Happy Basket

Aics-HAPPY BASKET 41-77 (5-26; 18-17; 14-20; 4-14), giocata domenica 29/10 Tabellino: Bacchini 11, La Forgia 20, Tosi, Palmisani 20, Borsetti 2, Pignieri 17, Bonvicini 8, Panzeri, Poplawska Lisa 2, Poplawska Laura. All. Rossi L’Under 18 di coach Pier Filippo Rossi torna da Forlì col referto rosa in tasca, dopo una partita di luce e ombre. La partenza delle rosanero è eccellente: approccio giusto, attacco che segna a raffica soprattutto da tre e difesa che concede appena 5 punti alle padrone di casa. Al primo mini-riposo il +21 è servito, 5-26. A questo punto però l’Happy si siede sugli allori e, pur mantenendo un consistente vantaggio, consegna all’Aics il secondo quarto. Le padrone di casa infatti si aggiudicano la frazione col parzial di 18-17. Il terzo quarto non va molto meglio da un punto di vista difensivo, per quanto l’Happy lo vinca, mentre la quarta frazione è decisamente più positiva con soli 4 punti subiti. Arriva una vittoria netta, + 36 sul 41-77, ma c’è ancora tanto lavoro da fare. «Fermo restando che l’indisponibilità di Tosi e Prasal incide pesantemente sulla nostra tenuta fisica - commenta coach Rossi -, non possiamo permetterci certi cali di intensità difensiva, perché nei primi due quarti questo non può dipendere da un problema di gambe, ma di concentrazione. Abbiamo subito 32 punti nella fase centrale della partita, troppi: dobbiamo crescere nella difesa sull’uno contro uno e negli aiuti, perché contro squadre più forti una tale discontinuità si paga. Avremmo bisogno di più tempo, ma il calendario è molto fitto e gli infortuni ci stanno condizionando non poco. Sono comunque contento per come abbiamo approcciato la gara e per come abbiamo difeso nel primo quarto, recuperando palloni e segnando canestri facili. Vorrei sottolineare la prova di Anna Palmisani, che ha fatto le cose giuste sia in attacco che in difesa. La prossima settimana affrontiamo Ravenna: sarà la prima di una serie di partite che ci dirà qualcosa di più su chi siamo e su dove possiamo arrivare». L’U18 tornerà dunque in campo alle scuole Bertola lunedì 6 novembre, alle ore 20.30, per il match con il Junior Basket.

Faenza Futura-HAPPY BASKET 45-37 (16-9; 10-6; 10-12; 9-10). Tabellino: Tiraferri 6, Angelino, Poggi, Grassia, Comini 6, Poplawska Laura 8, Tognacci, Gambetti 7, Alessi 2, Martinini 2, Mecozzi 5, Poplawska Lisa 1. All. Giunchi L’U16 di coach Laura Giunchi esce sconfitta dal campo di Faenza, pagando la pessima partenza, che un buon secondo tempo non riesce a riscattare del tutto. L’approccio alla gara è infatti sbagliato e le padrone di casa ne approfittano allungando subito nel primo quarto ed incrementando in divario nel secondo. Si va così al riposo con l’Happy sotto di 11 sul 26-15. Nell’intervallo le cose vanno decisamente meglio e le rosanero si riavvicinano fino a toccare anche il -7, ma pagano lo sforzo della rimonta e Faenza tiene fino alla sirena. «Abbiamo sbagliato approccio - commenta coach Giunchi - e commesso troppi errori al tiro, soprattutto da sotto. Siamo partite sottotono, scollegate in difesa e troppo ferme in attacco. Era una partita alla nostra portata e avremmo potuto almeno giocarcela meglio, perché abbiamo subito situazioni offensive che conosciamo, visto che sono le stesse che utilizziamo noi. Errori a parte ci è proprio mancata l’intensità». L’U16 tornerà in campo alle scuole Bertola lunedì 6 novembre, alle ore 18.45, per il match con il Basket Club Russi.

Domenica 29, a partire dalle ore 10.30, presso i padiglioni di Ren-auto Piraccini (via Italia 24) saranno presentati tutti i gruppi Happy Basket per la stagione 2017/2018. Una festa da vivere insieme a chi ci conosce già e un'occasione per incontrare nuovi amici: NON MANCATE!

HAPPY BASKET-Tigers Forlì A 69-41 (9-14; 24-16; 22-8; 14-3) Tabellino: Palmisani 12, Tosi 17, Bonvicini 2, La Forgia 22, Bacchini 3, Pignieri 5, Poplawska Lisa 4, Panzeri 2, Borsetti 2, Poplawska Laura. All. Rossi L’U18 di coach Pier Filippo Rossi vince, ma impiega 25’ a capire che le Tigers non sono un’avversaria da sottovalutare. Le ospiti infatti sorprendono l’Happy con una partenza molto aggressiva; le riminesi, d’altra parte, sbagliano tutto sia in attacco che in difesa e perdono addirittura la prima frazione 9-14. Il secondo quarto va meglio in attacco, ma dietro a Forlì viene concesso ancora troppo spazio e si va così al riposo con le rosanero avanti di un solo possesso, 33-30. Dopo l’intervallo, fortunatamente, le ragazze dell’Happy rientrano in campo con ben altro piglio e cambiano marcia soprattutto in difesa, concedendo a Forlì appena 11 punti nell’intero secondo tempo. E’ tutta un’altr partita e non c’è più storia fino alla sirena. «I primi due quarti sono stati vergognosi - non usa giri di parole coach Rossi - non siamo proprio scesi in campo: una squadra ampiamente battibile ci ha messo in difficoltà per oltre 20’. Durante l’intervallo ho chiesto alle ragazze un’altra intensità ed un altro atteggiamento e devo dire che la reazione c’è di stata. Abbiamo sottovalutato le nostre avversari e sbagliato completamente l’approccio: unica cosa positiva un discreto secondo tempo». L’U18 tornerà in campo a Forlì domenica 29 ottobre, alle ore 15.00, per il match con l’Aics.

HAPPY BASKET-Tigers Rosa Forlì 11-38 Esordio in campionato per le U13 di coach Erika Brancolini: contro una squadra molto più fisica come le Tigers arriva una sconfitta, ma il risultato documenta bene la crescita del gruppo, dal momento che lo scorso anno la stessa sfida si era conclusa con un margine ben più netto. Tanto più che l’Happy affronta il match con diverse assenze, solo cinque 2005 e il resto del roster sotto età e nonostante questo l’intensità non viene mai meno. «Anche se dobbiamo ancora crescere, abbiamo fatto un grande miglioramento - commenta l’allenatrice dell’Happy -, giocando molto bene in difesa contro una squadra che ci sovrastava fisicamente. Fino al terzo quarto eravamo sotto di 11, a testimonianza della buona partita disputata. Nelle rotazioni, poi, c’è stato spazio per tutte e ciascuna ha dato il massimo». L’U13 tornerà in campo alla Carim martedì 7 novembre, alle ore 16.30, per il match con il Santarcangelo.

Hellas Basket Cervia-HAPPY BASKET 65-56 (4-10; 29-15; 16-17; 16-14) Tabellino: Innocenti 8, Tiraferri 20, Ricci 2, Mescolini 6, Gambetti 16, Vergine 2, Del Fabbro 2, Guiducci, Casamenti, Mancusi, Mussoni, Michelotti. All. Giunchi Esce sconfitta dal campo di Cervia l’U14 di coach Laura Giunchi, ma la sensazione è che di strada se ne sia fatta parecchia. Se nella scorsa stagione, infatti, il divario tra le due squadre era stato piuttosto netto, questa volta le rosa nero giocano praticamente alla pari, scendono in campo molto determinate, lavorano bene in difesa con pressione ed aiuti puntuali e disputano un gran primo quarto in cui concedono alle padrone di casa appena quattro punti. A fare la differenza è la seconda frazione in cui Cervia capitalizza la propria marcata superiorità fisica, giocando il più possibile la palla sotto. Si va all’intervallo con l’Hellas avanti di otto sul 33-25. Nel secondo tempo regna l’equilibrio con l’Happy che vince il terzo quarto di un punto e perde l’ultima frazione di due: alla fine il referto rosa lo porta a casa Cervia, ma il bicchiere è mezzo pieno. «Bella partita - commenta coach Giunchi -, le ragazze mi sono piaciute, brave a giocare di squadra sia in attacco, che in difesa. Nel secondo quarto avremmo potuto lavorare un po’ meglio sul tagliafuori e sui tagli in area, ma il gap fisico ha fatto la differenza. Nonostante la sconfitta è stato comunque un esordio abbastanza positivo: voglio questa intensità e cattiveria anche nelle prossime partite». L’U14 tornerà in campo alla palestra delle scuole “Bertola” sabato 4 novembre, alle ore 18.00, per il match con il Santarcangelo.

HAPPY BASKET-Hellas Basket Cervia 36-35 Tabellino: Poplawska Lisa 5, Poplawska Laura 9, Martinini 3, Comini 7, Mecozzi 8, Alessi 2, Poggi 2, Tognacci, Grassia, Amzovska, Angelino, Tiraferri. All. Giunchi Dopo la sconfitta con Faenza coach Laura Giunchi aveva chiesto alle sue ragazze una maggiore intensità e contro Cervia la richiesta è stata nel complesso soddisfatta. In verità le ragazze dell’Happy partono un po’ scariche, sbagliano tanto anche in situazioni favorevoli e inseguono tutto il primo tempo, riuscendo a ridurre a quattro punti lo scarto con una tripla quasi sulla sirena. Al rientro dall’intervallo le rosanero incassano uno 0-6 di parziale in 30” che le porta a -10. Coach Giunchi allora cambia tutto il quintetto in cerca di nuove energie: la scelta si rivela azzeccata e dà il via alla lenta ma inesorabile rimonta. L’Happy adesso è intensa e più attenta, concede due soli punti alle avversarie nell’ultima frazione e va a vincere in volata. «Nel primo tempo abbiamo sbagliato tanto da sole - commenta l’allenatrice dell’Happy Basket -, con più attenzione in attacco potevamo chiudere in vantaggio all’intervallo. All’inizio eravamo ferme, poi pian piano abbiamo migliorato la circolazione e il gioco di squadra ribaltando il risultato. In difesa rispetto alla gara d’esordio abbiamo lavorato meglio sugli aiuti e abbiamo fatto tutta un’altra partita: mi è piaciuto il cambio di mentalità delle ragazze». L’U16 tornerà in campo a Faenza sabato 28 ottobre, alle ore 16.00, per il match con il Faenza Futura.

HAPPY BASKET-Magika Pall. Castel San Pietro 52-63 (17-23; 15-9; 10-10; 10-21) Tabellino Happy Basket: Prasal 2, Re 19, Tosi 12, Bonvicini 3, Girelli 6, La Forgia 10, Novelli, Fattori, Saponi, Palmisani, Sarti, Borsetti. All. Rossi Tabellino Magika: Venturi F. 27, Lipparini 14, Fabulli 3, Schiavina 6, Ventimiglia 6, Bellandi 2, Tintorri 1, Penna 2, Venturi M. 2, Evangelisti. All. Cilfone Arbitro: Roberto De Luigi Impianto: Carim Spettatori: 100 circa All’esordio in campionato l’Happy Basket di coach Pier Filippo Rossi cade in casa contro la Magika Pallacanestro dopo un match intenso ed equilibrato. Non inganni lo scarto finale perché il match arriva in perfetta parità a 2’ dalla sirena quando, dopo un paio di errori delle rosanero capitalizzati dalle avversarie, comincia uno stillicidio di liberi che lanciano meritatamente al successo le ospiti, pur con uno scarto ingeneroso. Coach Rossi sceglie di schierare nello starting five Re, Novelli, Fattori, Girelli e Prasal ed è proprio quest’ultima a segnare il primo canestro dell’incontro e della stagione dell’Happy. Dopo poco più di un minuto Novelli si scaviglia e deve lasciare il campo: proverà a rientrare per risedersi quasi subito, definitivamente questa volta, in panchina. Esce così dalla gara una delle poche giocatrici in grado di portare esperienza. Nel primo quarto la partita la fa decisamente la Magika, che mette grande pressione e fisicità in difesa e segna tre triple pesantissime, arrivando a toccare il +8, massimo vantaggio se si esclude il finale, sul 15-23. Nella seconda frazione la musica non sembra cambiare, ma, dopo un time-out di coach Rossi, l’Happy rientra in campo più determinata e comincia a rosicchiare punti, fino al canestro di Re che vale il 26-26. Le rosanero trovano anche il vantaggio con La Forgia, 30-28, ma le ospiti rimangono lucide e si va al riposo lungo in perfetta parità, 32-32. L’equilibrio continua anche nella terza frazione e, quando una doppia giocata di Tosi e Girelli dà all’Happy il massimo vantaggio, 40-36, le castellane sono ancora una volta brave a rimanere lì e ad impattare sul 42-42. Coach Rossi deve però fare i conti con un’altra tegola: dopo una lotta a rimbalzo, Prasal ricade male a terra e deve uscire accompagnata in spalla dallo staff. Partita finita anche per lei, con Rimini che, dopo Novelli, perde anche l’unica lunga “fisica” a disposizione. Ad inizio quarto quarto due canestri consecutivi di Tosi e i buoni risultati della difesa a zona 2-3 rilanciano l’Happy Basket: le riminesi hanno un paio di occasioni per segnare il +6, ma in quella meglio sfruttata, dopo una bella penetrazione di Re, la palla gira per qualche istante sul ferro ed esce. E’ il momento in cui gira anche la partita. Castel San Pietro alza nuovamente la pressione in difesa e in attacco si affida al propria playmaker, Francesca Venturi, che segna 14 degli ultimi 19 punti totali della Magika, con percorso netto ai liberi, e conduce le sue alla vittoria. «Nei momenti decisivi loro sono state più brave di noi - commenta coach Pier Filippo Rossi -, hanno segnato un paio di canestri pesanti e ci hanno messo in difficoltà con la zona press. Abbiamo commesso troppi errori in difesa, subendo 63 punti che sarebbero potuti essere 50 con un po’ di attenzione in più. Dal punto di vista fisico siamo indietro: dobbiamo migliorare sui contatti e sulla pressione. Oltre a questo i due infortuni ci hanno privato di giocatrici importanti, facendoci arrivare stanchi alla fine. Sono comunque soddisfatto dell’atteggiamento: abbiamo ragazze molto giovani che in un campionato senior si troveranno ad affrontare sempre avversarie più esperte, per questo il nostro obiettivo è innanzitutto farle crescere».

La stagione sta iniziando e siamo felici di mostrarvi la nuova versione del sito!  Grafica completamente rinnovata, layout fresco, giovanile, dinamico e naturalmente responsive: anche chi naviga da smartphone o tablet può vedere i risultati, le nostre squadre e tutte le nostre novità. Consultate la pagina con il calendario, vi aspettiamo per le gare casalinghe alla Palestra CARIM. Vi piace il sito? E non dimenticate di visitare anche la nostra pagina Facebook! Happy Basket Staff

Cervia-HAPPY BASKET 20-78 (4-17; 6-31; 4-22; 6-8) Tabellino: Pignieri 9, Prasal 9, Bonvicini 2, La Forgia 23, Tosi 12, Palmisani 4, Poplawska Laura 8, Borsetti 7, Panzeri 4, Poplawska Lisa. All. Rossi Tutto facile all’esordio per l’U18 di coach Pier Filippo Rossi: a Cervia le padrone di casa vengono immediatamente travolte dalle ragazze dell’Happy, che impiegano un quarto per ingranare in attacco, ma poi vanno via sul velluto. L’ultima frazione dà all’allenatore riminese l’opportunità di provare quintetti inediti e di dar spazio alle più giovani. «Il risultato si commenta da solo - attacca coach Rossi -, ma sono soddisfatto per l’atteggiamento difensivo delle ragazze che sono state intense e concentrate per tutti i 40’, nonostante il divario. In attacco è stato tutto troppo facile per capire a che punto siamo: serviranno test più probanti per valutazioni approfondite. Personalmente è stato comunque un esordio emozionante e sono contento per come le ragazze mi stanno seguendo». L’U18 tornerà in campo alle scuole Bertola mercoledì 25 ottobre, alle ore 19.15, per il match con le Tigers Rosa A.