Under 18

Rimini Happy Basket comunica di aver raggiunto un accordo con la società Cestistica Spezzina per il prestito dell'atleta Gabriela Vlahova per la stagione sportiva 2019/2020. Gabriela, nata a Sofia, Bulgaria, il 16/09/2001, è reduce da un’annata in prestito al Sanga Milano con cui ha collezionato anche alcune presenze in Serie A2. «Gabriela può giocare tutti e tre i ruoli da esterna - spiega coach Pier Filippo Rossi -: principalmente è una guardia, ma il playmaking è buono e fisico e mentalità sono quelle giuste. Gioca nella Nazionale bulgara U18 e probabilmente il prossimo anno sarà convocata nella Nazionale U20 di Division A. Dobbiamo ringraziare la nostra amica Tina Dimitrova che ha favorito il contatto, la famiglia che si è trasferita da Milano e, soprattutto, la Cestistica Spezzina che ha permesso il buon esito della trattativa. Per una ragazza giovane la Serie B può essere il campionato giusto per maturare e certamente a livello di U18 Gabriela potrà aiutarci nel cercare di migliorare quanto fatto lo scorso anno. Tessereremo anche la sorella Nikole, ragazza del 2005». «Sono contenta di essere qui - aggiunge Gabriela - per me, e per tutta la mia famiglia, sarà un anno importante: Rimini mi ha voluta e io ho accettato con entusiasmo».

Rimini Happy Basket comunica di aver raggiunto un accordo con la società Libertas Basket Forlì per il prestito delle atlete Eleonora e Noemi Duca per la stagione sportiva 2019/2020. Eleonora e Noemi, nate a Rimini il 09/03/2001, sono reduci da un’annata che le ha viste impegnate in ben tre campionati: A2, U20 e U18. «Il nostro obiettivo era quello di aggregare al gruppo atlete di interesse nazionale, in grado alzare il livello, sia in U18 che in Serie B - spiega coach Pier Filippo Rossi -: le gemelle Duca sono due giocatrici di prospettiva, già importanti a livello fisico e di intensità. Hanno una struttura simile, ma Eleonora è più ala piccola, mentre Noemi ha un gioco più interno. Ci servivano ragazze con queste caratteristiche, perché la fisicità ci è sempre mancata e sappiamo che da questo punto di vista la Serie B è ben altra cosa rispetto alla C. Essere riusciti a portarle a Rimini è motivo di orgoglio e rappresenta una bella sfida da un punto di vista tecnico». «Siamo qui per migliorare e puntare in alto soprattutto con l’U18 - spiega Eleonora -: conosciamo coach Rossi e crediamo possa dare un contributo importante all nostra crescita» «A livello U18 - le fa eco Noemi - vogliamo cercare di raggiungere le Finali Nazionali; a livello senior credo che la Seria B sia il campionato giusto per migliorare».

Rimini Happy Basket comunica di aver raggiunto un accordo con la società Faenza Basket Project per il prestito dell’atleta Elisa Vespignani per la stagione 2019/2020. Elisa, nata a Faenza il 3/4/2002, gioca nel ruolo di playmaker ed è reduce da un prestito biennale a Forlì. Giocatrice di prospettiva, si inserisce perfettamente nel lavoro di sviluppo delle giovani avviato negli ultimi anni, che tante soddisfazioni sta regalando alla nostra società anche in termini di visibilità nazionale. «Vespignani giocherà sia in U18 che in Serie B - spiega coach Rossi -: è una playmaker veloce, frizzante, con personalità e buona visione di gioco, che pensiamo abbia margini di crescita interessanti e che ha già maturato esperienze importanti con finali Nazionali U16 e U20 e qualche presenza nel roster dell’A2 nei due anni a Forlì. Ringrazio Faenza per la disponibilità: l’idea è che Elisa non sia a Rimini solo di passaggio, ma che si possa lavorare bene insieme per prolungare il prestito anche nei prossimi anni». «Ho scelto Rimini perché mi hanno tutti parlato bene di coach Rossi - racconta la giovane play -, perché credo che l’U18 possa puntare alle Finali Nazionali e soprattutto perché giocare in Serie B sarà un’esperienza importante per la mia maturazione».

Nome: Gaia. Ruolo: guardia-ala. Nata a: Rimini. Il: 29/05/2001. Un tuo pregio: sono solare e mi piace aiutare gli altri. Un difetto: sono gelosa e un po' permalosa. Il tuo punto di forza come giocatrice: tiro da fuori. In cosa devi migliorare? Devo migliorare in generale, ma soprattutto la fiducia in me stessa. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita? Ricevere lo scarico in angolo e fare "ciof". Perché hai iniziato a giocare a basket? Ho iniziato da piccola seguendo le orme del mio papà e me ne sono innamorata. Cibo preferito: pizza, piada e dolci. Musicista/gruppo preferito: mi piacciono molto Ed Sheeran, Carl brave e Billie Elish (ma sono in continua evoluzione, infatti vado a momenti e ascolto di tutto). Canzone preferita: ne ho un sacco. Attore preferito: Leonardo Di Caprio. Film preferito: Shutter Island e qualsiasi cartone Disney esistente. Libro e/o giornale preferito: non leggo molto Il tuo giocatore di basket preferito? Kobe Bryant . Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Stare con i miei amici e con i bambini (faccio l'educatrice). Il tuo obiettivo da giocatrice: migliorare sempre di più. Il tuo obiettivo nella vita: essere felice. Il viaggio ideale? USA. Per te l'Happy Basket è: un posto sicuro. 5 cose da portare su un'isola deserta: macchina fotografica, telefono, tenda, accendino e acqua.

Nome: Nicole. Ruolo: Ala. Nata: Cesena il 16/3/2000. Il tuo pregio: solare. Il tuo difetto: permalosa. Il tuo punto di forza come giocatrice: mettermi a servizio della squadra con il massimo impegno. In cosa devi migliorare: dal punto di di vista tecnico tanto e credere più in me stessa. La cosa che ti piace fare di più in partita:mi piace quando viene bene un blocco che serve a costruire un bel gioco di squadra. Perché hai iniziato a giocare a basket? Giocavano mia sorella e mio fratello, poi mi sono innamorata anche io. Qual è il cibo che più ti piace? Piadina! Ma in generale tutto. Cantanti preferiti? Marco Mengoni ed Ed Sheeran (il mio gatto si chiama Ed per questo 😂). Canzone preferita? Wonderwall degli Oasis Attore preferito? Cole Sprouse. Giocatore preferito? Mi è sempre piaciuto tantissimo Lebron James. Cosa ti piace fare nel tempo libero? Stare con gli amici e passeggiare con la musica. Il tuo obiettivo da giocatrice? Migliorare ed avere più fiducia in me. Il tuo obiettivo nella vita: essere felice. Viaggio ideale? Norvegia durante l'aurora boreale. Per te l'Happy Basket è: una famiglia che mi ha accolto subito. 5 cose da portare su un'isola deserta: cibo e acqua, tenda, sacco a pelo, coltello e musica (molto scout).

Nome: Margherita. Ruolo: Guardia. Nata a: Rimini. Il: 21/06/2001. Un tuo pregio: Mi impegno sempre in quello che faccio. Un difetto: Sono poco socievole. Il tuo punto di forza come giocatrice: In generale ho sempre avuto una buona visione di gioco. In cosa devi migliorare? In tante cose ma soprattutto nel tiro. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita? Assist. Perché hai iniziato a giocare a basket? Ci giocava una mia compagna di classe alle elementari, una volta l'ho accompagnata a un allenamento e poi ho voluto iniziare anch'io. Cibo preferito: Pizza e cassoni. Musicista preferito: Galeffi. Canzone preferita: Wonderwall, Oasis Attrice preferita: Ellen Pompeo e Caterina Scorsone. Film preferito: Notting Hill. Libro preferito: Uno studio in rosso, Arthur Conan Doyle. Il tuo giocatore di basket preferito? Marco Ceron. Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Ascoltare musica. Il tuo obiettivo da giocatrice: Migliorare e divertirmi. Il tuo obiettivo nella vita: Studiare ciò che più mi piace e poi trovare un lavoro in quell'ambito. Il viaggio ideale? In Canada, in particolare in Québec. Per te l'Happy Basket è: Una società che mi ha accolta nel migliore dei modi. 5 cose da portare su un'isola deserta: Acqua, cibo, musica, libro, telefono.

Nome: Anna. Ruolo: ahahah boh, dipende dal campionato e dalle partite... direi 3/4. Nata a: Stoccarda. Il: 19/02/2001. Un tuo pregio: determinata. Un difetto: testarda. Il tuo punto di forza come giocatrice: gioco di squadra... passaggi credo. In cosa devi migliorare? Uno contro uno. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita? Scarico e bomba, oppure stoppare. Perché hai iniziato a giocare a basket? Giocava mio fratello e da buona sorella minore dovevo essere più brava di lui. Cibo preferito: Agnello. Musicista/gruppo preferito: Anastasio. Canzone preferita: attualmente Someone you loved. Attore preferito: Eddie Redmayne. Film preferito: La teoria del tutto. Libro preferito: Per questo mi chiamo Giovanni. Il tuo giocatore di basket preferito? Perché? Curry perché dai.. non è umano. Il tuo personaggio preferito? Perché? Mia zia, perché è una persona enorme, che ammiro tanto. Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Scrivere. Il tuo obiettivo da giocatrice: migliorare e raggiungere ogni stagione l'obbiettivo prefissato ad inizio campionato (come quest’anno) e trovare ovunque vada un gruppo come quello che ho trovato quest’anno. Il tuo obiettivo nella vita: penso scrivere dei libri ma è una domanda complicata per la mia indecisione ahahah. Il viaggio ideale? Vorrei andare a San Francisco. Per te l'Happy Basket è: un posto in cui mi sento ogni giorno parte di qualcosa di bellissimo e inspiegabile. 5 cose da portare su un'isola deserta: un quadernino, una matita, una tavola da sup, coltellino e cibo.

Nome: Laura. Ruolo: Guardia/ala. Nata a, il: Rimini 18/09/2002. Un tuo pregio: senso del dovere. Un difetto: a volte poca convinzione. Il tuo punto di forza come giocatrice: impegno e mettermi al servizio della squadra. In cosa devi migliorare: attacco 1 vs 1. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita (la giocata che ti gasa?): rubare palla e lanciare in contropiede una compagna. Perché hai iniziato a giocare a basket: non sapendo che sport scegliere l’ho provato e fin da subito mi è piaciuto. Cibo preferito: pizza. Musicista preferito: cantanti italiani, Imagine Dragons. Libro preferito: Il nome della rosa (U. Eco). Il tuo giocatore di basket preferito, perché? : seguo il campionato italiano, me ne piacciono molti, non ne ho uno preferito. Cosa ti piace fare nel tempo libero? Leggere. Il tuo obiettivo da giocatrice: migliorare il più possibile. Il tuo obiettivo nella vita: avere un buon lavoro e giocare a basket. Il viaggio ideale: tour dei paesi scandinavi. Per te l’Happy Basket è: una famiglia. 5 cose da portare su un’isola deserta: acqua, cibo, cuscino, canestro, palla da basket.

Nome: Bianca. Ruolo: centro. Nata a: Rimini. Il: 26-02-2000. Un pregio: semplicità. Un difetto: testardaggine. Il tuo punto di forza come giocatrice: gioco da sotto canestro. In cosa devi migliorare? Un po' tutto perché ho iniziato da un paio di anni a giocare e ovviamente ho ancora tanto da imparare. Qual è la cosa che ti piace fare di più in partita? Un gancio cielo alla Kareem Abdul-Jabbar. Perché hai iniziato a giocare a basket? Mi sono avvicinata e appassionata al basket andando a vedere le partite del mio ragazzo. Cibo preferito: lasagne. Musicista/gruppo preferito: Arctic Monkeys. Canzone preferita: Do I Wanna Know? Attore/attrice preferito: Chris Hemsworth. Film preferito: Saw, ma in generale tutti i thriller. Libro preferito: Il cacciatore di aquiloni. Il tuo giocatore preferito? Lebron James. Che cosa ti piace fare nel tempo libero? Passeggiata in spiaggia con il mio cane. Il tuo obiettivo da giocatrice: dare il massimo per raggiungere qualche soddisfazione. Il tuo obiettivo nella vita: realizzarmi. Il viaggio ideale? Bora Bora. Per te l'Happy Basket è: una famiglia adottiva. 5 cose da portare su un'isola deserta: tenda, sacco a pelo, zaino, cibo e acqua (suggerito dalla scout Asia Lazzarini👌).

HAPPY BASKET-Le Mura Lucca 68-52 (18-8; 19-17; 14-16; 17-11), giocata domenica 5/5. Tabellino: La Forgia 15, Palmisano 13, Palmisani, Pignieri 18, Tosi 9, Borsetti 2, Poplawska Li. 4, Poplawska La. 3, Panzeri, Lazzarini A. 2, Zannoni 2. All. Rossi Finisce la stagione anche per la RenAuto U18 di coach Pier Filippo Rossi ed è un successo a mettere i titoli di coda su un'annata estremamente positiva: le rosanero battono Lucca, e chiudono una storica fase interregionale che le ha viste lottare spesso ad armi pari con compagini di alto livello. Contro le toscane la partita non è mai in discussione, perché l'Happy parte benissimo sia in attacco che in difesa, segna 37 punti nel primo tempo e ne subisce 25, toccando anche il +19. Nel terzo quarto le ospiti provano a riavvicinarsi, ma il margine dà assoluta tranquillità alla RenAuto, che riallunga nell'ultima frazione fino al definitivo 68-52 «Partita condotta fin dall'inizio grazie ad una buona intensità - commenta coach Rossi -: nelle ultime giornate abbiamo messo in mostra una miglior fluidità offensiva, che ha prodotto tanti punti, ed anche dietro abbiamo concesso poco. Le ragazze sono rimaste concentrate fino alla fine anche se le partite non contavano e questo ci ha permesso di farci conoscere ed apprezzare in giro per l'Italia».