Under 18

REN-AUTO vs Santarcangelo 36-40 (9-7; 11-11; 10-9; 6-13), giocata sabato 5/6. Tabellino: Pignieri 4, Pratelli 11, Maraldi 8, Cartoscella, Guiducci 6, Vergine, Prosperi, Innocenti 7, Fulgenzi, El Morchadi, Delvecchio, Brocchi. All. Albani La Ren-Auto di coach Massimo Albani torna in campo contro Santarcangelo e, a distanza di poco più di un mese dal -29 dell'andata, sfiora il successo giocando una grande partita. Nonostante le ospiti schierino giocatrici anche di quattro anni più grandi - come noto l'Happy gioca di fatto con un roster U16, causa covid - le giovani rosanero si battono con energia e restano avanti per tre quarti, mostrando notevoli progressi sia nel gioco difensivo, che in quello offensivo. E tutto questo nonostante Santarcangelo utilizzi anche pick'n'roll e difesa 3-2, concetti non ancora inseriti nel lavoro tecnico della Ren-Auto. Sia ben chiaro, queste considerazioni non sono una critica a quanto legittimamente proposto in campo da Santarcangelo, quanto piuttosto un modo per dare risalto alla crescita delle giovani Happy. «Le ragazze sono state fantastiche per impegno e disponibilità - spiega coach Albani -: tutto quello che ho chiesto di fare in attacco e in difesa per difendere sul loro pick'n'roll e per attaccare la 3-2 non solo hanno provato a farlo, ma lo hanno fatto bene. Finché abbiamo retto atleticamente abbiamo difeso alla grande, fatto i movimenti giusti senza palla e "dai e vai efficaci per punire i raddoppi. Senza qualche, normale, sbavatura avremmo potuto chiudere il primo tempo con un vantaggio leggermente più ampio. Nell'ultimo quarto abbiamo subito il gap fisico, ma è stata una bella soddisfazione vedere delle 2007 che spingevano e lottavano contro delle 2003. Se mettiamo questa intensità negli allenamenti e non ci fermiamo alle zone di comfort, abbiamo ottimi margini di crescita». Capra Ravenna vs REN-AUTO 30-42 (8-13; 4-7; 13-8; 5-14), giocata domenica 6/6. Tabellino: Pignieri 3, Pratelli 16, Maraldi 6, Cartoscella 2, Innocenti 3, Guiducci 7, Vergine 2, Prosperi, Fulgenzi, Delvecchio 3, Brocchi. All. Albani. Chiude con una vittoria la Ren-Auto U18 di coach Massimo Albani: dopo l'ottima gara contro Santarcangelo le rosanero confermano di essere in crescita andando a vincere nettamente a Ravenna nella seconda gara del weekend e conquistano così due punti che premiano il lavoro fatto in questi due mesi. La Ren-Auto mette la testa avanti sin dalle prime battute e trova in una difesa ermetica la chiave per vincere la partita senza patemi. Un risultato che premia il lavoro di un gruppo giovanissimo che è cresciuto di partita in partita. «La vittoria e al 100% merito delle ragazze - sottolinea coach Albani - che hanno mostrato una disponibilità ed un impegno encomiabili. Sapevamo che questo "strano" campionato sarebbe servito soprattutto per fare esperienza e che non avremmo dovuto prestare troppa attenzione ai risultati: abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, perché chi aveva paura di tirare e prendersi delle responsabilità ha cominciato a farlo, chi aveva difficoltà a tenere il campo ha acquisito esperienza e così via, ogni ragazza è cresciuta e i miglioramenti individuali hanno generato un miglioramento complessivo del gioco di squadra. Questa vittoria è un premio per l'atteggiamento e, lo ripeto, la disponibilità a dare tutto in campo che le ragazze hanno dimostrato. Nelle difficoltà abbiamo comunque seminato per il futuro e se continueremo così raccoglieremo i frutti di questo lavoro».

REN-AUTO vs Capra Ravenna 53-57 (16-21; 10-9; 21-14; 6-13), giocata sabato 15 maggio. Ren-Auto: Pignieri 5, Pratelli 17, Maraldi 13, Cartoscella 4, Guiducci 10, Vergine 2, Gambetti C., Fulgenzi, Piselli, El Morchadi, Delvecchio 2, Brocchi. All. Albani Sfiora il successo la Ren-Auto di coach Massimo Albani, ma non incamera i due punti a causa di un deficitario quarto quarto. Le rosanero partono piuttosto contratte, troppo attente a stare nei giochi per trovare una fluidità costante: l'attacco fa comunque il proprio lavoro, contrariamente alla difesa che subisce troppo. La Ren-Auto mette la freccia nei due quarti centrali, molto positivi su entrambi i lati del campo, e chiude in vantaggio al 30', 47-44. Nell'ultima frazione l'atteggiamento rinunciatario di fronte ad una difesa avversaria attenta a mandare l'attacco sempre sul lato della mano debole, consente a Ravenna il nuovo e definitivo sorpasso. Finisce 53-57. «Contro una squadra mediamente un po' più giovane delle altre - commenta coach Albani - ce la siamo giocata e avremmo potuto portarla a casa se avessimo chiuso il terzo quarto con un vantaggio più ampio. Abbiamo perso qualche pallone di troppo che ci è stato fatale, ma è stata decisiva la scelta di Ravenna di mandarci sempre a sinistra nel quarto quarto: di fronte a questo ostacolo siamo andate nel pallone, rinunciando ad attaccare per paura di sbagliare. E' la prova che dobbiamo allenarci con continuità sui fondamentali: chi si allena con costanza sta facendo vedere i miglioramenti attesi. Per tre quarti comunque abbiamo giocato bene in attacco con i movimenti e i tempi giusti». La Ren-Auto tornerà in campo a Cervia sabato 22 maggio, alle ore 17.00, per la gara con l'Hellas.

REN-AUTO-Hellas 28-95 (10-25; 10-23; 1-25; 7-22), giocata sabato 8/5. Come era prevedibile arriva una netta sconfitta per la Ren-Auto contro l'Hellas Cervia, squadra molto forte sia tecnicamente che fisicamente. Le rosanero di coach Massimo Albani che, come noto, possono schierare solo tre 2003 e presentano quindi un roster ampiamente sotto età, hanno comunque il merito di giocare fino alla fine e di provarci sempre e comunque. «Cervia ha 2/3 giocatrici fuori categoria e fisicamente non è un'avversaria alla nostra portata in questo momento - spiega coach Albani -. Gare come questa ci devono insegnare che non si può prescindere dal lavoro sui fondamentali, perché sono l'unica cosa che ti può aiutare in situazioni del genere: allenamento, allenamento e allenamento sono quello che ci serve per crescere e fare un po' meno fatica contro avversarie più grosse e tecniche. Per le tre più grandi, inoltre, questa situazione può essere l'occasione per aumentare la capacità di motivare e guidare le compagne più giovani. Quest' anno i risultati non sono importanti, crescere e migliorare sono i nostri obiettivi primari. D'altra parte le ragazze ci hanno messo il cuore, non si tirano mai indietro: l'atteggiamento è quello giusto». La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 15 maggio, alle ore 19.00, per la gara con Ravenna.

Santarcangelo-REN-AUTO 62-33 (14-12; 15-5; 21-5; 12-11), giocata sabato 1/5 Torna in campo dopo più di una anno di inattività la Ren-Auto U18 guidata in panchina da coach Massimo Albani: con il covid che ha messo fuori gioco in via probabilmente definitiva, visti i protocolli, ben otto 2003, questo campionato rappresenta per l'Happy Basket l'occasione per far crescere le più piccole che avranno a disposizione tanti minuti e responsabilità contro avversarie più grandi anche di quattro anni, dato che a roster figurano diverse 2007. Contro Santarcangelo sono proprio il gap fisico e la differenza di intensità a scavare il solco, soprattutto in una parte centrale di gara in cui le padrone di casa fanno ampio uso di una difesa 3-2 a tutto campo, soluzione tattica che per le più giovani è un ostacolo del tutto nuovo. Nonostante questo le giovanissime giocatrici dell'Happy non naufragano e provano a giocare fino ala fine, come testimonia il parziale del quarto quarto. «La differenza di età si è vista tantissimo - spiega coach Albani - ma sappiamo bene che questo campionato per noi deve essere una sorta di allenamento che ci permetta di lavorare sui fondamentali e sulla capacità di stare in campo e prendersi delle responsabilità contro avversarie più grandi. Le più piccole non hanno ancora affrontato in allenamento il lavoro contro una zona press come quella usata oggi da Santarcangelo, ma un po' alla volta si sono adeguate e hanno cominciato a capire come muoversi; oltre a questo in attacco dobbiamo imparare a non aver paura di prenderci un tiro e dobbiamo imparare anche a farci rispettare per cercare di contenere il divario fisico. Giocare partite come questa può essere un'esperienza molto formativa, se le ragazze le approcceranno con impegno e voglia di migliorarsi». La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 8 maggio, alle ore 17.00, per la gara con l'Hellas Cervia.

HAPPY BASKET-Progresso 67-68 (21-21; 23-13; 9-18; 14-16), giocata martedì 18/2. Tabellino: La Forgia 11, Vespignani 5, Duca E. 8, Pignieri 3, Duca N. 13, Palmisano 12, Poplawska Li., Poplawska La., Vlahova 8, Mecozzi 4, Comini, Tiraferri 3. All. Rossi La Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi esce sconfitta dall'ultima gara della seconda fase del campionato U18, ma chiude comunque al primo posto il girone B, dal momento che il Progresso Bologna non ribalta la differenza canestri nel doppio confronto. Le rosanero sono ora attese da una sorta di final four che le vedrà affrontare Forlì in due gare di andata e ritorno: la vincente si scontrerà con chi la spunterà nell'altra semifinale tra Mirabello e Progresso. Tutte e quattro le squadre accederanno, comunque vada, alla fase interregionale, ma le due vincenti saranno inserite in gironi sulla carta più abbordabili che qualificheranno due squadre alla fase successiva, mentre le perdenti affronteranno avversarie meglio classificate in gironi con un solo posto disponibile per andare avanti. Tornando al match con Bologna, la Ren-Auto gioca un ottimo primo tempo offensivo, trovando con regolarità il canestro da fuori, ma difende male nel primo quarto, avendo così più di un motivo per rammaricarsi del +10 con cui si va all'intervallo, 44-34. Il secondo tempo comincia bene, con il canestro del +12, ma è un fuoco di paglia che alimenta la rimonta del Progresso che, con un parziale di 13-0, mette la testa avanti e mantiene il minimo scarto fino alla sirena. «La difesa disastrosa del primo quarto ci è costata la partita - spiega coach Rossi - fermo restando che Bologna ha giocato molto bene. Abbiamo subito troppo in situazioni di uno contro uno e contropiede: dobbiamo recuperare la forma atletica, le ragazze hanno giocato cinque partite in otto giorni, capisco che possano essere affaticate. Nel finale ho scelto di passare a zona, perché avendo una pessima situazione falli volevo evitare il supplementare: ci è andata male e ci hanno puniti con una tripla allo scadere. Abbiamo comunque vinto il girone, il nostro obiettivo alla viglia, e stiamo inserendo bene Valhova che non giocava da quattro mesi, due buone notizie».

HAPPY BASKET-Valtarese 99-53 (33-8; 22-21; 25-8; 19-16), giocata giovedì 13/2. Tabellino: La Forgia 15, Vespignani 7, Duca E. 14, Pignieri 4, Duca N. 19, Palmisano 9, Poplawska Li. 2, Poplawska La. 2, Vlahova 8, Mecozzi 5, Tiraferri 7, Gambetti 6. All. Rossi Basta un quarto alla Ren-Auto U18 di coach Pier Filippo Rossi per aver ragione di Valtarese, affrontata per la seconda volta in quattro giorni. Le rosanero chiudono subito la gara, grazie ad un primo quarto da 33-8 ed in attacco sono nel complesso molto efficaci, nonostante la percentuale deficitaria da tre punti, 3/20. Detto del risultato mai in discussione, la notizia del giorno è certamente l'esordio di Gabriela Vlahova, la bulgara tesserata in estate poi ferma ai box per quattro mesi: per "Gabi" 8 punti e la sensazione di essere di fatto un nuovo acquisto davvero importante. La Ren-Auto U18 tornerà in campo alle scuole Rodari martedì 18 febbraio, alle ore 19.30, per il match il Progresso Bologna, gara che definirà le prime due posizioni del girone: al momento la Ren-Auto è sola al comando, forte anche del +11 incamerato a Bologna nella gara d'andata.

Valtarese-HAPPY BASKET 68-83 (24-18; 13-23; 11-16; 20-26), giocata lunedì 10/2. Tabellino: La Forgia 13, Vespignani 7, Duca E. 18, Pignieri 6, Duca N. 14, Palmisano 19, Poplawska Li., Poplawska La. 4, Poggi, Mecozzi 2, Martinini. All. Bezzi Quarto successo su altrettante gare per la Ren-Auto U18, guidata per l'occasione da coach Eros Bezzi: dopo una brutta partenza le rosanero si registrano e vanno a vincere senza patemi sul campo della Valtarese, consolidando il primato nel girone F della fase regionale. Come accennato il primo quarto è da dimenticare, soprattutto per quanto riguarda l'aspetto difensivo: la squadra non è reattiva, gli aiuti sono tardivi e la Valtarese aggiunge ben quattro triple, andando così a chiudere sul +6 la frazione. Nel secondo quarto le cose cominciano a cambiare, con l'attacco che si fa più fluido e la difesa che comincia a trovare la giusta aggressività. Dalla seconda metà di frazione l'inerzia passa definitivamente nelle mani della Ren-Auto, che all'intervallo è sopra di 4 sul 37-41. Al rientro in campo la difesa è ancora più solida e il divario si allarga; la quarta frazione serve così solo a fissare il punteggio finale. Finisce 68-83. «Siamo partiti male - spiega coach Bezzi -, giocando senza coralità e fluidità in attacco e rimanendo ferme sulle gambe in difesa. Un po' alla volta siamo cresciuti, e verso la fine del secondo quarto le cose sono cambiate: abbiamo fatto il break con la difesa e in attacco le ragazze si sono messe nelle condizioni di attaccare dentro l'area, costruendo buoni tiri e facendo le scelte giuste». La Ren-Auto U18 tornerà in campo alle scuole Rodari giovedì 13 febbraio, alle ore 19.30, per il match di ritorno sempre con la Valtarese.

Futurvirtus-HAPPY BASKET 59-68 (11-19; 15-13; 14-14; 19-22), giocata mercoledì 5/2. Tabellino: Vespignani 18, Duca E. 7, Pignieri 14, Duca N. 12, Poplawska Li. 2, Poplawska La. 2, Poggi, Mecozzi 11, Martinini, Tiraferri, Mescolini, Gambetti 2. All. Rossi Continua la marcia inarrestabile della Ren-Auto U18: le rosanero di coach Pier Filippo Rossi, pur senza La Forgia e Palmisano e con Tiraferri a mezzo servizio, espugnano il campo della Futurvirtus grazie ad una convincente prova offensiva. L'Happy parte benissimo e detta legge per i primi 5'/6', poi i falli costringono coach Rossi a ruotare tanto in anticipo sui tempi e il ritmo, inevitabilmente, ne risente. La fase centrale della partita si sviluppa così sul filo dell'equilibrio e quando la Ren-Auto prova a scappare Bologna è brava a sfruttare gli errori difensivi per riavvicinarsi . Nel quarto quarto, però, le rosanero ritrovano la vena offensiva e con ben 22 punti messi a referto vanno a chiudere la gara. «Vittoria importante contro una squadra ben diversa da quella dell'andata - spiega coach Rossi -. Abbiamo commesso troppi falli e perso troppi palloni e in difesa non abbiamo tenuto gli uno contro uno, consentendo a Bologna di rientrare due volte da -15. L'attacco, invece, ha funzionato: senza due giocatrici chiave e con Tiraferri acciaccata abbiamo segnato 68 punti, portando a casa una partita delicata». La Ren-Auto U18 tornerà in campo a Borgo Val di Taro (PR) lunedì 10 febbraio, alle ore 19.00, per il match con la Valtarese.

Progresso Bologna-HAPPY BASKET 53-64 (15-19; 15-24; 11-13; 12-8), giocata giovedì 30/1. Tabellino: La Forgia 15, Vespignani 12, Duca E. 11, Pignieri 4, Duca N. 10, Palmisano 10, Poplawska Li., Poplawska La., Poggi, Mecozzi 2, Tiraferri, Gambetti. All. Rossi Importante successo della Ren-Auto U18 di coach Pier Filippo Rossi: le rosanero espugnano il campo di Bologna e si portano in testa al Girone F della fase regionale. La Ren-Auto costruisce il proprio successo nel primo tempo, riuscendo ad imporre il proprio ritmo alle avversarie che limitano i danni grazie a parecchi viaggi in lunetta. Il secondo quarto è di netta marca Happy, 30-43 all'intervallo. Nel terzo quarto l'Happy si inceppa in attacco, ma lavora benissimo in difesa e trova un ulteriore piccolo allungo, che consente di amministrare senza patemi il match fino alla sirena. «Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene - spiega coach Rossi -, imponendo alla partita il ritmo giusto e distribuendo i punti. Hanno giocato tutte, anche le U16 per più di 10' a testa. Abbiamo subito troppi liberi, fatto che ha limitato il vantaggio sostanziale che avevamo prodotto in termini di gioco: i falli sono un aspetto che dobbiamo imparare a gestire meglio. Bene a livello di concentrazione e bene le situazioni di uno contro uno: stiamo provando a cambiare sistema di gioco in attacco e questo, sia a Senigallia con la B, che ieri sera, ha prodotto tanti liberi a nostro favore. Non siamo riusciti ad "ammazzare" la partita, ma ho visto segnali positivi». La Ren-Auto U18 tornerà in campo a Bologna mercoledì 5 febbraio, alle ore 19.40, per il match con la Futurvirtus.

HAPPY BASKET-Futurvirtus 72-51 (20-9; 22-14; 22-8; 8-20), giocata martedì 14/1. Tabellino: La Forgia 10, Vespignani 9, Duca E. 9, Pignieri 10, Duca N. 7, Palmisano 4, Poplawska Li. 1, Poplawska La. 2, Poggi, Mecozzi 7, Tiraferri 11, Del Fabbro 2. All. Rossi La Ren-Auto U18 di coach Pier Filippo Rossi comincia col piede giusto la seconda fase del campionato: le rosanero battono nettamente la Futurvirtus grazie a 30' arrembanti e incamerano i primi due punti in un girone di cui fanno parte anche Progresso Bologna e Valtarese - le prime due passano alla fase successiva -. L'Happy sprinta subito, piazza un parziale di 20-9 nel primo quarto e si porta all'intervallo sul +19, 42-23. Al rientro in campo la Ren-Auto accelera ulteriormente, tocca anche il +35 e chiude il match con 10' di anticipo. «Vittoria importante, perché vogliamo provare a vincere il girone - spiega coach Rossi -: partita mai in discussione che mi ha dato la possibilità di far giocare tutte e 12 le ragazze a referto. Ho avuto buone risposte da ciascuna e sono contento, perché avere rotazioni profonde sarà sempre più difficile andando avanti e perché questo mi ha permesso di far rifiatare le giocatrici della B. Abbiamo messo il primo mattoncino, bene così». La Ren-Auto U18 tornerà in campo alla palestra Rodari martedì 21 gennaio, alle ore 19.15, per il match con l'Intermodal Valtarese.