbiamo distribuito i punti e, soprattutto, abbiamo fatto un ottimo lavoro difensivo nella ripresa». La Ren-Auto U16 tornerà in campo alla Carim giovedì 24 ottobre, alle ore 16.30, per il match con l'Hellas Cervia.

HAPPY BASKET-Calendasco 63-64 dts (8-16; 15-19; 19-11; 18-14; 3-4), giocata sabato 28/4. Tabellino: Poggi 8, Martinini 3, Innocenti 2, Comini 7, Tiraferri 8, Ricci, Gambetti 9, Vergine 4, Battistel, Fulgenzi, Semprini 2, Del Fabbro 20. All. Rossi Forte del +32 conquistato in trasferta nella gara d'andata, la RenAuto U16 di coach Pier Filippo Rossi affronta Calendasco con una certa tranquillità e compensa le assenze di Guiducci e Mescolini e le non perfette condizioni di Tiraferri con ampie rotazioni: questo non significa tuttavia che le rosanero scendano in campo per onor di firma, ma anzi, come al solito, si battono con intensità e ribaltano un consistente svantaggio, per poi farsi sorprendere dalle ospiti nel finale. Il primo tempo è tutto di Calendasco, che parte molto forte nel primo quarto, tocca il +15 nella seconda frazione e si porta al riposo avanti di 12, sul 23-35. Nella ripresa l'Happy ha una grande reazione e con un parziale complessivo di 33-14 segna il 56-49 a meno di 2' dalla sirena. Sembrerebbe finita, invece questa volta sono le ospiti a reagire e, con un paio di canestri difficili e con buona precisione dalla lunetta, a raggiungere il pareggio, 60-60, a pochi secondi dallo scadere. La RenAuto ha un ultimo possesso, ma non lo gestisce bene e la partita va così all'overtime. Nel supplementare la stanchezza la fa da padrona, non si segna praticamente mai ed è Calendasco a trovare il vantaggio minimo per portare a casa il referto rosa. L'Happy costruisce bene un tiro per vincere, ma la palla non entra e finisce così 63-64. «Abbiamo giocato male nel primo tempo - spiega coach Rossi - anche perché, approfittando delle assenze, ho provato a far giocare alcune in ruoli inconsueti in prospettiva futura; il secondo tempo, invece, è stato molto bello e devo dire che sono state brave le nostre avversarie a riaprire una partita che sembrava chiusa. Non sappiamo cosa ci aspetterà ora, speriamo di avere altre gare da giocare».

Calendasco-HAPPY BASKET 36-68 (9-21; 11-13; 5-24; 11-10), giocata domenica 14/4. Tabellino: Poggi 8, Martinini 6, Innocenti 2, Comini 11, Ricci, Mescolini 1, Gambetti 22, Guiducci 3, Vergine 5, Fulgenzi, Del Fabbro 10. All. Rossi I 278km di distanza e il traffico della domenica pomeriggio, che costringe ad uno slittamento di 15', non fermano la voglia di vincere della RenAuto U16: le rosanero di coach Pier Filippo Rossi raggiungono la palestra di Calendasco scaglionate, ma sono comunque a fuoco fin dalla palla a due e fanno sembrare facile una partita che sulla carta non lo era affatto. Già il primo quarto è devastante, sia in attacco, che in difesa, tanto che alla prima pausa i punti di vantaggio sono ben 12, 9-21. La seconda frazione aggiunge altri due punti di vantaggio - 20-34 all'intervallo -, ma è il terzo quarto a dare la spallata decisiva con un 5-24 che rende superfluo ogni ulteriore commento. Le padrone di casa vincono di misura l'ultimo parziale con la partita già ampiamente in ghiaccio. «Nonostante i disagi ed un inizio con solo sei giocatrici a referto - spiega coach Rossi -, le ragazze hanno interpretato la gara nel migliore dei modi, vincendo in maniera nettissima contro una squadra che è molto meglio di così: merito nostro se l'abbiamo fatta sembrare facile. La squadra ha davvero giocato benissimo, sia in attacco che in difesa, tutte hanno avuto minuti e responsabilità e ciascuna ha contribuito alla vittoria. Ci sono possibilità che possiamo disputare la Coppa Emilia Romagna: speriamo sarebbe un giusto premio per questo gruppo». RenAuto e Calendasco di affronteranno nuovamente alla Carim sabato 27 aprile, alle ore 18.30, per la gara di ritorno.