Happy Basket

HAPPY BASKET-Faenza 50-38 (10-11; 13-14; 12-6; 15-7), giocata lunedì 18/12. Tabellino: Comini 12, Mecozzi 11, Tiraferri 12, Gambetti 4, Poggi 4, Alessi 2, Grassia 2, Martinini 3, Tognacci, Muratori, Amzovska, Angelino. All. Bracolini Buon successo per la RenAuto U18 di coach Erika Brancolini, ma alle rosanero serve un tempo per prendere le misure alla gara. Nel prima metà, infatti, seppur in un sostanziale equilibrio è Faenza a tenere la testa avanti e a chiudere all'intervallo lungo avanti di due sul 23-25. Nel secondo tempo l'Happy cambia pelle e non concede più nulla in difesa, tanto che le ospiti segnano appena 13 punti nei complessivi 20' di gioco. Anche l'attacco è più efficace e così, una volta messa la testa avanti, la RenAuto allunga inesorabilmente e porta a casa una meritata vittoria. Successo di squadra, conseguenza della crescita di un gruppo compatto, abile a lavorare con intensità in difesa e a girare bene la palla in attacco. L'U16 tornerà in campo a Russi sabato 13 gennaio, alle ore 17.30, per il match con il Basket Club.

HAPPY BASKET-Tigers Rosa B Forlì 59-71 (19-16; 14-13; 14-18; 12-24), giocata lunedì 18/12. Tabellino: Borsetti 7, Tosi 23, La Forgia 15, Pignieri 3, Palmisani 11, Poplawska Li., Poplawska La., Bonacini, Panzeri. All. Rossi Esce sconfitta dal match contro l'imbattuta capolista Forlì la RenAuto U18 di coach Pier Filippo Rossi, ma gioca una gran partita e capitola solo negli ultimi 4'. Il primo tempo è decisamente di marca rosanero con la difesa che lavora benissimo e un attacco efficace, sospinto da una gara aggressiva di Tosi, top scorer alla fine con 23 punti. Al riposo lungo l'Happy è avanti 33-29. Al rientro in campo le Tigers poco per volta limano lo svantaggio ed arrivano ad impattare nel finale di terzo quarto sul 47-47. L'ultima frazione si sviluppa sul filo dell'equilibrio e solo negli ultimi 4', complice l'uscita per falli di La Forgia, Forlì trova l'allungo vincente, accumulando uno scarto fin troppo generoso per quanto visto in campo. Ancora assenti Prasal e Bacchini, da segnalare le positive prove di Borsetti e Palmisani e la grinta di Pignieri, in campo a lungo, nonostante i problemi fisici. «Abbiamo giocato una buonissima partita - commenta coach Rossi -, la migliore dell'anno come atteggiamento. Venerdì sera proveremo a consolidare il secondo posto nel recupero a Ravenna per poi prepararci alla successiva fase ad orologio». L'U18 tornerà dunque in campo a Ravenna venerdì 22 dicembre, alle ore 17.20, per il match con la Junior.

HAPPY BASKET-Budrio 51-61 (18-14; 12-19; 11-15; 10-13), giocata sabato 16/12. Happy Basket: Novelli 9, La Forgia 12, Pignieri 9, Tosi 4, Bonvicini 3, Saponi 4, Girelli 4, Palmisani 4, Fattori 2, Sarti, Borsetti. All. Rossi Budrio: Torresani 14, Martelli 5, Giacometti 10, Marcheselli 9, Richetta 11, Peli 3, Frabetti 5, Curati 4, Pazzaglia. All. Busciglio. Arbitri: Vannucci e Politi Spettatori: 100 circa Con due partite da recuperare la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi torna in campo per il match casalingo contro Budrio, squadra ostica con un ottimo 5-2 di record. Priva di Re e, ma non è una novità, di Prasal l'Happy Basket parte con Tosi, Novelli, La Forgia, Girelli e Pignieri, a sua volta in campo non in perfette condizioni. Il primo canestro dell'incontro lo segna Novelli con un bel jumper dai cinque metri, poi le squadre cominciano a "sparacchiare" e servono due liberi di Budrio per pareggiare sul 2-2 dopo 3' di gioco. La RenAuto difende bene ed in attacco trova un 6-0 di parziale che la porta sull'8-2. Le ospiti in attacco faticano ed in difesa concedono un paio di rimbalzi che, insieme ad una tripla di Bonvicini, danno all'Happy il +9 sul 15-6. Budrio si sveglia e risponde con un controparziale sempre di 6-0, ma una tripla di Novelli dà ossigeno alle rosanero. la RenAuto lavora bene in difesa, ma concede un'infinità di secondi tiri che le ospiti, fortunatamente, concretizzano col contagocce. Al primo "intervallino" l'Happy è avanti di quattro lunghezze, 18-14. Il secondo quarto si apre nel migliore dei modi, con Saponi e Tosi che firmano un nuovo allungo sul 22-16. Budrio non ci sta, intensifica i propri sforzi difensivi e trova un parziale di 10-0, chiuso con un contropiede che vale il primo vantaggio sul 22-23. Le ospiti continuano a fare mambassa di rimbalzi offensivi, ma commettono un ingenuo fallo antisportivo che potrebbe riportare avanti la RenAuto: le rosanero fanno 0/2 dalla lunetta e perdono palla dopo la rimessa offensiva, sprecando così una ghiotta opportunità. I tiri liberi da questo momento in poi diventano l'altra nota dolente della serata, tanto che alla fine la statistica complessiva dalla lunetta, 8/22, peserà pesantemente sull'andamento della gara. La RenAuto non capitalizza alcuni buoni possessi per pareggiare, o addirittura passare avanti, e viene punita da un'altra tripla di Budrio, 24-29. Le ospiti, poi, capitalizzano i tanti errori e la stanchezza delle ragazze di coach Rossi, per allungare sul 26-33 a 1'30" dal riposo lungo. Girelli e Pignieri accorciano e si arriva così all'intervallo sul 30-33. Ad inizio secondo tempo due canestri di Palmisani tengono a contatto la RenAuto, che potrebbe tornare avanti, ma spreca. Coach Rossi a questo punto mette le sue a zona 3-2: ne nasce un immediato recupero per il canestro di La Forgia, che forza le ospiti al timeout. La sospensione dà buoni risultati perché Budrio rientra più precisa da fuori e raggiunge il più 7, 41-48, all'ultimo mini-intervallo. L'ultima frazione si apre con un contropiede sull'asse Palmisani-Pignieri per il canestro di quest'ultima, 43-48. E' l'ultima fiammata dell'Happy, perché, complice la stanchezza, Budrio, implacabile dalla lunetta, poco alla volta va via e chiude sul 51-61. «Abbiamo pagato pesantemente l'assenza di Re - commenta coach Rossi -, l'unica che si era allenata a pieno regime in settimana. Si è visto che avevamo cinque minuti di intensità e cinque no... Brave le ragazze di Budrio a giocare la loro pallacanestro, ma il grosso elemento negativo per sono stati i rimbalzi d'attacco concessi. Abbiamo lavorato su questo in allenamente, ma non è servito perché hanno tirato 3/4 volte a possesso: andiamo ancora in confusione su questo fondamentale, vanificando così delle buone difese sui primi tiri. Spero di recuperare le infortunate e gli acciacchi vari durante la pausa di Natale il roster: anche stasera ho dovuto tenere in campo due ragazze del 2002, che volevo risparmiare per l'U18, per più di 35' perché le altre si sono allenate pochissimo». Salvo recuperi la Serie C tornerà in campo alla Carim sabato 13 gennaio, alle ore 19, per il match con la Basket Academy Mirabello.

Basket Santarcangelo-HAPPY BASKET 43-18 (8-4; 17-2; 10-4; 8-8), giocata martedì 12/12. Tabellino: Fulgenzi 3, Kajo 5, Clementi 4, Gambetti 2, Mauro Vairani 2, Pratelli 2, Del Vecchio, Nasufi, Brocchi, Zamagni, Battistel. All. Brancolini Non era certo una partita da vincere quella che vedeva opposte l'U13 di coach Erika Brancolini all'imbattuta capolista Santarcangelo, ma un'occasione per valutare la crescita dell'Happy Basket, quello sì. E contro un'avversaria più avanti tecnicamente e molto più fisica le bimbe della RenAuto vanno sotto solo nella seconda frazione, complice qualche distrazione difensiva ed un paio di errori da sotto in attacco, giocando il resto della gara con intensità e pareggiando meritatamente l'ultimo periodo. Solo quaranta giorni fa la gara andata era finita 3-55, una differenza evidente che testimonia come la strada intrapresa sia quella giusta,. «In attacco dobbiamo crescere, perché siamo ancora troppo timorose nel prendere iniziative - spiega coach Brancolini -, ma in difesa ho visto dei progressi sia nella tenuta dell'uno contro uno che negli aiuti». L’U13 tornerà in campo a Cesena mercoledì 20 dicembre, alle ore 17.15, per il match con la Nuova Virtus.

HAPPY BASKET-Aics Forlì 84-40 (19-11; 23-4; 22-16; 20-9), giocata lunedì 4/12. Tabellino: La Forgia 20, Tosi 19, Palmisani 6, Mecozzi 4, Panzeri 9, Poplawska La. 9, Poplawska Li. 10, Borsetti 7, Pignieri, Bonvicini. All. Rossi Non ha problemi l'U18 di coach Pier Filippo Rossi a sbarazzarsi dell'Aics Forlì: le rosanero vincono in scioltezza e doppiano le avversarie nonostante i problemi di roster. Alle assenze di Prasal e Bacchini si aggiungono infatti quella di Pignieri, in panchina per onor di firma, e di Bonvicini, costretta ad uscire per problemi fisici nel primo quarto. La differenza tra le due squadre, tuttavia, è tale da consentire all'allenatore riminese di dare ampio spazio a tutte le disponibili, molte delle quali U16, ottenendo buone risposte da ciascuna. «Abbiamo mantenuto un buon ritmo per tutta la gara - commenta coach Rossi - e sono contento per i visibili miglioramenti di squadra, nonostante sia stato costretto a sperimentare di tutto, viste le assenze. Speriamo di rimettere insieme i cocci durante la pausa natalizia, per prepararci bene alla seconda fase del campionato». L’U18 tornerà in campo a Ravenna martedì 12 dicembre, alle ore 17.20, per il match con la Junior Basket.

Tigers Forli-HAPPY BASKET 33-23 (4-6; 11-9; 12-4; 6-4), giocata martedì 5/12. Tabellino: Kayo 10, Pratelli 4, Del Vecchio 2, Fulgenzi 5, Vairani 2, Clementi, Zamagni, Gambetti, Mancusi, Brocchi, Battistel, Nasufi. All. Brancolini L'U13 di coach Erika Brancolini torna da Forlì con una sconfitta, ma è una di quelle giornate in cui le note positive superano le negative. Se solo poche settimane fa, infatti, le Tigers si erano imposte con 27 punti di scarto, questa volta l'Happy dimostra di essere cresciuta tanto e gioca alla pari per 30', togliendosi anche lo sfizio di vincere la prima frazione. A decidere la gara è un terzo quarto in cui le padrone di casa trovano il parziale di 12-4 che scava il solco decisivo, ma resta la sensazione che l'Happy sia sulla strada giusta. «Oggi ho visto dei grandi miglioramenti - commenta coach Brancolini -: abbiamo difeso con intensità, rimanendo incollate alle avversarie e abbiamo girato bene la palla e fatto un buon uso dei tagli in attacco. Spero che questa partita sia uno stimolo per continuare così, siamo in crescita e abbiamo ancora potenzialità inespresse». L’U13 tornerà in campo a Santarcangelo martedì 12 dicembre, alle ore 19.15, per il match con il Basket Santarcangelo.

Faenza-HAPPY BASKET 55-69 (24-16; 13-12; 7-21; 11-20), giocata sabato 2/12. HAPPY BASKET: Novelli 14, Re 14, Fattori, La Forgia 6, Saponi, Palmisani 7, Pignieri 7, Tosi 9, Girelli 8, Borsetti, Bonvicini 4. All. Rossi Altra trasferta, altra vittoria per la RenAuto di coach Pier Filippo Rossi: a Faenza le rosanero sbagliano totalmente approccio, ma poi con una grande difesa ribaltano la partita e portano a casa il bottino. L'inizio, come detto, non è certo dei migliori; l'intensità non è quella giusta e Faenza ne approfitta andando a segnare 24 punti e chiudendo il primo quarto avanti di 8. Visto che la difesa ad uomo non produce dividendi, coach Rossi decide di passare a zona: è la mossa che cambia tutto, perché le padrone di casa si inacartano e non trovano più la via del canestro. Al riposo lungo, comunque, l'Happy è sotto 39-28, complici i tantissimi errori al tiro anche in situazioni ben costruite. Nella ripresa, finalmente, all'ottimo lavoro difensivo si aggiunge una maggiore precisione in attacco: 21-7 il parziale pro Happy nel solo terzo quarto e match rivoltato come un guanto. A 7' dalla fine, dopo qualche contestata scelta arbitrale, coach Rossi viene espulso, ma l'episodio ha solo l'effetto di caricare ulteriormente la RenAuto che centra un ulteriore allungo nel finale e va a vincere di 14 sul 55-69. «Abbiamo sbagliato l'approccio difensivo e commesso tantissimi errori in attacco - commenta l'allenatore riminese -, poi però le ragazze hanno lavorato bene con la zona e la partita è cambiata. Con un po' di attenzione in avvio avremmo sofferto molto meno. In attacco facciamo le cose migliori quando riusciamo a tenere il ritmo alto e a giocare in velocità, mentre ci manca ancora un pizzico di precisione contro la schierata, anche se in più di un'occasione abbiamo costruito buoni di tiri. Sono contento per il recupero di La Forgia per la partita a tutto campo di Re, che ci ha dato grande intensità: purtroppo per una serie di motivi al momento non riusciamo ad allenarci al completo e questo non ci permette di essere al meglio per quanto riguarda la tenuta atletica, né di oliare come vorrei certi meccanismi. A maggior ragione questa è una vittoria importante, ottenuta oltretutto con due U16 in campo nel finale e nei momenti chiave».

Faenza Bk Project-HAPPY BASKET 52-45 (13-6; 11-10; 13-19; 15-10), giocata venerdì 1/12. Tabellino: Poplawska Li. 7, Mecozzi 14, Poggi 5, Poplawska La. 6, Comini 7, Muratori 4, Martinini 2, Alessi, Tognacci, Grassia, Amzovska, Angelino. All. Giunchi In una palestra priva di riscaldamento l'U16 di coach Laura Giunchi non accende i motori, parte malissimo e, nonostante la reazione nella ripresa, non trova la rimonta vincente. Il primo tempo delle rosanero è disastroso: nessuna intensità nell'attaccare il canestro e nel difendere, troppo palle perse dal palleggio e appena 16 punti segnati in 20'. Durante l'intervallo scatta qualcosa, perché al rientro in campo l'Happy ha ben altro piglio, mette la quinta e raggiunge il pareggio ad inizio quarto quarto. Nel finale però un po' per la stanchezza, un po' perché Faenza si riprende, finisce la benzina e le padrone di casa vanno a vincere di sette lunghezze. «Dopo un primo tempo incommentabile avevo chiesto un riscatto alle ragazze - spiega coach Giunchi - e qualcosa nella ripresa si è visto, ma non si può sperare vincere con un approccio di gara del genere. Non è questo l'atteggiamento giusto: va bene stare con le amiche, va bene divertirsi, ma servono più impegno e più attenzione nel fare le cose». L’U16 tornerà in campo a Cervia sabato 9 dicembre, alle ore 18.00, per il match con l'Hellas Basket.

HAPPY BASKET-Faenza Futura 67-37 (18-8; 23-3; 10-16; 16-10), giocata sabato 2/12. Tabellino: Del Fabbro 8, Innocenti 6, Gambetti 16, Tiraferri 21, Vergine 8, Mussoni 2, Mancusi 2, Michelotti 4, Ricci, Guiducci, Casamenti. All. Giunchi Sonante vittoria per l'U14 di coach Laura Giunchi: le rosanero regolano senza patemi Faenza con una partenza sprint. Primo e secondo quarto a senso unico e partita già in ghiaccio sul 41-11 con cui si va all'intervallo lungo. Nel terzo quarto l'Happy si addormenta, ma è solo una parentesi che non compromette nulla, tanto più che nell'ultima frazione la Renuato torna a dominare e va a vincere in scioltezza. L’U14 tornerà in campo a Cesena martedì 12 dicembre, alle ore 19.45, per il match con la Nuova Virtus.

Nuova Virtus Cesena-HAPPY BASKET 39-43 (12-18; 8-8; 11-5; 8-12), giocata 29/11. Tabellino: Mecozzi 19, Poplawska La. 8, Grassia 2, Comini 6, Alessi 3, Martinini 3, Poplawska Li. 2, Tognacci, Poggi, Muratori, Amzovska, Angelino. All. Giunchi Gran bella vittoria per l'U16 di coach Laura Giunchi: le rosanero espugnano Cesena e agganciano proprio la Nuova Virtus al terzo posto in classifica. Le ragazze dell'Happy partono forte con grande intensità, lavorano bene con la difesa zone-press, sono reattive sulle pale vaganti e girano la palla in attacco. Ne scaturisce un immediato parziale di 8-0 che la RenAuto amministra fino al terzo quarto quando subisce il ritorno delle padrone di casa, che al 30' impattano sul 31-31. Potrebbe esserci un crollo mentale e invece l'Happy riprende in mano l'inerzia nel momento topico e va a vincere con pieno merito. «E' stata una delle migliori partite della stagione - commenta coach Giunchi -, le ragazze si sono aiutate in difesa con raddoppi e cambi e si sono cercate in attacco. Unico neo i tagliafuori difensivi: abbiamo concesso troppo sotto il nostro tabellone, sia in termini di rimbalzi, che di falli commessi dopo mancato tagliafuori, regalando in diverse occasioni giochi da tre punti. Comunque oggi siamo entrate cariche con l'atteggiamento giusto e abbiamo vinto una partita non facile contro una buonissima squadra». L’U16 tornerà in campo a Faenza venerdì 1 dicembre, alle ore 17.15, per il match con il Faenza Basket Project.