Under 14

Junior Ravenna-HAPPY BASKET 59-34 (7-12; 26-10; 16-7; 10-5), giocata domenica 19/1. Tabellino: Cartoscella 1, Prosperi 2, Porcellini, Gambetti C., Gambetti A. 4, El Morchadi, Pignieri 7, Gasparroni 3, Belhaj, Rinaldi, Pratelli 11, Delvecchio 6. Albani Come da pronostico la Ren-Auto U14 di coach Massimo Albani esce sconfitta dalla trasferta in casa della capolista Ravenna, ma in casa Happy non mancano comunque le note positive. Il primo quarto infatti è di decisa marca rosanero: alla Junior vengono concessi appena sette punti ed il parziale di 7-12 la dice lunga su quale delle due squadre stia facendo la partita. Poi, poco alla volta Ravenna viene fuori e, grazie in particolar modo ad un secondo quarto dominato, va a vincere piuttosto nettamente. «Mi rendo conto che può sembrare strano, ma sono contento per la partita fatta dalle ragazze - spiega coach Albani -. Con la società abbiamo concordato di ampliare rotazioni e minutaggi per dare la possibilità a tutte di crescere e migliorare sul campo: in attacco abbiamo dei punti di riferimento precisi, che a volte portano le altre a non prendersi responsabilità. Non è certo un'accusa, succede a questa età, ma è appunto compito dello staff cercare di ampliare le opzioni per far maturare tutte in chiave futura. Contro la capolista abbiamo giocato per oltre un quarto alla pari, anche meglio, poi comunque le ragazze si sono sbattute ed è venuto fuori il gruppo. Per questo non mi sembra assurdo dire che abbiamo fatto una buona gara, vincere piace a tutti, ma il risultato non è il nostro unico obiettivo».

HAPPY BASKET-Santarcangelo 42-45 (11-19; 12-7; 7-6; 12-12), giocata sabato 21/12. Tabellino: Cartoscella 5, Prosperi, Porcellini 2, Gambetti A. 2, El Morchadi 2, Pignieri 10, Gasparroni, Rinaldi, Pratelli 19, Delvecchio 2. All. Albani Altra sfida con Santarcangelo decisa in volata per la Ren-Auto U14, ma questa volta a sorridere sono le clementine: le rosanero di coach Massimo Albani, infatti, si devono arrendere dopo un altro scontro equilibratissimo, deciso da un primo quarto in cui l'Happy non trova la misura difensiva alle avversarie. A onor del vero va detto che Santarcangelo nei primi 10' gioca molto bene e, soprattutto, segna da tre punti con una continuità e con percentuali non usuali a questi livelli. Nei successivi 30', poi, è la Ren-Auto a fare qualcosa in più, ma gli 8 punti di margine subiti nella prima frazione permettono a Santarcangelo di gestire il possesso di vantaggio che vale i due punti. «Santarcangelo al completo è una buona squadra - spiega coach Albani - e stasera ha tirato da tre con percentuali incredibili, ma nonostante questo le ragazze sono sempre state lì, dimostrando che carattere, voglia di vincere e spirito di squadra non ci mancano. Sappiamo che paghiamo fisicamente e ci manca un pizzico di cattiveria, per questo dobbiamo lavorare bene in settimana e migliorare innanzitutto in allenamento. E poi quando sale il livello tendiamo ad affidarci sempre alle stesse e invece le ragazze non devono aver paura di prendersi delle responsabilità, si scende in campo per quello». La Ren-Auto U14 tornerà in campo a Ravenna domenica 19 gennaio, alle ore 15.00, per il match con la Junior.

Aics-HAPPY BASKET 74-59 (29-10; 16-9; 13-21; 16-19), giocata domenica 15/12. Tabellino: Oddi, Prosperi, Porcellini, El Morchadi 2, Pignieri 24, Dedda 4, Gasparroni, Rinaldi 2, Pratelli 23, Delvecchio 4. All. Albani La Ren-Auto U14 di coach Massimo Albani esce sconfitta dal confronto con l'Aics Forlì e deve rimproverare soprattutto sé stessa per un approccio di gara completamente sbagliato. Le rosanero infatti non aggrediscono la gara e subiscono la grinta delle padrone di casa che, vogliose di conquistare la prima vittoria in campionato, giocano fin dalla palla a due al 100%. Il primo quarto è, alla fine dei conti, quello che decide la gara: la Ren-Auto subisce ben 29 punti contro i soli 10 segnati e si trova con un pesante -19 da recuperare dopo i primi 10'. L'Aics incrementa il vantaggio anche nella seconda frazione e si va così al riposo sul 45-19. Al rientro in campo l'Happy ha finalmente una reazione e gioca un buonissimo terzo quarto in cui rimonta 8 punti. Anche gli ultimi 10' sorridono alle rosanero, ma ormai è tardi e un positivo secondo tempo serve solo a ridurre lo scarto. «Oggi abbiamo completamente sbagliato l'approccio di gara - spiega coach Albani -: avevamo parecchie assenze, ma questo non è sufficiente a spiegare il nostro primo tempo, tanto più che questo doveva rappresentare uno stimolo per chi avrebbe avuto l'occasione di giocare di più. Forlì ha avuto più voglia di vincere e vorrei fare i complimenti al loro coach che, nonostante l'importanza del risultato, ha fatto ruotare tutta la squadra anche quando stavamo rimontando. Mi dispiace non tanto per il risultato, ma perché oggi non abbiamo giocato alla massima intensità». La Ren-Auto U14 tornerà in campo alla Carim sabato 21 dicembre, alle ore 15.00, per il match con Santarcangelo.

HAPPY BASKET-Faenza Futura 44-40 (14-12; 9-6; 14-12; 7-10), giocata domenica 8/12. Tabellino: Oddi 2, Cartoscella 4, Gambetti C., Gambetti A., El Morchadi, Pignieri 17, Dedda, Gasparroni, Belhaj 2, Rinaldi, Pratelli 14, Delvecchio 5. All. Albani Bella vittoria per la Ren-Auto U14 che batte, nel giorno dell'Immacolata, Faenza dopo 40' di gara tostissima. Le rosanero di coach Massimo Albani, se si esclude un momentaneo pareggio delle ospiti a inizio quarto quarto, tengono la testa avanti per tutta la gara grazie ad una costante aggressività, che frutta tanti recuperi difensivi e tanti rimbalzi offensivi. Il primo tempo è di marca Happy, ben più di quanto dica lo scarto - 23-18 all'intervallo -: sono gli errori ai liberi, infatti, a tenere Faenza a contatto, perché a livello di mole di gioco la Ren-Auto ha l'inerzia costantemente in pugno. Il terzo quarto segue lo stesso copione e così all'ultima pausa l'Happy è avanti di 7 punti, 37-30. Nell'ultimo quarto la partita sembra poter cambiare padrona: la stanchezza e la fisicità di Faenza mettono in difficoltà le giovani riminesi che, subito il pareggio, potrebbero finire sotto in un paio di occasioni, ma difendono forte, rimettono la testa avanti e vanno a vincere con pieno merito. «Il merito della vittoria va al 100% alle ragazze - spiega coach Albani - perché questa settimana tra le nostre e quelle delle esordienti le ragazze hanno passato la settimana tra scuola e palestra, eppure sono sempre venute ad allenarsi. Nonostante fossimo più giovani delle nostre avversarie le ragazze sono state lì a prendere e a dare "botte", senza mollare mai, contro una squadra molto ben allenata e fisicamente superiore. Abbiamo sbagliato qualche tiro facile di troppo, a questa età ci sta, vuol dire che lavoreremo in allenamento ancora di più. Vedo che sta crescendo anche la volontà di cercarsi, di coinvolgere tutte in attacco, di giocare di squadra. Sono molto contento». La Ren-Auto U14 tornerà in campo a Forlì domenica 15 dicembre, alle ore 17.15, per il match con l'Aics.

Nuova Virtus Cesena-HAPPY BASKET 48-42 (8-21; 15-3; 12-9; 13-9), giocata mercoledì 4/12. Tabellino: Oddi, Cartoscella, Prosperi, Gambetti C., Gambetti A. 1, El Morchadi 2, Pignieri 23, Dedda, Gasparroni, Belhaj 5, Rinaldi 2, Delvecchio 9. All. Albani Esce sconfitta dal match contro Cesena la Ren-Auto U14 di coach Massimo Albani, ma le giovani rosanero hanno davvero poco da rimproverarsi, visto che in campo lottano dall'inizio alla fine, nonostante gli acciacchi e un metro piuttosto permissivo. La trasferta comincia in maniera anomala: stante il contemporaneo impegno dell'U16 a Forlì, la società decide di spostare le ragazze in treno, scelta che la squadra accoglie con grande entusiasmo ad ulteriore testimonianza di quanto questo gruppo sia affiatato. In campo la partenza è super: l'Happy va letteralmente come un treno e segna la bellezza di 21 punti, subendone appena 8. La Nuova Virtus però è squadra fisica e può contare sul fattore campo: il secondo quarto assomiglia al primo, ma a ruoli invertiti e così si arriva all'intervallo sul 23-24. Il secondo tempo è invece equilibrato, ma Cesena riesce a mettere la testa avanti e a gestire il vantaggio fino alla sirena. «Le ragazze hanno dato il massimo - spiega coach Albani - e nonostante le assenze e qualche acciacco non hanno preso alibi, né si sono tirate indietro. Siamo partiti bene, poi però è finita la benzina. Siamo l'unica squadra che mette 2008 in quintetto e questa è una grande soddisfazione, visto che anche le più giovani stanno imparando a prendersi delle responsabilità. Su un campo difficile abbiamo difeso e lottato: dobbiamo continuare a lavorare, i miglioramenti si vedono e pazienza se a volte abbiamo sbagliato buoni tiri, perché li abbiamo comunque costruiti bene. Sono dispiaciuto per il risultato, non per la prestazione». La Ren-Auto U14 tornerà in campo alla Carim domenica 8 dicembre, alle ore 11.00, per il match con Faenza Futura.

HAPPY BASKET-Junior Ravenna 46-70 (14-16; 8-16; 11-21; 13-17), giocata domenica 24/11. Tabellino: Oddi, Prosperi, Porcellini, Gambetti C., Gambetti A. 4, El Morchadi, Pigneri 11, Gasparroni 1, Belhaj, Rinaldi, Pratelli 27, Delvecchio 2. All. Albani Dopo due vittorie consecutivi la Ren-Auto U14 di coach Massimo Albani si deve arrendere alla forte Ravenna, non a caso capolista imbattuta. Le giovani rosanero giocano un ottimo primo quarto, sono intense ed incisive e rimangano attaccate alla Junior. Nel secondo quarto le ospiti danno una prima spallata al punteggio e si portano al riposo avanti di 10 sul 22-32. Al ritorno in campo Ravenna trova il break decisivo e scava il solco: 33-53 all'ultima pausa. La Ren-Auto comunque non ci sta, si rialza, lotta con energia e, come nella prima frazione, gioca un buonissimo quarto e contiene il margine. «Sicuramente Ravenna è la squadra più forte che abbiamo incontrato - spiega coach Albani -: hanno fisico, intensità e ritmo, sono una squadra tosta. Mi dispiace per i tanti liberi sbagliati e perché stasera non siamo state sempre sul pezzo: rispetto alle gare precedenti ci siamo affidate troppo alle singole, ma data la forza dell'avversario ci può stare. Di positivo ho visto un primo quarto giocato alla pari, grazie alla giusta intensità e ad una buonissima difesa. Partite come questa ci servono per fare esperienza, imparando da avversarie che sopra di 20 ancora si buttavano per terra per prendere la palla: una squadra senza carattere ne avrebbe presi 50, noi invece abbiamo avuto voglia di risollevarci». La Ren-Auto U14 tornerà in campo a Cesena mercoledì 4 dicembre, alle ore 18.15, per il match con la Nuova Virtus.

Santarcangelo-HAPPY BASKET 39-41 (6-6; 8-10; 21-10; 4-15), giocata domenica 17/11. Tabellino: Oddi, Cartoscella, Prosperi 2, Porcellini, Gambetti C., Gambetti A. 7, El Morchadi, Pigneri 14, Gasparroni, Belhaj, Rinaldi 3, Delvecchio 15. All. Albani La Ren-Auto U14 di coach Massimo Albani torna da Santarcangelo con una vittoria ed è un successo che vale doppio, perché, oltre a far fronte all'assenza di capitan Pratelli, impegnata con l'U16, le rosanero devono rimontare nell'ultimo periodo un disavanzo di 9 punti, tantissimi in un match dal punteggio così basso. Il primo tempo si sviluppa sul filo dell'equilibrio: tanta grinta, partita fisica, canestri pochi. All'intervallo la Ren-AUto è avanti di due, 14-16. Nel solo terzo quarto, tuttavia, le padrone di casa segnano più che nell'intero primo tempo e ribaltano il match: 35-26 e partita che, date le difficoltà offensive dell'Happy, sembra bella e finita. E invece no, perché la squadra si ricompatta nell'intervallino e al contempo diventa ermetica in difesa ed efficace in attacco. La rimonta prende così forma, nel tripudio dei tifosi che riminesi che si godono in anticipo il dessert del pranzo domenicale. «E' stata una partita molto tosta - commenta coach Albani -: dopo il terzo quarto era come se fossimo sotto di 20. Nell'intervallo tra gli ultimi due periodi ho visto le ragazze molto abbattute: ci siamo detti che né perdere, né vincere sarebbero state la fine del mondo e che dovevamo giocare un possesso alla volta, buttandoci su tutti i palloni. Da quel momento le ragazze hanno difeso in maniera incredibile e in attacco sia le spaziature, che la circolazione di palla, sono sensibilmente migliorate. In attacco, poi, nel momento clou si sono cercate e coinvolte molto, senza affidarsi costantemente alle solite. Secondo me siamo sulla strada giusta». La Ren-Auto U14 tornerà in campo alla Carim domenica 24 novembre, alle ore 19.00, per il match con il Junior Ravenna. (foto: Nicola Gambetti)

HAPPY BASKET-Aics Forlì 77-30 (24-7; 14-6; 31-4; 8-13), giocata domenica 10/11. Tabellino: Cartoscella 11, Oddi, El Morchadi 2, Porcellini, Gambetti C. 4, Gambetti A., Pignieri 17, Gasparroni, Belhaj 2, Rinaldi, Pratelli 26, Delvecchio 15. All. Albani Con un gran primo tempo, sia offensivo che difensivo, la Ren-Auto U14 di coach Massimo Albani non fatica ad aver ragione dell'Aics Forlì: le rosanero partono subito fortissimo e dopo un ottimo primo quarto si trovano già avanti di 17 punti. La forbice si allarga ulteriormente nella seconda frazione e soprattutto nella terza, chiusa con un eloquente parziale di 31-4. Negli ultimi 10' la squadra si rilassa quel tanto che basta da concedere alle ospiti, squadra comunque ben impostata, il "goal" della bandiera. «Le ragazze si sono meritate questa vittoria - spiega coach Albani -, perché hanno lavorato benissimo in settimana. Avevo chiesto intensità, di andare a prendere la palla anche nei bidoni ed è quello che hanno fatto. Nel primo tempo abbiamo trovato il break con la giusta pressione difensiva, poi però nel finale ci siamo adagiati e non possiamo permettercelo, perché per migliorare dobbiamo impegnarci per tutti i 40'. Molti dei nostri attacchi sono venuti da buone difese, applicando correttamente le nostre regole in contropiede; contro la schierata, invece, facciamo ancora fatica perché tendiamo ad affidarci sempre alle stesse. Dobbiamo imparare a coinvolgerci di più, a prenderci tutte delle responsabilità, senza affidarci troppo ai singoli, per passare definitivamente dalla mentalità del minibasket al basket agonistico: le direttrici d'orchestra sono funzionali solo se tutti gli strumenti suonano insieme». La Ren-Auto U14 tornerà in campo al PalaSGR domenica 17 novembre, alle ore 11.15, per il match con il Basket Santarcangelo.

Faenza Futura-HAPPY BASKET 57-32 (11-6; 15-5; 19-8; 12-13), giocata sabato 2/11. Tabellino: Cartoscella, Oddi 1, Porcellini 1, Gambetti C. 2, Gambetti A. 2, Pignieri 7, Gasparroni, Belhaj 3, Rinaldi, Pratelli 11, Delvecchio 5, Zamagni. All. Albani Esordio complicato per la Ren-Auto U14 che sul difficile campo di Faenza paga l'amalgama da migliorare e il notevole gap fisico con le padrone di casa: le rosanero di coach Massimo Albani inseguono fin dalla palla a due e vanno in difficoltà nei due quarti centrali in cui è soprattutto la fluidità offensiva ad essere deficitaria. Nell'ultima frazione la Ren-Auto ha comunque una buona reazione, trova le soluzioni corali che erano mancate in precedenza e si porta a casa il parziale con pieno merito. «Insieme non ci siamo praticamente mai allenate - spiega coach Albani - e di fronte abbiamo trovato un'avversaria forte e molto più prestante fisicamente. Detto questo dobbiamo migliorare assolutamente il gioco di squadra e cercarci di più, cosa che abbiamo fatto solo negli ultimi 10'; non siamo più in U13, il livello è più alto ed è necessario imparare ad adeguarsi ad una maggiore intensità fisica e a leggere le situazioni. Per quanto riguarda gli aspetti positivi, invece, volevamo vincere almeno l'ultima frazione e ci siamo riusciti e la squadra ha comunque dimostrato di avere la giusta voglia di sbattersi. E' a partire da questo che dobbiamo costruire il lavoro per le prossime partite». La Ren-Auto U14 tornerà in campo alla Carim domenica 10 novembre, alle ore 11.00, per il match l'Aics Forlì.

HAPPY BASKET-Bonfiglioli Ferrara 68-44 (23-11; 15-8; 12-12; 18-13), giocata martedì 8/5. Tabellino: Innocenti 6, Tiraferri 17, Ricci 10, Gambetti 17, Guiducci 7, Vergine 4, Casamenti 1, Mancusi, Del Fabbro 4, Mussoni, Michelotti 2, Fulgenzi. All. Brancolini Bella vittoria nell'ultimo match stagionale per la RenAuto U14 di coach Erika Brancolini: sul parquet della palestra Carim le rosanero regolano Ferrara grazie ad una partenza sprint che indirizza immediatamente la gara. Il primo tempo, ed in particolare la prima frazione, è tutto di marca Happy, tanto che all'intervallo le ospiti vengono doppiate sul 38-19; i secondi 20' diventano così tranquilla gestione della consistente dote accumulata, fino alla sirena che chiude match e campionato. «Nonostante abbia preso questa squadra in corsa a dicembre - spiega coach Brancolini -, le ragazze mi ha regalato mille emozioni: un gruppo con personalità diverse, che hanno saputo fondersi per il bene comune. Non è stato semplice ma ce l'hanno fatta, meritandosi un terzo posto nella seconda fase e una crescita individuale e di squadra ottimale. Anche oggi, come ieri con le U13, vince la squadra, vince chi ci crede di più, vince chi non molla mai!».